"Come la luna da solo attraverso i ghiacci della finestra."

Cibo

Analisi della poesia di Nekrasov "Last minute letters"

Analisi della poesia di Nekrasov "Last minute letters"

La vita personale di Nikolai Nekrasov fu piuttosto tragica. Come scrittore alle prime armi, si innamorò di Avdotya Panayev, la moglie di uno scrittore abbastanza noto. Questo romanzo è durato quasi 16 anni. Inoltre, entrambi i coniugi e Nekrasov vivevano sotto lo stesso tetto. Nell'amato nel 1849, nacque anche un figlio, che visse solo in breve tempo. Si ritiene che sia stata proprio la morte del bambino a servire come l'inizio della rottura della relazione tra Panayev e Nekrasov.

Fu durante questo periodo difficile della vita che il poeta scrisse un poema "Lettere bruciate", datato presumibilmente nel 1856. In lui, sembra tracciare una linea sotto il rapporto con la sua amata donna, anche se ammette che è molto difficile per lui prendere questa decisione. Dal contesto del lavoro è chiaro che Panaeva stessa brucia le lettere d'amore, poiché non le attribuisce molta importanza. Questo è allarmante Nekrasov, che pone la domanda: "L'amore che ha dettato il loro cuore determina con loro?"

Nekrasov sente intuitivamente che le relazioni di due persone amorevoli sono bloccate. Ma finora è solo mentalmente dire addio al suo prescelto, guardando le lettere morenti e chiedendosi quanto sincere fossero le confessioni che contengono. "La vita non ha ancora definito una menzogna, la vita non ha ancora dimostrato la loro verità", nota il poeta, anche se sospetta che questo gesto simbolico e spericolato dell'amato sia irto della minaccia dell'amore stesso, che ha già dato una crepa tangibile. Inconsciamente, Nekrasov è già pronto a separarsi da Panaeva, ma non sono ancora state dette quelle ultime parole che separeranno per sempre le persone che una volta erano vicine l'una all'altra. Sente che non ha più bisogno di questa donna, che da tempo ha perso interesse per lui. È per questo motivo che nascono le linee: "Ma quella mano con cattiveria li ha bruciati, che li ha scritti con amore!".

La cosa peggiore per un poeta non è quella prova di amore che gli era così cara morto nel fuoco. Molto più Nekrasov spaventa il fatto che la persona amata non ha risposto alle sue preghiere e ha distrutto le lettere. Rivolgendosi a lei, l'autore osserva: "Ma tu salirai le scale ripide e brucerai arditamente i passi che hai superato!". Così, il poeta identifica le lettere con una vita insieme, sulla quale il suo prescelto è pronto a mettere una croce. Ed è costretto a concordare con una tale decisione, dal momento che capisce che è impossibile restituire i sentimenti persi. Il poeta non è ancora pienamente consapevole del fatto che questo romanzo confuso e molto bello finisce. Tuttavia, sente intuitivamente che la relazione si rompe, e quindi conclude il suo poema con la frase: "Un passo pazzo!... forse fatale". Non si riferisce solo al desiderio momentaneo della sua amata di bruciare le lettere, ma anche alle sue azioni successive, che sono destinate a distruggere l'illusione della felicità e a ferire profondamente Nekrasov.

Lavora su argomenti:

  1. Analisi del poema di Nekrasov "Amici Non dobbiamo mai dimenticare che ogni successo delle nostre conoscenze pone più problemi di quanti ne risolva, e che in questo campo.
  2. Analisi del poema di Nekrasov "I seminatori" Nel poema "I seminatori" Nekrasov esorta i giovani a seminare "ragionevole, buono, eterno", poiché i semi della ragione, l'illuminazione sicuramente darà origine ai germogli per i quali.
  3. Analisi della poesia di Nekrasov "Per lungo tempo - respinta da te" Nikolai Nekrasov non è mai stato un testo d'amore sofisticato, sebbene avesse molte ragioni per scrivere tali poesie. Tuttavia, il poeta.
  4. Analisi del poema di Nekrasov "Io e te siamo stupidi" La vita personale di Nekrasov ha condannato molti dei suoi amici. Il fatto è che lo scrittore alle prime armi non solo si innamorò di.
  5. Analisi del poema di Nekrasov "Alla morte di Shevchenko" Guardando attraverso la memoria dei poeti russi, invariabilmente si ricorda il grande N. A. Nekrasov, le sue poesie, poesie, che sono profondamente imbevute di amore per il russo.
  6. Analisi del poema di Nekrasov "Il ritorno" Nel maggio 1864 Nekrasov andò all'estero, il suo viaggio durò circa tre mesi e visse la maggior parte del tempo.
  7. Analisi del poema di Nekrasov "Before the Rain" Nikolai Nekrasov ha parlato piuttosto sdegnosamente dei testi di paesaggio, considerando che questi versi sono il sacco di nature romantiche deboli che sono in grado di coprire.

Stai leggendo il saggio Analisi del poema di Nekrasov "Last Minute Letters"

Capodanno (Nikolay Nekrasov)

Che anno nuovo, poi pensieri nuovi,
Desideri e speranze
La mente credulona è piena
E il saggio e l'ignorante.
Solo chi è nascosto nel sottosuolo,
La speranza nel cuore non nasconde.

Per quanto tempo la gente ha esultato
E il mondo si rallegrava
Quando è nato l'ultimo anno
Con il suono delle ciotole e delle lire?
E di chi ha la fronte severa
Un raggio di speranza non fiorì?

Ma meno ha visto la tomba,
Inimicizia e povertà?
Ogni giorno c'era il killer
Qualsiasi sogno;
Non ha risparmiato nessuno
E non ha dato niente alla gente!

Con il suono delle stesse ciotole e lire,
La solita sequenza
Ospite impassibile entra nel mondo
Piede impassibile -
E in quelli solo non c'è più speranza,
In chi il sangue si è congelato per sempre!

E bene. Con le coppe in mano
Possa l'ospite essere accolto
Lascia che il dolore sia gettato nella polvere
Lascia morire la rabbia -
E in cuori rinnovati
Possa la gioia all'infinito!

Siamo pressati dal tempo,
Siamo laboriosi
Caso onnipotente, la vita è fragile,
Viviamo per un minuto
E il fatto che la vita sia presa una volta
Incapace di portare via il rock da noi!

Fatelo bollire allegro rock
Giovani sogni -
Li tradiamo con tutto il cuore.
E il tempo li taglierà?
Che bisogno! Di nuovo a sua volta
In noi, il loro nuovo anno risorgerà.

ANALISI DI BISOGNO DELLE POESIE DEL "NUOVO ANNO" DI NEKRASOV

Kuliginruslan / 28 gen 2014 6:42:54 PM

1) materiale storico e biografico
2) il luogo del poema nell'opera del poeta,
3) l'argomento principale
4) trama lirica,
5) problemi
6) composizione,
7) eroe lirico
8) l'umore prevalente e il suo cambiamento,
9) genere
10) stanza
11) immagini di base
12) vocabolario
13) mezzi figurativi di allegoria,
14) sintassi poetica
15) zvukopis,
16) la dimensione del verso
17) ritmo e rima del metodo in rima.
* Non tutti gli articoli possono essere presenti nell'analisi, ma almeno il 60% dovrebbe essere. = (

Irinavasilenck / 10 mar 2015 10:07:21

fare un'analisi del poema.
Luglio a mezzogiornoCinema Igor Northernerin
L'elegante passeggino, nel fagiolo elettrico,
Fruscio elastico sulla sabbia della strada principale;
Nelle sue due donne vergini, in un'andatura veloce,
In Alo-in arrivo, le aspirazioni sono a un petalo.

E i pini, ideali di uguaglianza, correvano tutt'intorno,
Il cielo ha nuotato, il sole ha cantato, una brezza è caduta;

E sotto le ruote del motore la polvere stava fumando, saltando ghiaia,
L'uccello ha coinciso con il vento sulla strada senza strade.

Al recinto del monastero c'era un monaco minacciosamente inquietante,

Ascoltando nella fragilità del passeggino i suoni della "perdita morale"..
E con la paura, scrollando di dosso la sabbia risvegliata,
Maledetto con uno sguardo inoffensivo equipaggio giocoso.

Risate, fresche come il mare, risate, calde come un cratere,
Lava versata dal passeggino, che si raffredda nell'altezza delle sfere,

Shelestel fulmine veloce sotto il fairway delle ruote
E si ubriacò di vino di gioia incoraggiato dallo shoffer.

Cosa abbiamo scoperto da soli nella poesia di Nekrasov?

1 settembre 2009

N. A. Nekrasov aprì una nuova era nella poesia russa - era già chiaro ai suoi contemporanei. E prima di tutto è conosciuto: come poeta e cittadino, con tutta la forza del suo talento, parlando contro l'oppressione dell'uomo per uomo, contro la violenza e il male.

Ma si sa molto poco sul lavoro di Nekrasov-lyric. Si scopre che il poeta ha colpito in profondità e sentimenti potenti del poema. Questo è il nuovo mondo di Nekrasov per me - i suoi testi intimi. La maggior parte di queste poesie è stata scritta da Nekrasov dal 1347 al 1855. Queste sono poesie del cosiddetto "ciclo panaevic". Tutti sono dedicati a una donna - Avdotye Yakovlevna Panayeva, a cui Nekrasov era sinceramente legato.

Le poesie di questo ciclo sono una confessione di un cuore profondamente amorevole, questo è un dialogo ispirato con un amato. Ha tutto: una sensazione di risveglio, un affetto per l'essere amato: ma la cosa principale è l'unità dei sentimenti e dei pensieri del poeta e della sua amata.

Nekrasov ha qualcosa a cui mancano così tanti cuori amorevoli - un profondo rispetto per la dignità del suo prescelto, una disponibilità a difendere il suo onore e il suo amore. Forse è questo che rende il suo amore così brillante e armonioso.

Ma, sfortunatamente, la vita con inezie quotidiane, con tutte le sue pene e contraddizioni, invade questo mondo luminoso. L'armonia di due cuori è spezzata - e questo si riflette nei versi di Nekrasov:

... Io e te siamo stupidi:

Che minuto, poi il flash è pronto!

Torace agitato leggero,

Parola irragionevole, dura...

Anche queste quattro righe mostrano quanto il poeta abbia percepito la rottura con la sua amata.

E se nelle precedenti poesie Nekrasov spera ancora di preservare l'amore, negli ultimi versi di questo ciclo non si sente più la nota della speranza:

Anno difficile - ha rotto la mia malattia,

Il problema è colto, la felicità è cambiata, -

E né il nemico né l'amico mi risparmiano

E anche tu non mi hai risparmiato!

"Sono un amico, non il tuo distruttore. Ma tu non ascolti... ". Il desiderio e la disperazione sono ascoltati in queste parole. E non c'è nulla che possa aiutare una persona in questo problema...

Tuttavia, il tema della lealtà, dell'amore femminile, che è riuscito a superare ostacoli e distanze, il tema del coraggio umano continua ad essere ascoltato nel poema di N. A. Nekrasov "Donne russe" (1872). Questa è una storia sulle donne nobili russe che volontariamente hanno perso tutto: la loro posizione nel mondo, la posizione dei loro conoscenti, l'amore dei loro parenti, persino i loro figli, per seguire i loro mariti Decabristiani esiliati in Siberia, per essere il loro sostegno morale nei lavori forzati e collegamento. Si chiamavano "Decembrists" e sempre con un tocco di rispetto per la loro impresa...

Personale nei testi di Nekrasov è inseparabile dal pubblico. Forse questa è una conseguenza delle profonde esperienze spirituali del poeta, forse questo è il modo in cui le sue idee politiche sono state riflesse. Eppure, questo è precisamente ciò che rende la "poesia del cuore" di Nekrasov così irresistibilmente attraente. E, dopo aver letto almeno una delle sue opere liriche, vedi già davanti a te non il leader "esemplare" dei democratici russi, ma un uomo con tutte le sofferenze e le gioie insite solo nell'anima umana.

E in modo molto diverso percepì il famoso Nekrasov:

Vai al fuoco per l'onore della madrepatria,

Per le convinzioni, per l'amore...

E la tristezza scompare da qualche parte, ispirata dalla disperazione delle ultime poesie del poeta... E voglio credere in tutto il meglio, luminoso...

Anno nuovo, ho incontrato un'analisi

Marina Cvetaeva - Ho incontrato solo il nuovo anno

L'anno nuovo ne ho incontrato uno.

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

№ 4 Da qualche parte ce n'erano molti, molti compresso

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

Sommario:

E c'era uno - uno!

№ 8 Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

Analisi del poema

Numero di caratteri

Numero di caratteri senza spazi

Numero di parole

Numero di parole uniche

Il numero di parole significative

Numero di parole di arresto

Numero di linee

Numero di stanze

Contenuto d'acqua

Nausea classica

Nausea accademica

Ti verranno addebitati 100 rubli. Possono pagare il 50% del primo compito.

Nucleo semantico

La parola

Numero di

frequenza

Ti verranno addebitati 100 rubli. Possono pagare il 50% del primo compito.

Se hai la tua analisi del poema di Marina Cvetaeva "Ho incontrato solo il nuovo anno" - lascia un commento con la tua versione! È necessario determinare il tema, l'idea e l'idea principale del poema, nonché descrivere quali tecniche letterarie, metafore, epiteti, confronti, avatar, mezzi artistici e figurativi ed espressivi sono stati utilizzati.

L'anno nuovo ne ho incontrato uno

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

Da qualche parte c'erano molti, molti compressi

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

E c'era uno - uno!

Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

E l'anima si congelò senza fuoco.

Senza il fuoco degli occhi felici umani,

Che ora. non è la prima volta

Non felice - fedele era

Fedele al silenzio languente.

Che ora. è tutto in me.

Vivrò di nuovo fino a Natale,

Vivrò fino ai giorni più limpidi dell'estate,

Che ora. insieme al desiderio "più caldo".

Anno nuovo, ne ho incontrato uno...

L'anno nuovo ne ho incontrato uno.

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

Da qualche parte c'erano molti, molti compressi

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

E c'era uno - uno!

Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

  • Sii il primo ad esprimere la tua opinione. Prima di commentare, registrati sul sito (se non lo hai già fatto).

Devi essere registrato per pubblicare un commento.

Anno nuovo, ho incontrato un'analisi

Aliger Margarita Iosifovna • 92gg. Poetessa sovietica russa.

Annensky Innokentiy Fedorovich • 09gg. Omsk, impero russo. Poeta, drammaturgo, traduttore.

Apukhtin Alexey Nikolaevich • anni. Bolkhov, provincia di Oryol, Impero russo. Il poeta

Artsybashev Mikhail Petrovich • 27gg. La fattoria Dobroslavovka Akhtyrsky distretto della provincia di Kharkov. Scrittore, drammaturgo, pubblicista.

Asadov Eduard Arkadyevich • 04gg. Maria dei turkmeni SSR. Poeta sovietico russo, traduttore, eroe dell'Unione Sovietica.

Bagritsky Vsevolod Eduardovich • 1922-1942gg. Poeta sovietico, figlio di Edward Bagritsky

Bagritsky Eduard Georgievich • 34gg. Odessa. Poeta, traduttore, drammaturgo.

Balmont Konstantin Dmitrievich • anni Villaggio Gumnischi, distretto di Shuisky, provincia di Vladimir. Poeta simbolista, traduttore, saggista.

Baratynsky Evgeny Abramovich • 44gg. a. Vyazhle, contea di Kirsanovskiy, provincia di Tambov, impero russo. Poeta russo

Barkova Anna Alexandrovna • 76gg. Ivanovo-Voznesensk. Poetessa russa.

Belinsky Jacob • 88gg. Krolevets, regione di Sumy. Poeta sovietico russo

White Andrei • 34gg. Vero nome Boris Nikolaevich Bugaev. Scrittore, critico, poeta, poesia.

Berestov Valentin Dmitrievich • 98gg. Meshchovsk, regione di Kaluga. Poeta russo, scrittore, traduttore.

Bestuzhev Alexander Alexandrovich • 37gg. San Pietroburgo, Impero russo. Scrittore, critico, pubblicista.

Alexander Block Alexander • 21gg. San Pietroburgo. Elegia, poesia, messaggio.

Bryusov Valery Yakovlevich • 24gg. Mosca. Poeta, scrittore di prosa, traduttore, critico letterario, drammaturgo, critico letterario, storico.

Bunin, Anna Petrovna • 29gg. Provincia di Ryazan della contea di Urusovo Ryazhskogo del villaggio. Poetessa russa e traduttrice.

Vvedensky Alexander Ivanovich • 41gg. San Pietroburgo, Impero russo. Poeta, scrittore per bambini.

Venevitinov Dmitry Vladimirovich • 27gg. Mosca. Poeta russo della regia romantica, traduttore, romanziere e filosofo.

Veresaev Vincent Vikentievich • 45gg. Tula, Impero russo. Scrittore, romanziere, traduttore.

Vostokov Alexander • Ostenek Alexander Khristoforov.64gg. Ahrensburg. Poeta, filologo e linguista russo.

Vjazemsky Peter Andreevich • 78gg. Mosca, impero russo. Poeta, critico letterario.

Gagen-Thorn Nina Ivanovna • 86gg. San Pietroburgo. Etnografo russo, storico, poeta e scrittore di memorie.

Gerasimov Mikhail Prokof'evich • 39gg. La regione di Buguruslan Orenburg. Poeta russo

Gertsyk Adelaide Kazimirovna • 25gg. Alexandrov provincia di Mosca. Poetessa russa, scrittrice di prosa, traduttrice.

Gilyarovsky Vladimir Alekseevich • 35gg. Provincia di Vologda, Impero russo. Uno scrittore di romanzi, un giornalista, un poeta, un attore.

Hippius Zinaida Nikolaevna • 45gg. Belev, labbra Tula. Poesia, prosa, memorie, critica letteraria.

Glinka Fedor Nikolaevich • 80gg. Villaggio Sutoki provincia di Smolensk. Poeta, scrittore di prosa, critico, pubblicista.

Gogol Nikolai Vasilievich • 52gg. Piccola città di Sorochintsy, provincia di Poltava, Impero russo.

Goncharov Ivan Alexandrovich • 91gg. Simbirsk, impero russo. Scrittore, critico, pubblicista.

Maxim Gorky • 36gg. Nizhny Novgorod, l'impero russo. Vero nome Alexey Maksimovich Peshkov.

Grebenka Evgeny Pavlovich • 48gg. Farm asylum, Pirita County, Poltava Province, Impero russo. Lo scrittore, il poeta.

Griboyedov Alexander Sergeevich • 29gg. Mosca, impero russo. Drammaturgo, poeta, orientalista, diplomatico, pianista, compositore.

Grigoriev Apollon Aleksandrovich • 64gg. Mosca. Poeta, critico letterario e teatrale, traduttore.

Green Alexander Stepanovich • 32gg. Slobodskoy, Provincia di Vyatka, Impero russo. Scrittore russo, scrittore di prosa.

Gruvman Mikhail Iosifovich • 88gg. Nemyriv, regione Vinnitsa. Poeta russo ed ebreo

Guber Boris Andreevich • 37gg. a. Kamenka, Provincia di Kiev, Impero russo. Scrittore di prosa, poeta, critico.

Gumilyov Nikolay Stepanovich • 21gg. Kronstadt, Impero russo. Poeta russo, esploratore dell'Africa.

Delvig Anton Antonovich • 31gg. Mosca. Poeta, scrittore, editore.

Derzhavin Gavriil Romanovich • 16gg. Provincia di Kazan, impero russo. Il poeta dell'Illuminismo, il rappresentante del classicismo.

Dostoevskij Fedor Mikhailovich • 81gg. Mosca, impero russo. Scrittore, pensatore, romanziere, filosofo.

Durov Sergey Fedorovich • 69gg. Provincia di Oryol. Poeta, romanziere, traduttore.

Yesenin Sergey Aleksandrovich • 25gg. Villaggio di Konstantinovo, Kuzminskaya volost, provincia di Ryazan, Impero russo. Il poeta

Zhemchuzhnikov Alexey Mikhailovich • 08gg. Pochep, distretto di Mglinsky, provincia di Chernigov. Poeta lirico, satirico, umorista.

Zhukovsky, Vasily Andreyevich • 52gg. Missione, provincia di Tula, Impero russo. Elegie, romanzi, canzoni, messaggi amichevoli, ballate.

Zamyatin Evgeny Ivanovich • 37gg. Lebedyan. Scrittore russo

Ivanov Georgiy Vladimirovich • 58gg. Estate Puki Syadsky parrocchia Telševskogo uyezd Kovno provincia. Il poeta

Izmailov Alexander Efimovich • anni. Fabulista e romanziere all'inizio del XIX secolo.

Cantemir Antiochia • 1708-1744. g.Konstantinopol. Poeta russo, traduttore

Kapnist Vasily Vasilyevich • 23gg. Grande Obukhovka, contea di Mirgorod, provincia di Poltava. Poeta, drammaturgo

Karamzin Nikolai Mikhailovich • 26gg. Znamenskoye, provincia di Kazan, Impero russo. Scrittore, poeta e consigliere di stato.

Kataev Ivan Ivanovich • 37gg. Provincia di Vyatka Scrittore sovietico russo.

Dmitry Kedrin • 45gg. Miniera di Berestovo-Bogodukhovsky (Donbass). Il poeta

Klychkov Sergey Antonovich • 37gg. Dubrovki, provincia di Tver. Poeta, romanziere e traduttore.

Klyuev Nikolay Alekseevich • 37gg. Regione di Kostugi Vologda. Il poeta

Knyazhnin Yakov Borisovich • 91gg. Pskov. Scrittore-educatore, drammaturgo, poeta, traduttore.

Kozlov Ivan Andreevich • 57gg. a. Sandyri, distretto di Kolomna, provincia di Mosca. Scrittore e leader del partito.

Koltsov Alexey Vasilievich • 42gg. Voronezh, impero russo. Poeta, commerciante.

Krylov Ivan Andreevich • 44gg. Mosca, impero russo. Poeta, fabulista.

Kuzmin, Mikhail Alekseevich • 36gg. Yaroslavl, Impero russo. Poeta, traduttore, scrittore di prosa, compositore.

Kuprin Alexander Ivanovich • 38gg. Il villaggio di Narovchat, provincia di Penza. Scrittore russo

Kurochkin Vasily Stepanovich • 75gg. San Pietroburgo. Poeta satirico russo, pubblicista, personaggio pubblico.

Lermontov Mikhail Yurevich • 41gg. Mosca. Poeta, romanziere, artista.

Leskov Nikolay Semenovich • 95gg. il villaggio di Gorokhovo, provincia di Oryol. Uno scrittore di prosa, pubblicista, drammaturgo.

Livshits Benedict Konstantinovich • anni. Odessa. Poeta-futurista russo e traduttore.

Lomonosov Mikhail Vasilyevich • 65gg. Villaggio Mishaninsky, provincia di Arkhangelsk, regno russo. Poeta, enciclopedista, chimico e fisico.

Mandelstam Osip Emilievich • 38gg. Varsavia, Impero russo. Poeta, traduttore, critico letterario.

Mayakovsky Vladimir Vladimirovich • 30gg. Baghdadi, provincia di Kutaisi. Poeta, pubblicista, drammaturgo.

Merezhkovsky Dmitry Sergeevich • 41gg. San Pietroburgo. Scrittore, poeta, critico, traduttore, storico, filosofo religioso.

Myatlev Ivan Petrovich • 44gg. San Pietroburgo. Umorista poeta

Nekrasov Nikolai Alekseevich • 77gg. Nemyriv, contea di Vinnitsa, provincia di Podolsk. Poeta, pubblicista.

Nikitin Ivan Savvich • 61gg. Voronezh, impero russo. Poeta, commerciante.

Obolduev Georgiy Nikolaevich • 54gg. Mosca. Poeta russo, traduttore

Ogarev Nikolay Platonovich • 77gg. Pietroburgo, Impero russo. Poeta, pubblicista, figura rivoluzionaria.

Odoevsky Alexander Ivanovich • 39gg. San Pietroburgo. Poeta russo, decabrista.

Oleynikov Nikolai Makarovich • 37gg. Stanitsa Kamenskaya, il grande esercito Donskoy. Scrittore, poeta, sceneggiatore.

Pavlova Karolina Karlovna • 93gg. Yaroslavl, provincia di Yaroslavl. Poesia, traduttore.

Pilnyak Boris Andreevich • 38gg. Mozhaisk. Scrittore russo

Platonov Andrey Platonovich • 51gg. Voronezh. Scrittore, romanziere, drammaturgo.

Plescheev Alexey Nikolaevich • 93gg. Kostroma, Russia. Poeta, scrittore, pubblicista, traduttore, critico letterario e personaggio pubblico.

Pogorelsky Anthony • 36gg. Mosca. Scrittore russo Vero nome Alexey Alekseevich Perovsky.

Polezhaev Alexander Ivanovich • 38gg. Villaggio Pokryshkino, provincia di Penza. Il poeta

Pomyalovsky Nikolay Gerasimovich • 63gg. San Pietroburgo. Scrittore, scrittore di prosa, autore di storie realistiche.

Pappagalli Vasily Vasilyevich • anni. Petersburg. Educatore russo, personaggio pubblico, poeta.

Canne Kozma • 63gg. Solvychegodsk. I fratelli Alexei, Vladimir e Alexander Zhemchuzhnikovy.

Pushkin Alexander Sergeevich • 37gg. Mosca. Poeta, romanziere, drammaturgo.

Radischev Alexander Nikolaevich • 02gg. Mosca. Scrittore, filosofo, poeta russo.

Raevsky Vladimir Fedoseevich • 72gg. Village Khvorostyanka Starooskolsky County Kursk province. Poeta, pubblicista, decabrista.

Roerich Nikolay Konstantinovich • 47gg. San Pietroburgo. Artista, scrittore, viaggiatore.

Ryleev Kondraty Fedorovich • 26gg. s.Batovo, nella provincia di San Pietroburgo. Poeta, personaggio pubblico, Decabrista.

Saltykov-Shchedrin Mikhail Evgrafovich • 89gg. Villaggio delle terme-Ugol, distretto di Kalyazinsky, provincia di Tver. Scrittore, romanziere

Northerner Igor • 41gg. San Pietroburgo. Poeta russo dell'età dell'argento.

Serafimovich Alexander • 49gg. Stanitsa Nizhnekurmoyarskaya, Regione dei Cosacchi del Don. Scrittore sovietico russo.

Sluchevsky Konstantin Konstantinovich • 04gg. San Pietroburgo. Poeta, romanziere, drammaturgo, traduttore.

Vladimir Sergeevich Solov'ev • 00gg. Mosca. Filosofo russo, teologo, poeta, pubblicista, critico letterario.

Sologub Fedor Kuzmich • 27gg. San Pietroburgo. Poeta, scrittore, drammaturgo, pubblicista russo.

Sumarokov Alexander Petrovich • 77. Mosca. Poeta, scrittore e drammaturgo russo.

Tolstoy Alexey Konstantinovich • 75gg. San Pietroburgo. Scrittore, poeta, drammaturgo russo.

Leo Nikolayevich Tolstoy • 10gg. Yasnaya Polyana, provincia di Tula. Scrittore di prosa, pubblicista, filosofo.

Trediakovsky Vasily Kirillovich • 69gg. Astrakhan. Famoso scienziato e poeta russo.

Turgenev Ivan Sergeevich • 83gg. Orel, impero russo. Scrittore, poeta, drammaturgo.

Tynyanov Yury Nikolaevich • 43gg. Mosca. Scrittore, poeta, traduttore, critico letterario, critico.

Tyutchev Fedor Ivanovich • 73gg. Ovstug, contea di Bryansk, provincia di Oryol. Poeta russo, diplomatico, pubblicista conservatore.

Fet Afanasy Afanasyevich • 92gg. Maniero Novoselki, contea di Mtsensk, provincia di Oryol. Poeta lirico

Fedorov Vasily Dmitrievich • anni Kemerovo. Poeta sovietico, scrittore di prosa, saggista.

Fonvizin Denis Ivanovich • 92gg. Mosca. Scrittore russo dell'era Caterina.

Frenkel Ilya Lvovich • 94gg. Kurgan. Poeta sovietico, giornalista, autore delle parole di molte canzoni sovietiche.

Kharms Daniil Ivanovich • 42gg. San Pietroburgo. Scrittore e poeta russo.

Khvostov Dmitry Ivanovich • 35gg. Petersburg. Poeta russo, rappresentante del classicismo.

Chemnitzer Ivan Ivanovich • 84gg. Fortezza Enotaevskaya, provincia di Astrakhan. Poeta e traduttore russo, favolista.

Khlebnikov Velimir • 22gg. Maloderbetovsky ulus, provincia di Astrakhan. Poeta e scrittore russo dell'età dell'argento.

Alexey Khomyakov • 1804-1860. Mosca. Filosofo, poeta, drammaturgo, pubblicista russo.

Marina Cvetaeva • 41gg. Mosca. Poeta, romanziere, traduttore.

Sasha nero • 32gg. Odessa. Poeta russo dell'età dell'argento, prosa. Vero nome Alexander Mikhailovich Glikberg.

Cherubina de Gabriak • 28gg. Petersburg. Poetessa russa, drammaturga, traduttrice.

Cechov Anton Pavlovich • 04gg. Taganrog, provincia di Yekaterinoslav. Dottore, scrittore, drammaturgo.

Chulkov Georgy Ivanovich • 39gg. Mosca. Poeta russo, scrittore di prosa, critico letterario.

Churilin Tikhon Vasilievich • 46gg. La provincia di Lebedyan Tambov. Poeta russo, traduttore

Shershenevich Vadim Gabrielevich • 42gg. Kazan. Poeta, traduttore, uno dei fondatori e principali teorici dell'immaginario.

Shileiko Vladimir Kazimirovich • 30gg. Peterhof. Orientalista russo, poeta e traduttore.

Shishkov Vyacheslav Yakovlevich • 45gg. Bezhetsk, provincia di Tver. Scrittore sovietico russo.

Shmelev Ivan Sergeevich • 50gg. Mosca. Scrittore russo, pubblicista, pensatore ortodosso.

Yakubovich Lukyan Andreevich • 39gg. Provincia di Kaluga. Poeta russo

Yakubovich Peter Filippovich • 11gg. Il villaggio di Isaevo, distretto di Valdai, provincia di Novgorod. Poeta popolare rivoluzionario, scrittore, traduttore.

Yashin Alexander Yakovlevich • 98gg. D. Bludnovo, regione di Vologda. Poeta russo e scrittore di prosa.

"Come la luna da solo attraverso i ghiacci della finestra."

Marina Cvetaeva in una bozza di taccuino del 1939

attraverso i ghiacci della finestra1

Marina Cvetaeva in una bozza di taccuino del 1939

Il libro di esercizi, di cui si discuterà, si aprirà il 12 novembre 1938 con il testo bianco del primo poema dei poemi sul ciclo della Repubblica Ceca e terminerà con una registrazione del 31 ottobre 1940: una bozza delle traduzioni delle poesie "La ballata della capanna", "La ballata dell'operaio" e altre poesie del poeta ceco Ondra Lysogorsky. Notando questo leitmotiv ceco, la Cvetaeva scrive il 31 novembre 1940: "Non è strano? <...> Supponiamo che i versetti non siano importanti... ma comunque "2, percependo la coincidenza con il segno di affinità con la Repubblica Ceca, un simbolo del fatto che tutto nel manoscritto non è accidentale e soggetto alle più alte leggi.

1939 La Cvetaeva, il poeta, si apre con emendamenti ai versi del 1916-1918 (le sue annotazioni nel progetto numero 32 si riferiscono all'inizio del 1939) 3. È importante che lei volesse riferirsi alle sue poesie precedenti. Forse nel montaggio di poesie del 1916-1918 trovò sostegno morale. Gli anni 1916-1918 furono il periodo d'oro del suo talento, il potere del dono poetico. Va detto che le bozze delle poesie del 1916-1918 non sopravvissero. I primi materiali di lavoro sopravvissuti sono le bozze delle poesie del 1919.

Ecco frammenti di un quaderno che illustrano come la Cvetaeva lavorò al poema il 23 agosto 1917, "No, ancora fame d'amore..." Questi versi, scritti tra le due rivoluzioni, contrastano nettamente con il mondo poetico della Cvetaeva nel 1939: non c'è più gioventù, ma il mondo terribile, il mondo - scongiurare il poeta - trionfa. Durante la "vecchiaia" evangelica, Pasternak ammise che gli sarebbe piaciuto scrivere "otto righe sulle proprietà della passione". 4. La Cvetaeva, nel suo poema a otto righe, crea un ritratto di una giovane creatura che la Passione guarda con lussuria. Il contesto biografico di queste poesie è una lettera a Voloshin, scritta il giorno dopo la registrazione del poema, il 24 agosto 1917, che esprime il sogno di lasciare Mosca: "Vado con i miei figli a Feodosia. A Mosca, fame e - presto - freddo, tutti sono persuasi ad andare. <...> Dopo 2 settimane sarò a Feodosia (VI, 61). Il 25 agosto (Voloshin) la Cvetaeva scrive: "Fai Serezha fare una vacanza e andare a Koktebel. <...> Sono molto stanco, sono arrivato al punto di scrivere cartoline. Mi sveglio con la nausea mentale, un giorno come una montagna. "1 Queste registrazioni contrastano con la trama di una miniatura a otto righe, scritta come se provenisse da un altro pianeta:

No! Un'altra fame d'amore

Non ha diffuso queste labbra.

È tenero - perché è giovane,

Gentile - perché è vuoto.

Ma ahimè! Su questi bambini

Bocca - petali di Shiraza! -

Tutto il cannibalismo umano

Affina le zanne brutali.

23 agosto 1917. (SS, I, 369)

Shiraz è una città persiana, famosa per le sue rose. L'immagine di Shiraz avrebbe potuto essere conosciuta alla Cvetaeva da V. Ya. Il poema di Bryusov "To the Armenians" (23 gennaio 1916. Tiflis), in cui il poeta lodava lo spirito armeno, che assorbiva l'influenza di varie culture: "E i colori delle teneri rose di Shiraz, / E lo splendore del fuoco omerico ". La poesia di Bryusov faceva parte della collezione "I sette colori dell'arcobaleno", pubblicata nel 1916. Nello stesso anno, la Cvetaeva scrisse il suo libro futuro "Versts", che nel 1919 fu criticato da Bryusov. La menzione della "shirazah" della creatività nelle bozze della Cvetaeva non è altro che la tristezza del suo "morire" creativo, delle rose del suo dono. Il poema "Per gli armeni" Boysov concluse con il pensiero del risveglio della cultura armena: "Di nuovo la tua lira vivente, / Sopra le pietre fatiscenti, / Due alieni, due due mondi ostili / Nella melodia il più alto unirà!".

La Cvetaeva non sperava in un rinnovamento creativo, e nella sua poesia la combinazione di due mondi ostili: il mondo del suo passato e il presente sovietico - era assolutamente impossibile. Ma, ovviamente, per la stessa Cvetaeva nel 1939, era importante come lei, nella sua giovinezza, fosse in grado di elevarsi al di sopra della vita reale, staccarsi da essa e scrivere. È curioso rintracciare il processo di ricerca della parola necessaria nel quaderno del 1939. Immagini espressive di passione creano la Cvetaeva:

Passione, cannibale secco,

Passione, un goloso affamato,

Passione, zhildroka secco,

Passione, tratto gastrointestinale secco,

Passione, lupo affamato,

Tutto il cannibalismo umano

Tutto il cannibalismo terrestre

[Affilatura delle zanne atroci].

Opzione annotata dal poeta: "Tutto il cannibalismo umano / Suggerimenti le zanne brutali". Immagini iniziali: un frutto / colore raro, dono di Dio, risate gentili, paradiso silenzioso, bocca scarlatta, bocca veloce, risata dei bambini5 - è sostituita dall'opzione contrassegnata da una croce ed evidenziata in rosso come l'innocenza più incarnata con successo - bocca dei bambini:

Ma ahimè! su questo ragazzo

Bocca - petali di Shiraza! -

Tutto il cannibalismo umano

Affina le zanne brutali.

La Cvetaeva ritorna all'inizio del 1939 a un poema sulla sua solitudine - "Ho conosciuto il nuovo anno da solo..." - (31 dicembre 1917), specialmente vicino a lei ora, ventidue anni dopo, quando era di nuovo sola:

L'anno nuovo ne ho incontrato uno.

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

Da qualche parte c'erano molti, molti compressi

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

E c'era uno - uno!

Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

31 dicembre 1917. SS, I, 382

Invece di "Come la luna è sola nell'occhio della finestra" nel 1939, il versetto è scritto: "Come la luna è sola attraverso il ghiaccio della finestra" 6, che riflette più vividamente la solitudine di Tsvetsky, la sua esistenza nelle gelide latitudini del Tempo, la sensazione di vicinanza del "ghiaccio dei paesi ultraterreni". Dopo l'omicidio di I. Reiss e la fuga di suo marito, la Cvetaeva rimase in emigrazione da sola. Molti conoscenti l'hanno conosciuta, avendo iniziato "a prendersi cura della pulizia delle loro vesti" "(VII, 650). Alla fine di aprile del 1939, la seguente annotazione sul taccuino è datata: "- Dopo una serie di malumore (amichevole) umano - una conclusione (per tutta la mia vita):

- Familiare - una persona che va per comodità.

Amico - un uomo disposto a mettersi nei guai. Esecuzione. (La fine di aprile 1939. Parigi - e dappertutto. 1939 - e sempre.) "7 Nel 1939, prima di partire, la Cvetaeva ebbe l'opportunità di verificare la lealtà di alcuni e l'indifferenza delle altre sue conoscenze. "... e il destino a parte ea parte - passi..." (NSI, 380), - scrisse la Cvetaeva sulla sua solitudine alla fine di dicembre del 1938 da Parigi al marito in Bolshevo, andando incontro al nuovo, 1939, l'ultimo in Francia, al cinema, perché che non c'è da nessuna parte e nessuno, dal desiderio. Amava il cinema francese per l'umanità e la considerava la migliore del mondo. In una serie di dichiarazioni del poeta negli ultimi anni della sua vita, incontreremo una menzione del tema del freddo proprio in connessione con l'immagine della "finestra fredda". La mancanza di una casa, una casa, una tragica separazione della famiglia fanno rivivere la Cvetaeva degli eventi del passato, collegano il passato al presente. Poi tutto finì nella sua vittoria. Come sarà ora, nella nuova fase della vita? Il ritorno nel 1939 a un poema come "Lead Village Noon..." (luglio 1918), consacrato nell'immagine di Giovanna d'Arco, è pieno di significato simbolico. Il disco, realizzato il 3 febbraio 1939, sottolinea quanto fosse importante per la Cvetaeva nel 1939 il tema dell'intervento dei poteri superiori: "... non sono un mistico, cioè, non cerco nulla, me ne accorgo e succede a me ( e nel mondo), in modo costante, sono solo stupito dalla cecità degli altri ". 8 Sembrava anticipare in anticipo che i suoi eventi fatali erano in attesa, quelli che potevano essere cercati spiegazioni solo attraverso l'intervento del Destino.

Mentre lavorava su "Poesie nella Repubblica Ceca", scrive la Cvetaeva su un taccuino - probabilmente su Hitler: "Vorrei avere 100 teste - decapitarlo cento volte -" 9. Accanto all'undicesimo poema della serie "Poesie alla Repubblica Ceca" "Non morirai, gente...", scritta mentalmente, per la strada, il 21 maggio 1939, scrive la Cvetaeva, insoddisfatta del finale del ciclo "Thrive, persone - / Solido come un tablet, / Caldo come un granato, / Puro come il cristallo ":

"NB! Impossibile - prosperare (persone - E.A.), quando solo minerali

Le registrazioni di poesie nella Repubblica Ceca sono intervallate da registrazioni in prosa riguardanti l'occupazione. L'8 aprile la Cvetaeva fa un ingresso in un quaderno sull'occupazione dell'Albania da parte dell'esercito italiano, poi scrive di nuovo "Poesie nella Repubblica Ceca", quindi registra il suo sogno sulla fine della vita, sul volo per il mondo successivo, dopo aver sognato la notte del 23 aprile, 24 aprile 1939.

Oltre al ciclo "Poesie per la Repubblica Ceca", la Cvetaeva inizia, ma non completa due poesie: "L'ermellino in due colori..." (22 marzo 1939) e "Ciò che brillava..." (22 marzo 1939). Anche in prima linea si può concludere che questi versetti sono collegati a pensieri sul passato poetico e sul presente. Il primo, a quanto pare, ha una fonte intertestuale del poema "Reading Hamlet" di A. Akhmatova dalla raccolta "Evening": "I princes lo dicono sempre sempre, / Ma mi sono ricordato di questo discorso, / Lascia che scorrono cento secoli di seguito / Il manto delle ermine dalle sue spalle". Qui nel quaderno è scritto il poema incompiuto del 1938 "Down the visor..." (22 marzo 1938) - sul futuro poetico, in cui la Cvetaeva si relaziona con il Cavaliere di Praga della Moldava 11. Ricorda come era la sua giovane creatività, sperando in una nuova pagina creativa. A giudicare dalle opzioni di linea del taccuino, la Cvetaeva, chiamando i tesori poetici della sua giovinezza, è amaramente consapevole del cambiamento della voce poetica: "Quei diamanti, coralli, / Shirazy - dove?" Una variante contrassegnata da una croce ha avuto successo. E ancora: "Quei diamanti, coralli, / Aurora - dove? / Ho già pochi / sorrisi - a me stesso... 12 - un'opzione in cui la Cvetaeva ricorda la sua commedia "L'angelo di pietra" e il suo personaggio principale Aurora). Nell'edizione finale:

Con tutto - nella lotta,

Ho già un po '

Ciao, verde nuovo

Ho ancora molto

22 marzo 1938 (BP90, 661)

E. B. Korkina ha giustamente notato il possibile interscambio con il "Rumore verde" di Nekrasov, riferendosi apparentemente al tema del rinnovamento della vita e della "nuova canzone" che canta la natura, e, forse, alla conclusione filosofica di "Rumore verde":

Ama finchè ami

Sii paziente, finché aspetti,

Arrivederci mentre arrivederci

E - Dio ti giudicherà13.

Sentiamo nei primi due versi del poema "Abbassare la visiera..." il ricordo di Lermontov (immagine di un cavaliere), e il "fumo verde" si riferisce al poema di Puskin "Ho visitato di nuovo..." scritto da Pushkin due anni prima della sua morte, perché nel poema la Cvetaeva legge chiaramente l'idea di nuove fonti di creatività che la Cvetaeva non vede più in se stessa, ma attorno a lei. "Ciao, la tribù dei giovani, i non familiari", sembrava dire, riferendosi alla generazione più giovane dei suoi lettori, ai destinatari delle sue poesie e fonti di creatività.

Il 1 ° giugno 1939, una breve dedica alla Francia è registrata: "Non ho Francia...", dove confronta il suo ritorno forzato in URSS con la partenza di Mary Stuart, con la sua ultima via 14, e "- Come souvenir - 2 giugno 1939" - poesia G. Adamovich "C'era una casa come una grotta. Oh, fammi ricordare... ", percepito dal proprio:" (Versetti stranieri, ma dal motivo per cui potrei essere mio. MC) "(NSI, 388). Un tratto caratteristico dell'opera creativa della Cvetaeva durante gli ultimi anni della sua vita è l'appello alle poesie dei poeti affini come un'ancora di salvezza durante il periodo in cui non c'è altro modo di esprimersi. Poesie aliene - un mezzo per superare il silenzio creativo.

... e poiché non avevo abbastanza carta,

Scrivo sulla tua bozza, -

Akhmatova scrisse il 27 dicembre 1940, in occasione dell'anniversario della morte di Osip Mandelstam e incluse queste righe in "Un poema senza un eroe". La Cvetaeva non sapeva che Mandelstam morì nell'ospedale del campo il 27 dicembre 1938. Non conosceva nemmeno questi versi di Akhmatova. Nel 1939, Marina Ivanovna registrò un tale dialogo con suo figlio George:

"I: Moore, sono terribilmente felice che avrai sempre una risorsa: disegnare.

Moore: se solo la carta fosse!

(NB: sono nella mia infanzia Sì, sembra, e ora) "15.

Suona chiaramente la nostalgia per la creatività. Se solo la carta fosse, non toglievo l'opportunità di scrivere! La registrazione è stata fatta alla fine dei lavori sul ciclo "Poesie alla Repubblica Ceca", alla fine di maggio del 1939. C'era ancora carta, ma era già impossibile scrivere. 11 giugno - l'ultima domenica della Cvetaeva all'estero (VII, 656). E poi - la strada per l'URSS, la strada per la gloria futura della poesia e per il non-essere umano.

Leggendo le pagine del taccuino del poeta del 1939, possiamo concludere che la Cvetaeva cercò di trovare supporto nelle sue opere del primo periodo, nelle opere di altri poeti, fu sopraffatta dall'amore della indifesa Repubblica Ceca, si addolorò per la Francia tenera e generosa, rendendosi conto che per lei "navigare "In Unione Sovietica stava diventando un passo verso la morte. Il suo "paese delle poesie" (V. Nabokov) rimase solo nella regione del passato. 21 luglio - 19 agosto 1939, già in Unione Sovietica, la Cvetaeva tradusse in francese diverse poesie di Lermontov per ordine della rivista: "Sogno" ("Nel caldo di mezzogiorno..."), "Canto di ninna nanna", "Esco da solo sulla strada...", "È noioso e triste...", "L'amore dell'uomo morto", "Addio, Russia non lavata...", "Epigramma", "Patria", "Predizione", "Ancora, tradizioni popolari...", "No, non sono Byron...", "La morte del poeta" 16. A. Saakyants ha notato che la Cvetaeva ha messo le date sotto le traduzioni, come se fosse sotto le sue stesse cose originali, come faceva sempre. La Cvetaeva ritorna alle traduzioni di Lermontov nel maggio 1941, nell'anno del centenario della morte del poeta e tre mesi prima della sua morte. Nel quaderno del 1941, un tale disco trasmette una mancanza di riconoscimento nel campo del lavoro di traduzione: "(NB: perché comprendo Lermontov peggio delle persone a caso, io (48 anni) scrivo poesia per un totale di 42 anni, quasi mezzo secolo da 6 anni?)

Ma - come diceva Marichal Foch1, morendo: └Allons-y " 17.

Per quanto riguarda Rilke, alla fine della sua vita scrisse un libro francese ("Vergers" 18, per la Cvetaeva, il passaggio al francese fu un tentativo di sopravvivenza e "la sete dell'angelico, solenne" (un'espressione della lettera di B. Pasternak del 1 ° gennaio 1927, 19 un tentativo di rimanere nelle traduzioni francesi te stesso, sii fedele al tuo genio.

1 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 7ob.-19.

2 Dal poema "Voglio camminare in tutto..."

3 Marina Cvetaeva. Inedito. Famiglia: storia in lettere. M: ELLIS LAK, 1999. Comp., Comm. E. B. Korkina, p. 249. Inoltre, nel testo, tra parentesi - l'INS.

4 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 10. Pubblicato per la prima volta.

5 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 12. Pubblicato per la prima volta.

6 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 46 circa. Pubblicato per la prima volta.

7 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 14 circa.

8 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 60. Pubblicato per la prima volta.

10 ottobre 1938 La Cvetaeva scrive al suo amico ceco A.A. Teskova il suo sogno di ottenere l'immagine di un cavaliere (Marina Cvetaeva, lettere ad Anna Teskova) Memorial House Museum di Marina Cvetaeva a Bolshevo, MUK, 2008, 297 Il 28 febbraio 1939, la Cvetaeva ringrazia A. A. Teskov per aver inviato la sua biografia di Knight Brunswick (ibid., P. 320). In precedenza, la Cvetaeva presentava l'incisione con l'immagine del cavaliere di Praga al poeta N. P. Gronsky con la scritta: "Prague Knight. G. - M. Ts. Pontayak, 1 settembre 1928 "(Ibid., P. 464).

11 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 23. Pubblicato per la prima volta.

12 N. Nekrasov. Preferiti. Poesie. M.; L., 1948, p. 87.

13 "I do not have France..." (1 giugno 1939) in un volume "Poet's Library" (BP90; M., 1990) pubblicato senza un'epigrafe e il nome nel sommario di pulizia in Т-32. Pubblicato per la prima volta nel testo delle memorie di Z. Shakhovskoy // New Journal. New York 1967. N. 87. Nel poema in sette volumi (SS) viene dato il titolo "Douce France" (Tender France) con la data 5 giugno 1939 (SS T. 2. S. 363) con l'epigrafe in francese con tripla "Adieu, France! (Arrivederci, Francia! - Fr.) E firmato: "Marie Stuart".

14 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 32. L. 60. Pubblicato per la prima volta.

15 M. Cvetaeva. Poeta e tempo. M., 1992. P. 146. Il progetto (RGALI. F. 1190. Op. 1. Unità. Hr. 16 (il taccuino è stato avviato in Bolshevo) e quello bianco (RGALI. F. 1334. Op. 1. Unità. Khr. 995) autografi di traduzioni Secondo A. Sahakyants, la Cvetaeva tradusse diverse poesie senza un ordine, proprio così, "per me e Lermontov": "Esco da solo sulla strada...", "L'amore dell'uomo morto", "Addio, Russia non lavata..." "È noioso e triste...", "Alla morte di Puskin" / Saakiants A. Marina Cvetaeva Vita e lavoro M., 1997. P. 685.

16 Foch F. (1851-1929) - Maresciallo di Francia, maresciallo britannico, maresciallo di Polonia, autore di opere sull'arte militare e memorie.

17 RGALI. F. 1190. Op. 3. Unità hr. 38. L. 10 circa. (Allons-y. - Andiamo per la causa (francese).

18 Per inciso, notiamo che il titolo stesso del libro Rilke ("Orchards") molto probabilmente influenzò la creazione del Garden fiorito (1934). L'idea del "Giardino" si riferisce in realtà al 1928. Non è un caso che il 12 giugno 1939, in una lettera ad A. A. Teskova, la Cvetaeva sul treno scriva della stazione di Rouen, dove "una volta la gratitudine umana bruciava Giovanna d'Arco": "Una stazione enorme con gli occhiali verdi: un terribile giardino verde - e che non cresce in esso! "(ITC, 325).

19 Marina Cvetaeva. Boris Pasternak. Le anime stanno iniziando a vedere. Lettere del 1922-1936. Ed. Prep. E. B. Korkina e I. D. Shevelenko. M.: Vagrius, 2004.

Anno nuovo, ho incontrato un'analisi

L'anno nuovo ne ho incontrato uno.

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

Da qualche parte c'erano molti, molti compressi

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

E c'era uno - uno!

Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

Pubblicato da - Dicembre 2013

Citazioni correlate

404382

Ecco il serpente, con passione aggraziata

Cominciamo a strisciare verso di noi.

Lasciala pungere dalla felicità

Lascia andare l'amore!

E come il rettile cambia pelle,

Buttare via la tristezza, risate,

Nella nostra vita non ci sono passanti -

Abbastanza gioia per niente.

E siamo sempre felici di dare il benvenuto

Serpentarium sul petto...

Buon anno! Happy New Gad!

Stiamo aspettando... Snake è in arrivo.)

Pubblicato dall'autore il 25 dicembre 2012

843760

E lì - nel cielo anche la vanità

E l'angelo mangia i mandarini...

Ci sono nuvole nei fiocchi di neve - bellezza.

E gennaio dicembre respira nella parte posteriore.

E nel nuovo anno al tavolo delle vacanze

Ci augurano sempre salute.

Sono felici per noi che viviamo.

Si ricordano spesso di noi...

Che bussano alla finestra

Quella porta squittisce a casa per abitudine.

Certo, non vogliono spaventarci

Ma le nostre anime hanno le loro chiavi principali...

Vedono quanto è triste di notte,

Spazzolare una lacrima, sepolto in una coperta...

... mostra tutto il testo...

Postato dall'autore l'11 dicembre 2015

847493

Il capodanno è tranquillo, Dio, chiedi

Il capodanno è tranquillo, Dio, chiedi

Che ha dato felicità e salute.

Capodanno - perdona tutti gli insulti;

Il fatto che l'ancora del villaggio di dolore...

Nella notte di Capodanno, abbracci famiglia,

Per anno il loro calore si è riscaldato.

Le porte sono aperte agli amici, si apre rapidamente

Analisi del poema Nekrasov Capodanno

Analisi della poesia di Nekrasov "Last minute letters"

Analisi della poesia di Nekrasov "Last minute letters"

La vita personale di Nikolai Nekrasov fu piuttosto tragica. Come scrittore alle prime armi, si innamorò di Avdotya Panayev, la moglie di uno scrittore abbastanza noto. Questo romanzo è durato quasi 16 anni. Inoltre, entrambi i coniugi e Nekrasov vivevano sotto lo stesso tetto. Nell'amato nel 1849, nacque anche un figlio, che visse solo in breve tempo. Si ritiene che sia stata proprio la morte del bambino a servire come l'inizio della rottura della relazione tra Panayev e Nekrasov.

Fu durante questo periodo difficile della vita che il poeta scrisse un poema "Lettere bruciate", datato presumibilmente nel 1856. In lui, sembra tracciare una linea sotto il rapporto con la sua amata donna, anche se ammette che è molto difficile per lui prendere questa decisione. Dal contesto del lavoro è chiaro che Panaeva stessa brucia le lettere d'amore, poiché non le attribuisce molta importanza. Questo è allarmante Nekrasov, che pone la domanda: "L'amore che ha dettato il loro cuore determina con loro?"

Nekrasov sente intuitivamente che le relazioni di due persone amorevoli sono bloccate. Ma finora è solo mentalmente dire addio al suo prescelto, guardando le lettere morenti e chiedendosi quanto sincere fossero le confessioni che contengono. "La vita non ha ancora definito una menzogna, la vita non ha ancora dimostrato la loro verità", nota il poeta, anche se sospetta che questo gesto simbolico e spericolato dell'amato sia irto della minaccia dell'amore stesso, che ha già dato una crepa tangibile. Inconsciamente, Nekrasov è già pronto a separarsi da Panaeva, ma non sono ancora state dette quelle ultime parole che separeranno per sempre le persone che una volta erano vicine l'una all'altra. Sente che non ha più bisogno di questa donna, che da tempo ha perso interesse per lui. È per questo motivo che nascono le linee: "Ma quella mano con cattiveria li ha bruciati, che li ha scritti con amore!".

La cosa peggiore per un poeta non è quella prova di amore che gli era così cara morto nel fuoco. Molto più Nekrasov spaventa il fatto che la persona amata non ha risposto alle sue preghiere e ha distrutto le lettere. Rivolgendosi a lei, l'autore osserva: "Ma tu salirai le scale ripide e brucerai arditamente i passi che hai superato!". Così, il poeta identifica le lettere con una vita insieme, sulla quale il suo prescelto è pronto a mettere una croce. Ed è costretto a concordare con una tale decisione, dal momento che capisce che è impossibile restituire i sentimenti persi. Il poeta non è ancora pienamente consapevole del fatto che questo romanzo confuso e molto bello finisce. Tuttavia, sente intuitivamente che la relazione si rompe, e quindi conclude il suo poema con la frase: "Un passo pazzo!... forse fatale". Non si riferisce solo al desiderio momentaneo della sua amata di bruciare le lettere, ma anche alle sue azioni successive, che sono destinate a distruggere l'illusione della felicità e a ferire profondamente Nekrasov.

Lavora su argomenti:

  1. Analisi del poema di Nekrasov "Amici Non dobbiamo mai dimenticare che ogni successo delle nostre conoscenze pone più problemi di quanti ne risolva, e che in questo campo.
  2. Analisi del poema di Nekrasov "I seminatori" Nel poema "I seminatori" Nekrasov esorta i giovani a seminare "ragionevole, buono, eterno", poiché i semi della ragione, l'illuminazione sicuramente darà origine ai germogli per i quali.
  3. Analisi della poesia di Nekrasov "Per lungo tempo - respinta da te" Nikolai Nekrasov non è mai stato un testo d'amore sofisticato, sebbene avesse molte ragioni per scrivere tali poesie. Tuttavia, il poeta.
  4. Analisi del poema di Nekrasov "Io e te siamo stupidi" La vita personale di Nekrasov ha condannato molti dei suoi amici. Il fatto è che lo scrittore alle prime armi non solo si innamorò di.
  5. Analisi del poema di Nekrasov "Alla morte di Shevchenko" Guardando attraverso la memoria dei poeti russi, invariabilmente si ricorda il grande N. A. Nekrasov, le sue poesie, poesie, che sono profondamente imbevute di amore per il russo.
  6. Analisi del poema di Nekrasov "Il ritorno" Nel maggio 1864 Nekrasov andò all'estero, il suo viaggio durò circa tre mesi e visse la maggior parte del tempo.
  7. Analisi del poema di Nekrasov "Before the Rain" Nikolai Nekrasov ha parlato piuttosto sdegnosamente dei testi di paesaggio, considerando che questi versi sono il sacco di nature romantiche deboli che sono in grado di coprire.

Stai leggendo il saggio Analisi del poema di Nekrasov "Last Minute Letters"

Capodanno (Nikolay Nekrasov)

Che anno nuovo, poi pensieri nuovi,

Desideri e speranze

La mente credulona è piena

E il saggio e l'ignorante.

Solo chi è nascosto nel sottosuolo,

La speranza nel cuore non nasconde.

Per quanto tempo la gente ha esultato

Quando è nato l'ultimo anno

Con il suono delle ciotole e delle lire?

E di chi ha la fronte severa

Un raggio di speranza non fiorì?

Ma meno ha visto la tomba,

Inimicizia e povertà?

Ogni giorno c'era il killer

Non ha risparmiato nessuno

E non ha dato niente alla gente!

Con il suono delle stesse ciotole e lire,

Ospite impassibile entra nel mondo

E in quelli solo non c'è più speranza,

In chi il sangue si è congelato per sempre!

E bene. Con le coppe in mano

Possa l'ospite essere accolto

Lascia che il dolore sia gettato nella polvere

Lascia morire la rabbia -

E in cuori rinnovati

Possa la gioia all'infinito!

Siamo pressati dal tempo,

Siamo laboriosi

Caso onnipotente, la vita è fragile,

Viviamo per un minuto

E il fatto che la vita sia presa una volta

Incapace di portare via il rock da noi!

Fatelo bollire allegro rock

Li tradiamo con tutto il cuore.

E il tempo li taglierà?

Che bisogno! Di nuovo a sua volta

In noi, il loro nuovo anno risorgerà.

ANALISI DI BISOGNO DELLE POESIE DEL "NUOVO ANNO" DI NEKRASOV

Kuliginruslan / 28 gennaio, 42: 54 PM

2) il luogo del poema nell'opera del poeta,

8) l'umore prevalente e il suo cambiamento,

13) mezzi figurativi di allegoria,

17) ritmo e rima del metodo in rima.

* Non tutti gli articoli possono essere presenti nell'analisi, ma almeno il 60% dovrebbe essere. = (

Irinavasilenck / 10 marzo, 07: 21

fare un'analisi del poema.

Luglio a mezzogiornoCinema Igor Northernerin

L'elegante passeggino, nel fagiolo elettrico,

Fruscio elastico sulla sabbia della strada principale;

Nelle sue due donne vergini, in un'andatura veloce,

In Alo-in arrivo, le aspirazioni sono a un petalo.

E i pini, ideali di uguaglianza, correvano tutt'intorno,

Il cielo ha nuotato, il sole ha cantato, una brezza è caduta;

E sotto le ruote del motore la polvere stava fumando, saltando ghiaia,

L'uccello ha coinciso con il vento sulla strada senza strade.

Al recinto del monastero c'era un monaco minacciosamente inquietante,

Ascoltando nella fragilità del passeggino i suoni della "perdita morale"..

E con la paura, scrollando di dosso la sabbia risvegliata,

Maledetto con uno sguardo inoffensivo equipaggio giocoso.

Risate, fresche come il mare, risate, calde come un cratere,

Lava versata dal passeggino, che si raffredda nell'altezza delle sfere,

Shelestel fulmine veloce sotto il fairway delle ruote

E si ubriacò di vino di gioia incoraggiato dallo shoffer.

Cosa abbiamo scoperto da soli nella poesia di Nekrasov?

1 settembre 2009

N. A. Nekrasov aprì una nuova era nella poesia russa - era già chiaro ai suoi contemporanei. E prima di tutto è conosciuto: come poeta e cittadino, con tutta la forza del suo talento, parlando contro l'oppressione dell'uomo per uomo, contro la violenza e il male.

Ma si sa molto poco sul lavoro di Nekrasov-lyric. Si scopre che il poeta ha colpito in profondità e sentimenti potenti del poema. Questo è il nuovo mondo di Nekrasov per me - i suoi testi intimi. La maggior parte di queste poesie è stata scritta da Nekrasov dal 1347 al 1855. Queste sono poesie del cosiddetto "ciclo panaevic". Tutti sono dedicati a una donna - Avdotye Yakovlevna Panayeva, a cui Nekrasov era sinceramente legato.

Le poesie di questo ciclo sono una confessione di un cuore profondamente amorevole, questo è un dialogo ispirato con un amato. Ha tutto: una sensazione di risveglio, un affetto per l'essere amato: ma la cosa principale è l'unità dei sentimenti e dei pensieri del poeta e della sua amata.

Nekrasov ha qualcosa a cui mancano così tanti cuori amorevoli - un profondo rispetto per la dignità del suo prescelto, una disponibilità a difendere il suo onore e il suo amore. Forse è questo che rende il suo amore così brillante e armonioso.

Ma, sfortunatamente, la vita con inezie quotidiane, con tutte le sue pene e contraddizioni, invade questo mondo luminoso. L'armonia di due cuori è spezzata - e questo si riflette nei versi di Nekrasov:

... Io e te siamo stupidi:

Che minuto, poi il flash è pronto!

Torace agitato leggero,

Parola irragionevole, dura...

Anche queste quattro righe mostrano quanto il poeta abbia percepito la rottura con la sua amata.

E se nelle precedenti poesie Nekrasov spera ancora di preservare l'amore, negli ultimi versi di questo ciclo non si sente più la nota della speranza:

Anno difficile - ha rotto la mia malattia,

Il problema è colto, la felicità è cambiata, -

E né il nemico né l'amico mi risparmiano

E anche tu non mi hai risparmiato!

"Sono un amico, non il tuo distruttore. Ma tu non ascolti... ". Il desiderio e la disperazione sono ascoltati in queste parole. E non c'è nulla che possa aiutare una persona in questo problema...

Tuttavia, il tema della lealtà, dell'amore femminile, che è riuscito a superare ostacoli e distanze, il tema del coraggio umano continua ad essere ascoltato nel poema di N. A. Nekrasov "Donne russe" (1872). Questa è una storia sulle donne nobili russe che volontariamente hanno perso tutto: la loro posizione nel mondo, la posizione dei loro conoscenti, l'amore dei loro parenti, persino i loro figli, per seguire i loro mariti Decabristiani esiliati in Siberia, per essere il loro sostegno morale nei lavori forzati e collegamento. Si chiamavano "Decembrists" e sempre con un tocco di rispetto per la loro impresa...

Personale nei testi di Nekrasov è inseparabile dal pubblico. Forse questa è una conseguenza delle profonde esperienze spirituali del poeta, forse questo è il modo in cui le sue idee politiche sono state riflesse. Eppure, questo è precisamente ciò che rende la "poesia del cuore" di Nekrasov così irresistibilmente attraente. E, dopo aver letto almeno una delle sue opere liriche, vedi già davanti a te non il leader "esemplare" dei democratici russi, ma un uomo con tutte le sofferenze e le gioie insite solo nell'anima umana.

E in modo molto diverso percepì il famoso Nekrasov:

Vai al fuoco per l'onore della madrepatria,

Per le convinzioni, per l'amore...

E la tristezza scompare da qualche parte, ispirata dalla disperazione delle ultime poesie del poeta... E voglio credere in tutto il meglio, luminoso...

Il libro delle poesie. Contenuto - "Ho incontrato il nuovo anno da solo..."

Voti: 0

"Come una mano con la mano..."

Come una mano con la tua mano

Siamo rimasti sul ponte.

Junkerok mio mare

Basso, basso quella nebbia,

Abisso marino violento e malvagio.

Il tuo arrabbiato - capitano,

Veloce, veloce la tua nave.

Andrò a casa mia,

Sarò aiutato da un bicchiere mortale.

Jung, Jung, Jung my,

Jung, Marine Service Junker!

22 dicembre 1917

"Ho incontrato il nuovo anno da solo..."

L'anno nuovo ne ho incontrato uno.

Io, il ricco, ero povero,

Io, alato, ero dannato.

Da qualche parte c'erano molti, molti compressi

Mani - e un sacco di vino vecchio.

E alato era - dannato!

E c'era uno - uno!

Come la luna - una, nell'occhio della finestra.

31 dicembre 1917

"Cavalier de Grie! - Invano... "

Cavalier de Grie! - invano

Sogni della bellezza

Autocratico - di per sé non imperioso -

Voluttuoso con il suo Manon.

Una stringa di stile libero, languida

Lasciamo le tue stanze.

Più a lungo la sera non ricordiamo.

Invia: questa è la legge.

Veniamo da una notte di tormenta,

Non abbiamo bisogno di nulla da te,

Oltre alla cena - e perle,

Sì, forse anche - l'anima!

Dovere e onore, Cavalier, è una convenzione.

Possa Dio concederti un intero reggimento di amanti!

Mostrando prontezza con...

Amarti appassionatamente

31 dicembre 1917

1. "Dormono senza separare le mani..."

Dormono senza separare le mani,

Insieme sullo stesso letto.

Bevevano insieme, cantavano insieme.

Li ho avvolti in una coperta,

Li ho amati per sempre.

Ho le palpebre chiuse

Strane notizie da leggere:

Arcobaleno: doppia gloria,

Il bagliore: doppia morte.

Queste mani non esplorano.

Bruciamo all'inferno!

2. "Due angeli, due fratelli bianchi..."

Due angeli, due fratelli bianchi,

Sui cavalli di schiuma bianca!

L'armatura d'argento sta bruciando

In tutti i miei prossimi giorni.

E perché navighi -

Bacio avidamente la polvere.

Dove l'evanità sottile calmo,

Girovagando per i campi

Un mercante con un vassoio, un cieco con uno zaino...

- Fumo, fuoco e crepitio,

Sotto il vagabondo del cavallo - detriti

China-city e il Cremlino!

Due cavalieri! Due glorie bianche!

In un circolo di circhi folli

Ti ho riconosciuto. - Sei arricciato

L'Arcangelo urla nel tubo.

Tu - sopra lo Stato di Mosca

3. "Ingoio lacrime salate..."

Ingoio lacrime salate.

Romanzo non tagliato - stupido.

No veste, niente rosa,

Nessun labbro rosa,

Niente merletti, niente pane bianco,

Né il sole sopra il taglio dei tetti

Gli arcangeli si precipitarono nel cielo,

I fratelli sono partiti per Parigi!

"Il vento è un campanello, il vento è un mendicante..."

Il vento sta suonando, il vento è indigente

Puzza di rose dai cimiteri.

...... bambino, cavaliere, amico.

Pastore con un libro sacro, -

Più dissoluto orfano.

Solo tu, mio ​​fratello prodigo,

Prendi il veleno lontano dalla tua bocca!

In spensierata, spacconata

Parla - e al cancello di una pelliccia

Nascondere le labbra rosa.

"Sul suo pugnale: Marina..."

Sul suo pugnale: Marina -

Hai disegnato, difendendo la Patria.

Ero il primo e il singolo

Nella tua vita meravigliosa.

Ricordo la notte e la faccia è luminosa

Nell'inferno della macchina di un soldato.

Guido i capelli al vento,

Tengo le spalline al petto.

Mosca, 18 gennaio 1918

"Sei triste. "Sei malato..."

Beau ténébreux! [9] - Sei triste. - Sei malato.

Il mondo non è giustificato - il dente fa male! - Lungo la gara

Anno nuovo, ho incontrato un'analisi a colori

Letteratura russa, letteratura, letteratura russa, autori russi, poeti, portale letterario, opere di poeti, opere, autori, biblioteca elettronica, biblioteca, critica letteraria, poesie, poesie, Pushkin, griboedov, lermontov, baratynsky, boratynsky, padri, esenin, Gogol, Mayakovsky, ceco, ceco, Cvetaev, Fonvizin, Tyutchev, Fet, Colon

Anno nuovo, ho incontrato un'analisi a colori

Aliger Margarita Iosifovna • 92gg. Poetessa sovietica russa.

Annensky Innokentiy Fedorovich • 09gg. Omsk, impero russo. Poeta, drammaturgo, traduttore.

Apukhtin Alexey Nikolaevich • anni. Bolkhov, provincia di Oryol, Impero russo. Il poeta

Artsybashev Mikhail Petrovich • 27gg. La fattoria Dobroslavovka Akhtyrsky distretto della provincia di Kharkov. Scrittore, drammaturgo, pubblicista.

Asadov Eduard Arkadyevich • 04gg. Maria dei turkmeni SSR. Poeta sovietico russo, traduttore, eroe dell'Unione Sovietica.

Bagritsky Vsevolod Eduardovich • 1922-1942gg. Poeta sovietico, figlio di Edward Bagritsky

Bagritsky Eduard Georgievich • 34gg. Odessa. Poeta, traduttore, drammaturgo.

Balmont Konstantin Dmitrievich • anni Villaggio Gumnischi, distretto di Shuisky, provincia di Vladimir. Poeta simbolista, traduttore, saggista.

Baratynsky Evgeny Abramovich • 44gg. a. Vyazhle, contea di Kirsanovskiy, provincia di Tambov, impero russo. Poeta russo

Barkova Anna Alexandrovna • 76gg. Ivanovo-Voznesensk. Poetessa russa.

Belinsky Jacob • 88gg. Krolevets, regione di Sumy. Poeta sovietico russo

White Andrei • 34gg. Vero nome Boris Nikolaevich Bugaev. Scrittore, critico, poeta, poesia.

Berestov Valentin Dmitrievich • 98gg. Meshchovsk, regione di Kaluga. Poeta russo, scrittore, traduttore.

Bestuzhev Alexander Alexandrovich • 37gg. San Pietroburgo, Impero russo. Scrittore, critico, pubblicista.

Alexander Block Alexander • 21gg. San Pietroburgo. Elegia, poesia, messaggio.

Bryusov Valery Yakovlevich • 24gg. Mosca. Poeta, scrittore di prosa, traduttore, critico letterario, drammaturgo, critico letterario, storico.

Bulgakov Mikhail Afanasyevich • 40gg. Kiev, impero russo. Scrittore, drammaturgo.

Bunin, Anna Petrovna • 29gg. Provincia di Ryazan della contea di Urusovo Ryazhskogo del villaggio. Poetessa russa e traduttrice.

Vvedensky Alexander Ivanovich • 41gg. San Pietroburgo, Impero russo. Poeta, scrittore per bambini.

Venevitinov Dmitry Vladimirovich • 27gg. Mosca. Poeta russo della regia romantica, traduttore, romanziere e filosofo.

Veresaev Vincent Vikentievich • 45gg. Tula, Impero russo. Scrittore, romanziere, traduttore.

Vostokov Alexander • Ostenek Alexander Khristoforov.64gg. Ahrensburg. Poeta, filologo e linguista russo.

Vjazemsky Peter Andreevich • 78gg. Mosca, impero russo. Poeta, critico letterario.

Gagen-Thorn Nina Ivanovna • 86gg. San Pietroburgo. Etnografo russo, storico, poeta e scrittore di memorie.

Gerasimov Mikhail Prokof'evich • 39gg. La regione di Buguruslan Orenburg. Poeta russo

Gertsyk Adelaide Kazimirovna • 25gg. Alexandrov provincia di Mosca. Poetessa russa, scrittrice di prosa, traduttrice.

Gilyarovsky Vladimir Alekseevich • 35gg. Provincia di Vologda, Impero russo. Uno scrittore di romanzi, un giornalista, un poeta, un attore.

Hippius Zinaida Nikolaevna • 45gg. Belev, labbra Tula. Poesia, prosa, memorie, critica letteraria.

Glinka Fedor Nikolaevich • 80gg. Villaggio Sutoki provincia di Smolensk. Poeta, scrittore di prosa, critico, pubblicista.

Gogol Nikolai Vasilievich • 52gg. Piccola città di Sorochintsy, provincia di Poltava, Impero russo.

Goncharov Ivan Alexandrovich • 91gg. Simbirsk, impero russo. Scrittore, critico, pubblicista.

Maxim Gorky • 36gg. Nizhny Novgorod, l'impero russo. Vero nome Alexey Maksimovich Peshkov.

Grebenka Evgeny Pavlovich • 48gg. Farm asylum, Pirita County, Poltava Province, Impero russo. Lo scrittore, il poeta.

Griboyedov Alexander Sergeevich • 29gg. Mosca, impero russo. Drammaturgo, poeta, orientalista, diplomatico, pianista, compositore.

Grigoriev Apollon Aleksandrovich • 64gg. Mosca. Poeta, critico letterario e teatrale, traduttore.

Green Alexander Stepanovich • 32gg. Slobodskoy, Provincia di Vyatka, Impero russo. Scrittore russo, scrittore di prosa.

Gruvman Mikhail Iosifovich • 88gg. Nemyriv, regione Vinnitsa. Poeta russo ed ebreo

Guber Boris Andreevich • 37gg. a. Kamenka, Provincia di Kiev, Impero russo. Scrittore di prosa, poeta, critico.

Gumilyov Nikolay Stepanovich • 21gg. Kronstadt, Impero russo. Poeta russo, esploratore dell'Africa.

Delvig Anton Antonovich • 31gg. Mosca. Poeta, scrittore, editore.

Derzhavin Gavriil Romanovich • 16gg. Provincia di Kazan, impero russo. Il poeta dell'Illuminismo, il rappresentante del classicismo.

Dostoevskij Fedor Mikhailovich • 81gg. Mosca, impero russo. Scrittore, pensatore, romanziere, filosofo.

Durov Sergey Fedorovich • 69gg. Provincia di Oryol. Poeta, romanziere, traduttore.

Yesenin Sergey Aleksandrovich • 25gg. Villaggio di Konstantinovo, Kuzminskaya volost, provincia di Ryazan, Impero russo. Il poeta

Zhemchuzhnikov Alexey Mikhailovich • 08gg. Pochep, distretto di Mglinsky, provincia di Chernigov. Poeta lirico, satirico, umorista.

Zhukovsky, Vasily Andreyevich • 52gg. Missione, provincia di Tula, Impero russo. Elegie, romanzi, canzoni, messaggi amichevoli, ballate.

Zamyatin Evgeny Ivanovich • 37gg. Lebedyan. Scrittore russo

Ivanov Georgiy Vladimirovich • 58gg. Estate Puki Syadsky parrocchia Telševskogo uyezd Kovno provincia. Il poeta

Izmailov Alexander Efimovich • anni. Fabulista e romanziere all'inizio del XIX secolo.

Cantemir Antiochia • 1708-1744. g.Konstantinopol. Poeta russo, traduttore

Kapnist Vasily Vasilyevich • 23gg. Grande Obukhovka, contea di Mirgorod, provincia di Poltava. Poeta, drammaturgo

Karamzin Nikolai Mikhailovich • 26gg. Znamenskoye, provincia di Kazan, Impero russo. Scrittore, poeta e consigliere di stato.

Kataev Ivan Ivanovich • 37gg. Provincia di Vyatka Scrittore sovietico russo.

Dmitry Kedrin • 45gg. Miniera di Berestovo-Bogodukhovsky (Donbass). Il poeta

Klychkov Sergey Antonovich • 37gg. Dubrovki, provincia di Tver. Poeta, romanziere e traduttore.

Klyuev Nikolay Alekseevich • 37gg. Regione di Kostugi Vologda. Il poeta

Knyazhnin Yakov Borisovich • 91gg. Pskov. Scrittore-educatore, drammaturgo, poeta, traduttore.

Kozlov Ivan Andreevich • 57gg. a. Sandyri, distretto di Kolomna, provincia di Mosca. Scrittore e leader del partito.

Koltsov Alexey Vasilievich • 42gg. Voronezh, impero russo. Poeta, commerciante.

Krylov Ivan Andreevich • 44gg. Mosca, impero russo. Poeta, fabulista.

Kuzmin, Mikhail Alekseevich • 36gg. Yaroslavl, Impero russo. Poeta, traduttore, scrittore di prosa, compositore.

Kuprin Alexander Ivanovich • 38gg. Il villaggio di Narovchat, provincia di Penza. Scrittore russo

Kurochkin Vasily Stepanovich • 75gg. San Pietroburgo. Poeta satirico russo, pubblicista, personaggio pubblico.

Lermontov Mikhail Yurevich • 41gg. Mosca. Poeta, romanziere, artista.

Leskov Nikolay Semenovich • 95gg. il villaggio di Gorokhovo, provincia di Oryol. Uno scrittore di prosa, pubblicista, drammaturgo.

Livshits Benedict Konstantinovich • anni. Odessa. Poeta-futurista russo e traduttore.

Lomonosov Mikhail Vasilyevich • 65gg. Villaggio Mishaninsky, provincia di Arkhangelsk, regno russo. Poeta, enciclopedista, chimico e fisico.

Mandelstam Osip Emilievich • 38gg. Varsavia, Impero russo. Poeta, traduttore, critico letterario.

Mayakovsky Vladimir Vladimirovich • 30gg. Baghdadi, provincia di Kutaisi. Poeta, pubblicista, drammaturgo.

Merezhkovsky Dmitry Sergeevich • 41gg. San Pietroburgo. Scrittore, poeta, critico, traduttore, storico, filosofo religioso.

Myatlev Ivan Petrovich • 44gg. San Pietroburgo. Umorista poeta

Nekrasov Nikolai Alekseevich • 77gg. Nemyriv, contea di Vinnitsa, provincia di Podolsk. Poeta, pubblicista.

Nikitin Ivan Savvich • 61gg. Voronezh, impero russo. Poeta, commerciante.

Obolduev Georgiy Nikolaevich • 54gg. Mosca. Poeta russo, traduttore

Ogarev Nikolay Platonovich • 77gg. Pietroburgo, Impero russo. Poeta, pubblicista, figura rivoluzionaria.

Odoevsky Alexander Ivanovich • 39gg. San Pietroburgo. Poeta russo, decabrista.

Oleynikov Nikolai Makarovich • 37gg. Stanitsa Kamenskaya, il grande esercito Donskoy. Scrittore, poeta, sceneggiatore.

Pavlova Karolina Karlovna • 93gg. Yaroslavl, provincia di Yaroslavl. Poesia, traduttore.

Pilnyak Boris Andreevich • 38gg. Mozhaisk. Scrittore russo

Platonov Andrey Platonovich • 51gg. Voronezh. Scrittore, romanziere, drammaturgo.

Plescheev Alexey Nikolaevich • 93gg. Kostroma, Russia. Poeta, scrittore, pubblicista, traduttore, critico letterario e personaggio pubblico.

Pogorelsky Anthony • 36gg. Mosca. Scrittore russo Vero nome Alexey Alekseevich Perovsky.

Polezhaev Alexander Ivanovich • 38gg. Villaggio Pokryshkino, provincia di Penza. Il poeta

Pomyalovsky Nikolay Gerasimovich • 63gg. San Pietroburgo. Scrittore, scrittore di prosa, autore di storie realistiche.

Pappagalli Vasily Vasilyevich • anni. Petersburg. Educatore russo, personaggio pubblico, poeta.

Canne Kozma • 63gg. Solvychegodsk. I fratelli Alexei, Vladimir e Alexander Zhemchuzhnikovy.

Pushkin Alexander Sergeevich • 37gg. Mosca. Poeta, romanziere, drammaturgo.

Radischev Alexander Nikolaevich • 02gg. Mosca. Scrittore, filosofo, poeta russo.

Raevsky Vladimir Fedoseevich • 72gg. Village Khvorostyanka Starooskolsky County Kursk province. Poeta, pubblicista, decabrista.

Roerich Nikolay Konstantinovich • 47gg. San Pietroburgo. Artista, scrittore, viaggiatore.

Ryleev Kondraty Fedorovich • 26gg. s.Batovo, nella provincia di San Pietroburgo. Poeta, personaggio pubblico, Decabrista.

Saltykov-Shchedrin Mikhail Evgrafovich • 89gg. Villaggio delle terme-Ugol, distretto di Kalyazinsky, provincia di Tver. Scrittore, romanziere

Northerner Igor • 41gg. San Pietroburgo. Poeta russo dell'età dell'argento.

Serafimovich Alexander • 49gg. Stanitsa Nizhnekurmoyarskaya, Regione dei Cosacchi del Don. Scrittore sovietico russo.

Sluchevsky Konstantin Konstantinovich • 04gg. San Pietroburgo. Poeta, romanziere, drammaturgo, traduttore.

Vladimir Sergeevich Solov'ev • 00gg. Mosca. Filosofo russo, teologo, poeta, pubblicista, critico letterario.

Sologub Fedor Kuzmich • 27gg. San Pietroburgo. Poeta, scrittore, drammaturgo, pubblicista russo.

Sumarokov Alexander Petrovich • 77. Mosca. Poeta, scrittore e drammaturgo russo.

Tolstoy Alexey Konstantinovich • 75gg. San Pietroburgo. Scrittore, poeta, drammaturgo russo.

Leo Nikolayevich Tolstoy • 10gg. Yasnaya Polyana, provincia di Tula. Scrittore di prosa, pubblicista, filosofo.

Trediakovsky Vasily Kirillovich • 69gg. Astrakhan. Famoso scienziato e poeta russo.

Turgenev Ivan Sergeevich • 83gg. Orel, impero russo. Scrittore, poeta, drammaturgo.

Tynyanov Yury Nikolaevich • 43gg. Mosca. Scrittore, poeta, traduttore, critico letterario, critico.

Tyutchev Fedor Ivanovich • 73gg. Ovstug, contea di Bryansk, provincia di Oryol. Poeta russo, diplomatico, pubblicista conservatore.

Fet Afanasy Afanasyevich • 92gg. Maniero Novoselki, contea di Mtsensk, provincia di Oryol. Poeta lirico

Fedorov Vasily Dmitrievich • anni Kemerovo. Poeta sovietico, scrittore di prosa, saggista.

Fonvizin Denis Ivanovich • 92gg. Mosca. Scrittore russo dell'era Caterina.

Frenkel Ilya Lvovich • 94gg. Kurgan. Poeta sovietico, giornalista, autore delle parole di molte canzoni sovietiche.

Kharms Daniil Ivanovich • 42gg. San Pietroburgo. Scrittore e poeta russo.

Khvostov Dmitry Ivanovich • 35gg. Petersburg. Poeta russo, rappresentante del classicismo.

Chemnitzer Ivan Ivanovich • 84gg. Fortezza Enotaevskaya, provincia di Astrakhan. Poeta e traduttore russo, favolista.

Khlebnikov Velimir • 22gg. Maloderbetovsky ulus, provincia di Astrakhan. Poeta e scrittore russo dell'età dell'argento.

Alexey Khomyakov • 1804-1860. Mosca. Filosofo, poeta, drammaturgo, pubblicista russo.

Marina Cvetaeva • 41gg. Mosca. Poeta, romanziere, traduttore.

Sasha nero • 32gg. Odessa. Poeta russo dell'età dell'argento, prosa. Vero nome Alexander Mikhailovich Glikberg.

Cherubina de Gabriak • 28gg. Petersburg. Poetessa russa, drammaturga, traduttrice.

Cechov Anton Pavlovich • 04gg. Taganrog, provincia di Yekaterinoslav. Dottore, scrittore, drammaturgo.

Chukovsky Korney Ivanovich • 69gg. San Pietroburgo. Scrittore, poeta, traduttore russo, critico letterario.

Chulkov Georgy Ivanovich • 39gg. Mosca. Poeta russo, scrittore di prosa, critico letterario.

Churilin Tikhon Vasilievich • 46gg. La provincia di Lebedyan Tambov. Poeta russo, traduttore

Shershenevich Vadim Gabrielevich • 42gg. Kazan. Poeta, traduttore, uno dei fondatori e principali teorici dell'immaginario.

Shileiko Vladimir Kazimirovich • 30gg. Peterhof. Orientalista russo, poeta e traduttore.

Shishkov Vyacheslav Yakovlevich • 45gg. Bezhetsk, provincia di Tver. Scrittore sovietico russo.

Shmelev Ivan Sergeevich • 50gg. Mosca. Scrittore russo, pubblicista, pensatore ortodosso.

Yakubovich Lukyan Andreevich • 39gg. Provincia di Kaluga. Poeta russo

Yakubovich Peter Filippovich • 11gg. Il villaggio di Isaevo, distretto di Valdai, provincia di Novgorod. Poeta popolare rivoluzionario, scrittore, traduttore.

Yashin Alexander Yakovlevich • 98gg. D. Bludnovo, regione di Vologda. Poeta russo e scrittore di prosa.