Alveococcosi (echinococcosi alveolare) del fegato

Sintomi

L'alveococcosi (echinococcosi alveolare) è una grave malattia parassitaria, il cui agente causale è una tenia. Penetra nel tessuto epatico, distrugge le normali cellule funzionali e può anche migrare attraverso il corpo e causare metastasi nei polmoni e in altri organi. Nel corpo umano la sua fase larvale si parassita. L'alveococcosi del fegato viene trattata chirurgicamente, è impossibile prelevare elminti con metodi medici.

Cause della malattia

loading...

La malattia è diffusa in tutto il mondo, è spesso registrata nei paesi dell'Europa centrale, del Nord America e dell'Asia. Il suo agente patogeno nell'uomo è la forma larvale della catena di Alveococcus multilocularis, che appartiene alla classe di echinococco. La principale via di infezione è orale, cioè quando si mangiano cibi contaminati da uova di elminto o contatto con animali. Sia gli animali selvatici che quelli domestici possono essere fonti di infezione.

Agente causativo di alveococcosi

loading...

Il ciclo vitale dell'elminto consiste nell'alternare fasi larvali e mature. Può parassitare in diverse specie di animali, così come nell'uomo:

  • gli ospiti intermedi sono roditori e umani di campo selvaggio;
  • i proprietari finali sono carnivori: un cane, un lupo, una volpe e altri.

Nei predatori, la malattia è lieve. Un verme maturo è un piccolo verme (fino a 3 mm di lunghezza) che vive nell'intestino. Non penetra negli organi interni ed è escreto nelle feci. Nel corpo di animali carnivori, il parassita penetra quando mangia roditori infetti.

I proprietari intermedi ingoiano uova di vermi quando mangiano erba contaminata. Nei loro corpi, le uova si trasformano in uno stadio larvale e subiscono lo sviluppo negli organi interni, incluso il fegato. L'uomo in questa catena è un vicolo cieco biologico, perché non può servire da cibo per animali predatori. Può essere infettato mangiando frutta e verdura scarsamente lavate, tagliando le carcasse o anche attraverso il contatto con animali domestici infetti da alveococcosi.

Patogenesi: come si sviluppa l'elminti nel corpo umano?

loading...

Una volta nel tratto digestivo umano, la larva lascia l'uovo ed entra nei vasi sanguigni. Con il flusso sanguigno, viene portato nel fegato, dove si deposita e continua il suo sviluppo. Nel parenchima dell'organo, il parassita si presenta come una vescica tonda di diametro fino a 4 mm. Inizia quindi a moltiplicarsi per gemmazione esogena e la vescica cresce. Dopo qualche tempo, un grande tumore cresce nel fegato, che può raggiungere fino a 30 cm di diametro.

In una sezione, un tumore alveocitario assomiglia a un formaggio poroso. Consiste di molte piccole bolle, che sono separate da partizioni. Il pericolo di questa elmintiasi è che l'educazione può metastatizzare. Man mano che cresce, non sposta i tessuti circostanti del parenchima, ma germina attraverso di essi. Inoltre, l'agente patogeno può penetrare nel sangue e nei vasi linfatici, diffondersi attraverso il corpo e formare nuovi tumori in organi distanti.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

I sintomi della malattia

loading...

L'alveococcosi del fegato si sviluppa in fasi. I sintomi possono variare in base alla dimensione del tumore e alla presenza di metastasi. In totale, ci sono 3 forme principali di questa malattia:

Lo stadio asintomatico di echinococcosi alveolare è un periodo in cui la dimensione della formazione non influisce sulla funzionalità del fegato. Può durare fino a 5-10 anni, poiché il tumore cresce lentamente. L'unico sintomo che disturba il paziente è il prurito e un'eruzione cutanea sul corpo come un'orticaria. Ciò è dovuto al rilascio di rifiuti tossici che causano allergie. In alcuni pazienti, questa reazione potrebbe non manifestarsi.

Lo stadio successivo si verifica quando il tumore raggiunge una grande dimensione e ferisce il tessuto epatico. Durante questo periodo, al paziente vengono diagnosticati i seguenti sintomi:

  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • perdita di peso, disturbi digestivi;
  • nausea, vomito, sensazione di sapore amaro in bocca;
  • ingrossamento e infiammazione del fegato.

Se visualizzati e palpazione in alcuni casi, è possibile riscontrare un nodo irregolare sul fegato. Ulteriore diagnosi viene effettuata sulla base di ultrasuoni, foto a raggi X e analisi del sangue.

La fase complicata è il risultato della germinazione del tumore alveolare nel tessuto circostante. A seconda della direzione della sua crescita e dei tessuti danneggiati, i sintomi possono essere diversi. Quindi, la spremitura delle vie biliari si manifesta con ittero: la pelle e le mucose visibili diventano gialle o arancioni. I parassiti possono anche provocare la comparsa di ascessi epatici - suppurazione dei tessuti e perforazione del parenchima. Il tumore è circondato da una capsula, ma può essere danneggiato e il suo contenuto viene scaricato all'esterno. Ecco come si sviluppa la peritonite, l'infiammazione purulenta della pleura o del pericardio. Se la formazione schiaccia i vasi sanguigni, la pressione nella vena nera aumenta. Clinicamente, si manifesta con ascite (accumulo di liquido anormale nella cavità addominale), emorragia interna, inclusi gastrico e intestinale.

Complicazioni separate si sviluppano con metastasi di un tumore parassita in vari organi. I sintomi sono diversi:

  • con danno renale - protienuria, ematuria, che è completata da infezione del tratto urinario;
  • quando i parassiti entrano nel cervello - vari sintomi neurologici, il più facile dei quali sarà mal di testa, vertigini, nausea e vomito.

Il tumore stesso può essere di dimensioni diverse. Sul taglio, assomiglia alla struttura alveolare dei polmoni, motivo per cui l'elminto ha preso il nome. La cosa più pericolosa nell'alveococcosi è che la malattia può essere accompagnata da infiammazione purulenta. Può verificarsi come un tipo di sepsi se i rifiuti tossici entrano nel sangue del paziente.

Metodi diagnostici

loading...

Durante l'esame iniziale, il medico deve conoscere lo stile di vita del paziente. A rischio sono le persone che sono in contatto con carne cruda, sono impegnate nella caccia, nella raccolta di bacche selvatiche o semplicemente vivono in zone con una situazione endemica povera. La prossima è la palpazione del fegato e ha emesso un rinvio per ulteriori test.

Nelle prime fasi, i test allergologici con l'antigene echinococcus daranno un risultato positivo. Per ottenere un'immagine accurata nelle fasi successive, sono necessari diversi studi:

  • Ultrasuoni del fegato e altri organi interni;
  • radiografia della cavità addominale e del torace;
  • Studio Doppler di vasi epatici.

Le formazioni parassitarie devono essere differenziate da tumori, cisti, echinococcosi o cirrosi. Eseguono inoltre un esame completo del corpo del paziente al fine di rilevare eventuali metastasi in altri organi nel tempo. Possono avere un diametro inferiore alla vescica principale e non mostrare segni clinici.

Trattamento di alveococcosi

loading...

L'unico modo per sbarazzarsi dei parassiti nel fegato è la chirurgia. Tutti i metodi possono essere suddivisi in radicali (resezione epatica) e palliative. La rimozione dell'area danneggiata è considerata l'operazione più semplice ed efficace, ma ha alcune controindicazioni. Ad esempio, è difficile in presenza di diverse bolle di grandi dimensioni.

Metodo radicale

La resezione epatica è la rimozione di una vescica parassitaria con i tessuti circostanti. La dimensione dell'istruzione con un tale intervento non ha importanza. Prima dell'intervento chirurgico, il chirurgo considera l'interazione del tumore con i vasi del fegato - se non sono coinvolti nel processo patologico, non ci sono controindicazioni. La resezione può essere eseguita anche in presenza di metastasi in altri organi.

La previsione dipende da molti fattori. I pazienti tollerano la perdita anche di una parte impressionante del fegato e sono completamente ripristinati dopo l'intervento. Complicazioni e recidive possono verificarsi se durante l'operazione la formazione non è stata completamente rimossa o sono state lasciate metastasi minori adiacenti al nodo principale.

Chirurgia palliativa

Viene chiamata la chirurgia palliativa, che non implica la completa rimozione del tumore. Esistono diverse tecniche in cui il tumore non è completamente tagliato. Sono effettuati in presenza di controindicazioni alla resezione epatica radicale.

Resezione palliativa

Durante l'intervento, le aree di tessuto danneggiato vengono rimosse con la conservazione di piccole placche in aree pericolose. Queste aree includono l'area del fegato e la vena cava inferiore, inaccessibili per la resezione. Questa tecnica viene utilizzata se una parte del tumore è operabile e alcune parti di esso non possono essere rimosse. L'operazione non è meno traumatica e difficile da eseguire rispetto alla resezione epatica completa.

Marsupializatsiya

Questa operazione è il drenaggio delle cavità parassitarie. È giustificato se la formazione raggiunge una grande dimensione, e al suo interno c'è una cavità di decadimento con contenuti purulenti. Tale intervento dovrebbe essere effettuato al fine di ridurre l'effetto tossico dei prodotti di decadimento dei tessuti sul corpo, nonché per prevenire la formazione di fistole. In alcuni casi, viene eseguita una nuova operazione (resezione completa o palliativa). Se questo non è possibile, la cavità viene semplicemente pulita da pus e tossine.

Parasitico annuisce

La scheggiatura è una rimozione parziale della formazione. Può essere eseguito su tumori di grandi dimensioni che crescono a lungo e non influenzano i vasi sanguigni. Durante l'operazione, i tessuti interessati vengono rimossi a strati, senza lasciare il nodo. La cavità risultante viene trattata con farmaci antiparassitari e orlata ai bordi della ferita.

Operazioni di rimozione della bile

Indicazioni per tali operazioni - una violazione del deflusso della bile, che si manifesta con ittero. Esistono diversi metodi principali per la sua implementazione:

  • holangioholetsistostomiya;
  • drenaggio transepatico.

La più semplice tra le tecniche è l'intubazione dei dotti biliari. Le protesi di Nitinol sono inserite nella loro cavità che impedisce al tumore di sopraffarle. La causa principale della malattia, queste tecniche non influenzano.

Trasferimento della fistola nell'intestino

Dopo alcuni interventi palliativi (che hanno ammorbidito o drenato il tumore), molti pazienti soffrono di fistola biliare. In questo caso, puoi portarli nell'intestino attraverso appositi canali di scolo. In questo caso, vengono impiantati diversi scarichi in modo che il blocco di uno di essi non porti a ristagni di bile.

Tecnica per cavità rivoluzionarie

L'educazione innovativa nella cavità addominale è la causa della peritonite purulenta. Le operazioni di emergenza vengono eseguite in tali pazienti, durante i quali drenano e tamponano la cavità di disintegrazione, eseguono il sanamento della cavità addominale. L'intervento è più difficile in caso di sfondamento del tumore nella cavità toracica.

Intervento per le fistole gallone-bronchiali

Quando compaiono fistole gallbronchiali, viene eseguita un'operazione con l'apertura delle cavità addominale e toracica (o solo toracica). Durante l'intervento, è necessario separare la fistola e drenare la cavità di decadimento. In alcuni pazienti, è possibile eseguire l'operazione in concomitanza con la resezione epatica.

Prevenzione e prognosi

loading...

Il principale metodo di prevenzione è l'igiene. Verdure e frutta devono essere lavati prima del consumo. Inoltre, l'abitudine dovrebbe essere quella di lavarsi le mani prima di ogni pasto, dopo essere uscito e soprattutto dopo il contatto con gli animali. I genitori dovrebbero sicuramente svolgere un lavoro educativo tra i bambini. Devono essere informati dell'importanza dell'igiene e delle possibili conseguenze. È inaccettabile consentire loro di contattare animali di strada. Oltre all'echinococcosi alveolare, possono essere portatori di altre malattie parassitarie, batteriche o virali.

L'alveococcosi epatica è una malattia parassitaria pericolosa che può essere fatale. Le uova senza fine entrano nel corpo umano con il cibo quando non si segue l'igiene. Quindi penetrano nel fegato e si moltiplicano formando una grande formazione. L'unico metodo di trattamento è la chirurgia. La prognosi di questa elmintiasi non dipende nemmeno dalle dimensioni del tumore, ma dal grado di danneggiamento delle navi e dei tessuti circostanti, nonché dalla presenza di metastasi negli organi distanti.

alveococcosis

loading...

L'alveococcosi è una malattia parassitaria causata dalle larve della tenia di alveococco e procede con la formazione del fuoco primario nel fegato. Nella fase non complicata, le manifestazioni di alveococcosi comprendono orticaria, prurito, epatomegalia, pesantezza e dolore nel giusto ipocondrio, sapore amaro in bocca, eruttazione, nausea. Complicazioni di alveococcosi possono essere tumori parassitari suppurativi, istruzione innovativa nella cavità addominale o pleurica, ittero ostruttivo, ipertensione portale, metastasi di alveococchi nel cervello e nei polmoni. L'ecografia e la scintigrafia epatica, l'angiografia, i raggi X / TC della cavità addominale e del torace sono usati per diagnosticare l'alveococcosi. Il trattamento chirurgico di alveococcosi è integrato con terapia antiparassitaria.

alveococcosis

loading...

L'alveococcosi (echinococcosi alveolare o multicamera) è la cestodosi, il cui agente causale è lo stadio larvale dell'elminto Alveococcus multilocularis, che causa un danno simile al tumore al fegato, seguito da una crescita o metastasi infiltrative nei polmoni, nel cervello e in altri organi. L'alveococcosi umana è una delle rare infezioni da elminti focali naturali, la cui incidenza nelle aree endemiche è 0,01-0,08%. Casi di alveococcosi si trovano in Canada, Stati Uniti, Europa (Germania, Austria, Francia, Svizzera), Asia, Russia (Yakutia, Kamchatka, Chukotka, Siberia occidentale, regione del Volga). L'alveococcosi ha maggiori probabilità di infettare le persone giovani e di mezza età, principalmente a caccia di persone.

Cause di alveococcosi

loading...

Per gli umani, lo stadio larvale dell'elminto Alveococcus multilocularis, appartenente ai platelminti della sottofamiglia Echinococcina, è pericoloso. Le forme mature di alveococco hanno una struttura simile a quella dell'echinococco, tuttavia differiscono nel numero di ganci sullo scolex (in genere 28-32 pezzi), l'assenza di rami laterali nell'utero, la posizione dell'apertura genitale nella parte anteriore del segmento. La principale differenza dei parassiti si trova nella struttura dei finlandesi, che sotto forma di alveococco ha la forma di grappoli di bolle riempiti con una massa gelatinosa. Le bolle dei bambini sono formate dal germogliamento e crescono verso l'esterno, piuttosto che verso l'interno, come in echinococcus.

L'alveokokk adulto ha dimensioni di 1,6-4 mm, consiste in una testa con 4 ventose e ganci, 2-3 segmenti. Nell'ultimo segmento c'è un utero sferico contenente circa 400 uova. Il nastro elminto parassita negli intestini di volpe artica, lupo, volpe, cane, gatto, che sono i principali proprietari di alveococco. Le uova mature con le feci animali vengono espulse nell'ambiente, da dove gli ospiti intermedi (topi, muskrats, fagioli di fiume, nutria e umani) entrano nel corpo, dove avviene lo sviluppo larvale del parassita. L'infezione umana con alveococcosi può verificarsi quando le oncosfere di elminti vengono introdotte in bocca durante la caccia, il taglio di carcasse di animali selvatici, la scuoiatura e la lavorazione di pelli, il contatto con animali domestici, l'alimentazione di bacche selvatiche e le erbe contaminate con uova di elminto.

Negli esseri umani, la larva alveococcus lascia l'uovo e viene trasportato attraverso il flusso sanguigno al fegato, dove rimane quasi sempre. L'alveococcosi primaria di altri organi è estremamente rara. Nel fegato, la larva viene trasformata in una vescicola con un diametro di 2-4 mm, che inizia a moltiplicarsi per gemmazione esogena. A poco a poco, nello stroma del tessuto connettivo del fegato, si forma un tumore parassita denso, piccolo-accidentato con un diametro da 0,5 a 30 cm o più. Sulla sezione, il nodo alveococco sembra un naso-formaggio (o pane fresco poroso), costituito da un gran numero di bolle chitinose. Simile a un tumore maligno, un nodo parassitario è in grado di germinare nei tessuti e negli organi circostanti (ghiandole, diaframma, pancreas, rene destro, ghiandola surrenale, polmone, ecc.), Vie linfatiche e vasi sanguigni, diffondendosi con il flusso sanguigno attraverso il corpo e formando metastasi a distanza, spesso solo nel cervello.

Sintomi di alveococcosi

loading...

Nello sviluppo di alveococcosi, si distinguono fasi asintomatiche, semplici e complicate. La natura del flusso di echinococcosi alveolare può essere lentamente progressiva, attivamente progressiva e maligna. Lo stadio preclinico dell'alveococcosi può durare per molti anni (5-10 anni o più). In questo momento, i pazienti sono preoccupati per l'orticaria e il prurito della pelle. La rilevazione di alveococcosi durante questo periodo di solito si verifica con l'aiuto di un'ecografia eseguita per un'altra malattia. Nella fase precoce della manifestazione, i sintomi di alveococcosi sono scarsamente specifici, tra cui epatomegalia, pesantezza e dolore sordo nell'ipocondrio destro, pressione nell'epigastrio, bocca amara, nausea. All'esame, spesso vengono rilevati un aumento e un'asimmetria dell'addome; la palpazione del fegato è determinata da un nodo stretto con una superficie irregolare irregolare. I pazienti sentono debolezza, perdita di appetito, perdita di peso. Quando alveococcosi possono essere attacchi periodici di colica biliare, sintomi dispeptici.

La complicazione più frequente di alveococcosi è l'ittero ostruttivo dovuto alla compressione delle vie biliari. Nel caso di un'infezione batterica, si può sviluppare un ascesso del fegato, che è accompagnato da un aumento del dolore nel giusto ipocondrio, dalla comparsa di febbre alta, brividi e sudorazione. In caso di rottura di una cavità parassitaria, si possono sviluppare colangite purulenta, peritonite, empiema, pericardite, fistola pleuroepatica e broncoepatica, polmonite da aspirazione. In caso di compressione da parte del conglomerato tumorale della fessura portale, si verifica ipertensione portale, accompagnata da varici esofagee, sanguinamento esofageo e gastrico, splenomegalia, ascite. Con l'interesse dei reni, proteinuria, ematuria, piuria si sviluppano, infezioni delle vie urinarie. La conseguenza dei processi immunopatologici è la formazione di glomerulonefrite cronica, amiloidosi e insufficienza renale cronica.

La metastasi alveococcus si verifica più spesso nel cervello; in questo caso, si verificano sintomi focali e cerebrali (attacchi di Jackson, mono- ed emiparesi, vertigini, cefalea, vomito). Il decorso grave e transitorio di alveococcosi si osserva in pazienti con immunodeficienza, donne in gravidanza, persone che soffrono di gravi malattie concomitanti. Spesso l'echinococcosi alveolare è letale.

Diagnosi e trattamento di alveococcosi

loading...

L'esame di pazienti con sospetta alveococcosi rivela una storia epidemiologica (che vive in aree endemiche, caccia, raccolta di bacche selvatiche, lavorazione di pelli e carcasse di animali selvatici, rischi professionali, ecc.). I test allergici positivi (eosinofilia, reazione di Kazoni con l'antigene echinococco) sono caratteristici delle fasi iniziali. Metodi specifici di diagnosi di laboratorio di alveococcosi includono reazioni immunologiche (RIGA, RLA, ELISA), PCR. Per identificare l'echinococcosi alveolare del fegato, vengono utilizzate la dimensione e la posizione del nodo parassita, una radiografia addominale, ultrasuoni e Doppler del fegato. Un'alternativa non invasiva all'arteriografia e alla splenoportografia è la tomografia computerizzata. In situazioni complesse, vengono utilizzate la scintigrafia epatica e la laparoscopia diagnostica.

Se si sospetta l'alveococcosi, sono escluse altre lesioni focali del fegato: tumori, emangiomi, policistici, cirrosi, echinococcosi. Per rilevare metastasi, radiografie del torace, risonanza magnetica cerebrale, ecografia dei reni e delle ghiandole surrenali, ecc.

Con alveococcosi del fegato, è indicato un trattamento chirurgico, integrato con terapia antiparassitaria. Molto spesso, l'operazione di scelta è la resezione epatica all'interno dei tessuti sani (segmentectomia, lobectomia), tuttavia una rimozione radicale di un tumore parassitario è possibile solo nel 15-25% dei casi. Se l'escissione radicale del nodo è impossibile, è parzialmente resecata o levigata, seguita da infiltrazione con farmaci chemioterapici (trypaflavina, soluzione di formalina) o distruzione del tessuto parassita con l'aiuto della crioterapia. In alcuni casi, viene utilizzata l'operazione marsupializzazione della caverna parassita, stenting dei dotti biliari. La terapia sistemica antiparassitaria di alveococcosi viene effettuata dal levamisolo, mebendazolo.

Previsione e prevenzione di alveococcosi

loading...

Lo sviluppo lento e asintomatico di un tumore parassitario porta al fatto che nella maggior parte dei casi l'alveococcosi viene diagnosticata in ritardo, il che spesso non consente un trattamento radicale. La prognosi per l'echinococcosi alveolare è piuttosto grave: senza trattamento, il tasso di sopravvivenza a 10 anni non supera il 10-20%. La morte dei pazienti si verifica a seguito di complicazioni purulente, insufficienza epatica, sanguinamento abbondante, germinazione tumorale negli organi vicini con violazione delle loro funzioni, metastasi cerebrali distanti, ecc.

La prevenzione dell'alveococcosi è ridotta alla sverminazione degli animali domestici, alla supervisione veterinaria, al rispetto delle misure precauzionali nell'interazione con animali selvatici e al lavoro sanitario ed educativo con la popolazione delle aree endemiche. Le persone esposte a un aumentato rischio professionale di infezione da alveococcosi (pastori, cacciatori, allevatori di animali da pelliccia, ecc.) Sono soggette a controlli periodici.

alveococcosis

loading...

Alveococcosi (sinonimo: echinococcosi alveolare, echinococco multi-camera) è una elmintiasi con una lesione primaria del fegato. L'agente eziologico dell'alveococcosi è una tenia di Alveococcus multilocularis (alveococcus), nella fase matura, parassitaria nell'intestino tenue della volpe artica, della volpe, del cane, del lupo (ospiti finali) e nello stadio larvale - in roditori selvatici, umani (ospiti intermedi). L'alveokokk maturo ha una lunghezza di 1,3-2,2 mm; sulla parte frontale del suo corpo c'è una testa con 4 ventose e una frusta di ganci; 2-4 segmenti seguono la testa. La larva dell'elminto ha la forma di un nodo costituito da molte piccole cellule contenenti un liquido giallastro e lo skoleks (testa) del parassita.

Epidemiologia. Alveokokk ha una certa distribuzione geografica. In Unione Sovietica, si trova in Siberia, Yakutia, Kazakistan, Bashkortostan, Tatarstan, Kirghizistan.

L'uomo e i roditori sono infettati da alveococcosi attraverso alimenti contaminati da feci dei proprietari finali di elminti (volpi articolari, ecc.) Contenenti uova e segmenti di alveococco. L'infezione è possibile anche attraverso il contatto con i cani, la denudazione e la lavorazione di pelli di animali selvatici, il consumo di acqua pura dai bacini naturali, l'alimentazione di erbe selvatiche e bacche.

Anatomia patologica e patogenesi. Il fegato con alveococcosi, di regola, si è ingrandito, bruscamente condensato, con nodi simili a un tumore. I nodi sono focolai di infiammazione produttiva-necrotica con una moltitudine di vescicole di elminto. All'interno del sito, la fusione del tessuto morto si verifica spesso con la formazione di cavità riempite con liquido figa. Nella patogenesi dell'alveococcosi svolgono un ruolo di sensibilizzazione del corpo da parte dei prodotti metabolici e del decadimento dell'elminto, il suo effetto meccanico sul tessuto, infezione batterica secondaria.

Prevenzione. Trattamento di cani infestati da alveoli e loro contenuto igienico. Adempimento delle regole igieniche per scuoiare volpi e volpi. Lavare accuratamente prima di mangiare frutti di bosco ed erbe aromatiche.

Il quadro clinico (sintomi e segni). L'alveococcosi colpisce le persone più spesso all'età di 20-35 anni. La malattia è stata asintomatica per molti mesi e persino anni, fino a quando il paziente vede una formazione indolore simile a un tumore nel suo ipocondrio destro o epigastria, che gli fa vedere un medico di solito in un processo che è andato lontano. La palpazione in questi casi è determinata da un fegato molto denso, grumoso, indolore o leggermente doloroso. Il "tumore" parassitario, che non ha raggiunto grandi dimensioni, compare solo quando sorgono complicazioni. I più frequenti sono necrosi e disintegrazione nel centro del nodo, che si verificano a causa della compressione dei vasi da cicatrici. Forse un'emorragia improvvisa nella cavità della disintegrazione causata dalla distruzione di una piccola nave. In questi casi, dolore, malessere, a volte febbre a causa di infezione della zona interessata. In altri casi, il nodo, a volte non raggiunge dimensioni significative, ma si trova vicino ai grandi dotti biliari o alla vena porta, può comprimerle, il che porta allo sviluppo di ittero o (molto raramente) ascite. Altre complicazioni dell'alveococcosi (di solito successive) sono la germinazione di un "tumore" parassitario negli organi adiacenti (rene destro, diaframma, stomaco, ecc.) E metastasi al polmone, cervello.

La diagnosi di alveococcosi viene solitamente effettuata nella fase avanzata della malattia, spesso viene scambiata per cancro al fegato. La diagnosi precoce è possibile in focolai naturali di alveococcosi e in aree della più grande distribuzione di questa invasione, dove le persone vengono regolarmente esaminate per l'alveococcosi. La diagnosi di laboratorio è fondamentale e si basa su test diagnostici sierologici che rilevano la malattia anche prima che compaiano i segni clinici.

Un grande aiuto fornisce speciali test diagnostici allergici. Il più affidabile di questi è la reazione di Kasoni. Come allergene, viene usato un filtrato sterile del fluido della vescica idatidea dai polmoni colpiti o dal fegato del bestiame. Il test viene eseguito per via intracutanea. Nel caso di un risultato positivo (la reazione avviene dopo 20 minuti), appare una bolla biancastra nel sito di iniezione, circondata da un'ampia area di iperemia cutanea. In 24-48 ore. si forma un'infiltrazione in questo luogo. Poiché la ripetuta condotta della reazione di Kasoni può causare lo sviluppo di shock anafilattico, spesso usano la reazione Fishman (vedi Echinococcosi). È completamente sicuro per il paziente.

Quando l'alveococcosi viene spesso osservata eosinofilia. Con l'aiuto degli studi di radiocontrasto dei vasi epatici e della ricerca radioisotopica (scansione), in alcuni casi è possibile determinare la localizzazione del nodo di alveococcosi e durante la peritoneoscopia (vedere) per vederlo e prendere il materiale patologico per l'esame istologico.

La prognosi per l'alveococcosi è grave. I pazienti muoiono a causa dello sviluppo di ittero ostruttivo, disfunzione epatica, meno spesso da metastasi alveococciche al cervello.

Trattamento chirurgico La rimozione radicale dei nodi a causa della diagnosi tardiva di solito può essere effettuata solo in alcuni pazienti. Se la chirurgia radicale non è possibile, vengono mostrati lo svuotamento delle cavità di decadimento, le resezioni palliative del fegato, le operazioni di deviazione della bile. La chemioterapia con farmaci antiparassitari (iniezione di formalina, trypaflavina, ecc.) Non è abbastanza efficace.

Echinococcosi alveolare

loading...

Eziologia e patogenesi. L'echinococco alveolare (Echinococcus alveolaris, sinonimo: echinococco multicamera, alveococco) ha un'ampia distribuzione geografica. I suoi centri si trovano in Germania, Svizzera, Austria, Siberia, nell'isola di St. Lawrence, in Alaska, nel nord. Canada, Isola di Rebun in Giappone, Isole del comandante.

Nella fase del nastro, l'alveococco parassita principalmente nelle volpi e nelle volpi artiche e molto meno spesso nei lupi, nei corsac, nei cani e nei gatti. La larva dell'alveococco è costruita secondo un tipo speciale che differisce nettamente da echinococco cistico (idatideo) larvotsisty; il parassita nella fase larvale infetta i roditori (topi arvicola, muskrats, Ob lemming, prosciutti, roditori, criceti, ecc.) e gli esseri umani. La questione della possibilità di danno all'alveococco alvococcico degli animali da allevamento non è stata ancora completamente studiata. Le catene di echinococco e alveococco sono simili tra loro, ma ci sono differenze nella loro struttura (Fig. 5). La tenia alveococcica ha una lunghezza corporea più corta, un numero maggiore di segmenti, una lunghezza relativamente minore dell'ultimo segmento. Il segmento maturo dell'alveococco è il terzo dalla fine e nell'echinococcus idatideo - il secondo dalla fine, i testicoli degli alveococchi sono la metà di quelli grandi. L'utero nell'alveococco non ha processi laterali, mentre nell'echinococco idatideo, i processi sono per lo più chiaramente espressi. I ganci alveococchi sono più sottili dei ganci dell'ecohoccocco idatideo. Le uova di alveococco (fig. 6) non sono diverse dalle uova di echinococco dell'idatide.

Una persona viene infettata direttamente da volpi, volpi artiche e lupi elaborando le loro pelli o mangiando bacche, funghi e verdure contaminati con i loro escrementi e bevendo acqua. Più raramente, la fonte di infezione è il cane che ha mangiato il roditore. L'infezione si presenta come con l'echinococcosi idatidea (vedi). Gli embrioni di alveococchi si depositano più spesso nel fegato (circa il 95% dei casi). L'alveococcosi extraepatica primaria è osservata raramente.

La caratteristica principale della crescita di alveococchi è il germogliare dei parassiti, la crescita infiltrativa esogena delle vescicole, che ricorda la crescita di una neoplasia maligna. Larvotsista alveliococcus nei roditori contiene un discreto numero di Skoleks. Nei linfonodi degli alveococchi nell'uomo, gli scolix si trovano estremamente raramente.

Fig. 5. Catene dall'intestino del cane: 1 - alveococco, 2 - echinococco idatideo.
Fig. 6. Uova di alveococco: 1 e 2 - con conchiglie, 3 - oncosfera libera.

Anatomia patologica. Il nodo alveococcico è al centro di un'infiammazione necrotica produttiva, piena di una moltitudine di larve di parassita vescicolare e somigliante a un nodo tumorale. Durante l'operazione e all'autopsia, in assenza di esperienza, viene spesso fatta una diagnosi errata di una neoplasia maligna, soprattutto perché i nodi non spostano il tessuto epatico, ma lo fanno germogliare. Se, durante l'autopsia, le metastasi si trovano nei polmoni o nel cervello, la diagnosi di neoplasia maligna sembra ancora più probabile; l'errore viene rilevato solo dall'esame istologico. I nodi tumorali sono localizzati più spesso in entrambi i lobi del fegato, più raramente solo nei lobi di sinistra, possono essere singoli e multipli e, unendosi l'uno con l'altro, possono raggiungere grandi dimensioni e pesi (diversi chilogrammi). I siti di fegato non colpiti da alveococco sono iperplassati, soprattutto nei giovani.

I nodi sono molto duri e, sezionati, spesso si spezzano (tessuto fibroso). Su una sezione il nodo di un alveokokka ricorda a formaggio a grana fine. I vasi sanguigni al centro dei nodi sono compressi da tessuto fibroso, a seguito del quale spesso si formano necrosi e caverne di dimensioni più grandi o più piccole. Il contenuto della caverna assomiglia al pus liquido, ma quando semina è più spesso sterile. I nodi dell'alveococco non sono circondati da una capsula fibrosa, lungo la periferia hanno una linea irregolare e sono particolarmente ricchi di bolle viventi in erba; mentre il nodo cresce fino alla superficie del fegato, la capsula del glisson si ispessisce e diventa biancastra-giallastra; il nodo la solleva. Occasionalmente, le aderenze si formano con organi adiacenti; servono come un ponte sul quale l'alveococco può crescere nella parete addominale, negli organi della cavità addominale, nel diaframma e attraverso di esso. Quando germinano in grandi vene, può verificarsi un trasferimento ematogeno degli elementi germinativi del nodo alveococcico ai polmoni, meno spesso al cervello e, come eccezione, ad altri organi della maggiore circolazione. L'ascite come risultato della compressione della vena porta dai nodi dell'alveococco è osservata raramente.

L'esame istologico mostra che le vescicole dell'alveococco sono costituite da una guaina cuticolare, la cui superficie interna è a grana fine. Nel lume delle bolle c'è un liquido incolore o giallastro. Le vescicole della figlia e lo skoleks sono molto rare. Con l'introduzione di vescicole nel parenchima epatico immodificato, i leucociti e macrofagi neutrofili ed eosinofili appaiono immediatamente vicino a loro, e le cellule del fegato muoiono, e il tessuto di granulazione cresce, e quindi tessuto cicatriziale. Spesso, le cellule giganti possono essere trovate intorno alle bolle morte del parassita. Le larve di alveococco producono ialuronidasi attiva, che contribuisce alla crescita infiltrativa dei nodi alveococcici.

Il corso e i sintomi. Il decorso di alveococcosi nei primi mesi, e talvolta anche anni, è quasi asintomatico. Il primo segno della malattia è un fegato ingrossato, talvolta rilevato abbastanza per caso. Tuttavia, anche con un ingrossamento del fegato, il paziente può sentirsi abbastanza soddisfacente e non presentare alcun reclamo. Più tardi, ci sono sensazioni di pressione nell'ipocondrio destro o epigastria, e anche in seguito - pesantezza e dolore doloroso sordo. A questo punto, è possibile sondare un fegato insolitamente denso ("ferro") con una superficie irregolare. Alla palpazione, il suo dolore è assente o insignificante. Dopo alcuni anni, il fegato aumenta ancora di più, diventa bitorzoluto e doloroso, i pazienti sviluppano debolezza, dimagriscono, diminuiscono l'appetito e successivamente sviluppano l'ittero e molto raramente l'ascite. Ma anche con una significativa prescrizione del processo, i disordini generali espressi nei pazienti potrebbero non esserlo.

Le complicanze includono la periepatite, la germinazione negli organi e nei tessuti vicini, la disintegrazione nei noduli parassitari, la germinazione delle porte del fegato o la compressione di esse con ittero e metastasi (principalmente nei polmoni e nel cervello).

Quando un tumore parassita si disintegra, il suo sequestro spesso si verifica, e talvolta profonde sanguinamento nella cavità di disintegrazione.

Di solito la diagnosi viene fatta nella fase avanzata, quando il trattamento radicale non è più possibile. I medici che hanno familiarità con questo tipo di echinococcosi e conoscendo il luogo dei suoi focolai naturali, possono anche fare una diagnosi precoce. È molto difficile differenziare l'alveococco da echinococcosi idatidea, poiché tutti i sintomi caratteristici di quest'ultima (reazione di Kasoni, eosinofilia, ecc.) Possono essere presenti in entrambe le malattie e la puntura di prova è inaccettabile. Il sintomo di "densità di ferro" può verificarsi quando alveococcosi e echinococco idatideo cistiforme calcificato. La diagnosi della concentrazione endemica aiuta a stabilire la diagnosi.

È più facile differenziare l'alveococcosi dalla cirrosi, poiché in quest'ultimo caso, di regola, le funzioni epatiche sono disturbate precocemente, l'eosinofilia è assente e la reazione di Kasoni è negativa. Quando si differenziano con neoplasie maligne, è necessario tener conto che l'alveococcosi ha un decorso più lungo, il tumore è molto più denso, non c'è cachessia e le reazioni specifiche danno risultati positivi.

Per il trattamento chirurgico tempestivo di alveococcosi, è necessario chiarire la localizzazione dei nodi, le loro dimensioni, ecc. Peritoneoscopia, esame a raggi X (epatografia con pneumoperitoneo, splenoportografia, arteriografia) e scansione del fegato sono utilizzati per questo. Nelle radiografie trovavano spesso focolai di calcificazione.

Trattamento. È possibile eseguire un'operazione radicale con alveococcosi del fegato solo nel 15-20% dei pazienti. La maggior parte dei pazienti si reca al reparto chirurgico troppo tardi.

Il nodo può essere asportato all'interno di tessuto sano, ustuschen o parte del resecato e parzialmente levigato. Se ci sono due o più nodi e la condizione generale del paziente non consente di rimuoverli contemporaneamente, l'operazione viene eseguita in due o anche tre fasi. Spesso la cistifellea si sviluppa su un tumore parassita, in questi casi viene rimossa insieme al nodo alveococcico. Se la chirurgia radicale è impossibile (per esempio, quando germinare nella vena cava inferiore) e il tumore parassitario ha raggiunto dimensioni gigantesche e schiaccia gli organi adiacenti, viene mostrata una resezione palliativa, che viene eseguita anche per impedire che il tratto biliare extrapatico venga schiacciato con un "tumore" progressivamente crescente. Le restanti aree non rimosse del nodulo alveococcico sono esposte agli effetti locali da agenti antiparassitari (formalina, trypaflavina e altre iniezioni).

La tecnica delle resezioni palliative non presenta particolari difficoltà, poiché i nodi parassiti, di regola, non sanguinano. Il sanguinamento da singole grandi navi viene fermato da tappi di sughero dalla ghiandola. Dopo aver aperto la cavità addominale, viene asportato un pezzo di omento maggiore da cui sono fatti i tamponi biologici. Pezzi di ghiandole di 0,5x0,5 cm sono in polvere con trombina secca e fissati con due nodi al centro della legatura. Al momento del sanguinamento da una nave, che è spalancata in uno stroma denso, il lume di un ago bruscamente piegato con una legatura infilata nel suo orecchio con un tampone biologico viene iniettato nel lume. Stringendo la legatura, il lume del vaso può essere bloccato e il sanguinamento si interrompe. In presenza di cavità di decadimento nel centro di un nodo parassita non rimovibile, la cavità viene drenata e quindi sistematicamente lavata con preparati antiparassitari e, in presenza di infezione, con antibiotici. In caso di ittero occlusivo causato dalla germinazione della porta del fegato, vengono eseguite varie operazioni di deviazione della bile. Si sta tentando di applicare la chemioterapia per le forme inutilizzabili. Le iniezioni intramuscolari di estere timidico acido palmitico (tepal) sono inefficaci. Ci sono tentativi di trattare l'alveococcosi con la radioterapia e la terapia vaccinale.

La prognosi dell'alveococcosi è molto grave, ma a causa della crescita molto lenta dei tumori parassitari e della riorganizzazione compensativa del fegato che si è verificata durante questo periodo, i pazienti possono vivere per un periodo piuttosto lungo (in media 8-9 anni); più spesso muoiono per ittero occlusivo, meno spesso per metastasi cerebrali. La chirurgia tempestiva dei radicali migliora in modo significativo la prognosi.

Se la chirurgia radicale non è possibile, non dovresti limitarti a una laparotomia di prova. La condizione dei pazienti può essere migliorata con interventi palliativi in ​​combinazione con terapia antiparassitaria locale e generale, trattamento con steroidi, vitamine e dieta.

Prevenzione. L'attenzione nelle aree di focalità naturale di alveococcosi dovrebbe essere prestata alla prevenzione della malattia. Lupi e piccoli roditori devono essere sterminati; pelli di volpi e volpi artiche dovrebbero essere rimosse e conservate (prima della fabbricazione) in locali speciali (non residenziali) dove non dovrebbero essere collocati prodotti alimentari. È severamente vietato mangiare in queste stanze, è possibile lavorare solo in accappatoio; dopo aver terminato il lavoro, lavarsi accuratamente le mani. Carcasse di muskrats, criceti e altri roditori sono bruciati dopo la rimozione delle loro pelli.

In luoghi sfavorevoli per alveococcosi, non solo le verdure, ma anche le bacche, devono essere accuratamente lavate prima di mangiare.

Importante nella prevenzione di entrambe le forme di echinococcosi è il lavoro sanitario-educativo tra la popolazione. In luoghi di focolai naturali, si raccomanda di condurre un esame clinico della popolazione al fine di identificare tempestivamente i pazienti e il trattamento chirurgico razionale tempestivo.

Organizzazioni internazionali per combattere l'echinococcosi. Nel 1941 fu istituita l'Associazione internazionale per l'echinococcosi in Uruguay, che di volta in volta convoca congressi internazionali. Il comitato dell'International Epizootic Bureau, che periodicamente si riunisce nel 1956, ha adottato raccomandazioni speciali sulla prevenzione e il controllo dell'echinococcosi. Viene pubblicata la rivista Archivos internacionales de la hidatidosis.

Echinococcosi alveolare del fegato

loading...

Ciste Echinococcica del fegato: sintomi e trattamento dell'echinococcosi

loading...

La malattia da echinococcosi è scatenata dall'introduzione e dallo sviluppo di larve di tenia Echinococcus granulosus nel fegato. La malattia può manifestarsi in due forme: echinococcosi cistica o alveolare del fegato. La diffusione della malattia è concentrata sia in Russia che nei paesi limitrofi.

Nel caso di echinococcosi cistica (è anche chiamata camera singola, racemose, idatidosi) - una cisti si verifica principalmente nel lobo destro del fegato, ma è possibile che diverse cisti sul lato sinistro si siano sviluppate contemporaneamente.

La cisti mette meccanicamente sotto pressione il fegato e altri organi vicini, l'elminto può avere un effetto sensibilizzante e tossico.

La cisti echinococcica in forma ricorda una vescica con una struttura piuttosto complessa:

  • al di fuori del tumore è circondata da una guaina a strati (cuticola);
  • a volte il suo spessore può raggiungere 5 mm.

La membrana germinale interna, germinale, si trova sotto la guaina cuticola multistrato. Forma capsule di covata con vesciche figlie e scolex e promuove anche la crescita della guaina di cisti a strati. Una diagnosi tempestiva aiuterà a prevenire le complicazioni.

Cause di echinococcosi epatica

In caso di echinococcosi epatica, il cane svolge il ruolo principale di ospite finale dell'elminto. Un animale può essere contagiato dai vermi mentre mangia i rifiuti di carne, un'altra fonte di infezione è la caccia ai prodotti:

  1. organi colpiti;
  2. cadaveri di animali selvatici.

Nel caso di una persona, l'infezione si verifica a causa del mancato rispetto delle regole di igiene personale dopo il contatto con un cane malato, in cui le catene di echinococco sono presenti nella lingua, la lana. Gli animali possono essere trasmettitori meccanici di uova di parassita, ottenendoli dopo un contatto simile con un cane malato.

Ci sono casi in cui una persona è stata infettata da elminti mangiando frutta e verdura sporche, dove l'agente patogeno ha ottenuto dalle feci di un cane malato.

Un'altra fonte di infezione umana sarà il selvaggio carnivoro. Puoi ammalarti durante la caccia, vestire le pelli o fare vestiti con la pelliccia. Alcuni pazienti hanno ricevuto un'infezione bevendo bacche selvatiche sporche, acqua grezza dai serbatoi.

A rischio di ammalarsi sono i dipendenti degli allevamenti ovini:

Chiunque sia stato in contatto con loro può anche essere infettato.

Sintomi di echinococcosi

La forma idatidea della malattia è caratterizzata da una forma larvale o cistica di sviluppo. Per diversi anni dopo l'infezione, non si osservano sintomi, il paziente si sente completamente sano.

Qualsiasi sintomo inizia nel momento in cui l'idatide raggiunge dimensioni sufficientemente grandi. Di solito il paziente si lamenta di dolore sordo e dolente sotto il bordo destro, nella regione epigastrica, nella parte inferiore del lato destro dello sterno.

Quando una cisti ha acquisito una grande dimensione, durante un esame visivo, il medico rileverà in una persona un notevole rigonfiamento della parete addominale anteriore nell'ipocondrio destro. Inoltre, c'è una percussione che aumenta i bordi del fegato verso l'alto. Il medico determinerà anche la neoplasia:

  1. rotonda;
  2. elastica;
  3. tumore.

Se la cisti si è formata in profondità nel parenchima epatico, si osservano sintomi di epatomegalia. La posizione dell'echinococcosi del fegato è divisa nel petto (ascendente), addominale (discendente), anteriore.

Quando la cisti anteriore è grande, l'area corrispondente del fegato sarà notevolmente ingrandita. La cisti superiore è determinata solo dalla fluoroscopia, che è spiegata dallo stato alto del diaframma sulla destra e dalla selezione a forma di cupola della localizzazione della cisti. Se il tumore è più basso, il tumore può essere sentito nella cavità addominale. La cisti si agita quando il paziente respira insieme al fegato, si distingue per una consistenza elastica. Quando la cisti si trova nel lobo destro del fegato, sarà rivelata dalla palpazione, ma già nelle fasi successive del decorso della malattia.

A causa dello sviluppo di una reazione allergica alla presenza del parassita nel corpo, la salute del paziente si sta rapidamente deteriorando. I sintomi allergici di solito si manifestano:

I principali sintomi di echinococcosi appariranno immediatamente dopo che la cisti inizia a esercitare pressione sugli organi circostanti.

Nella forma idatidea della malattia, una persona ha molte più probabilità di avere complicazioni che si manifestano con la rottura, la suppurazione della cisti, l'ittero. L'ittero meccanico è attribuito al fatto che la neoplasia sta premendo sulle vie principali della bile. Questa complicazione della malattia è rilevata nel 5-10% dei pazienti. L'ascite è molto meno comune quando la vena del colletto è compressa nel 5-7% dei pazienti.

Dopo la rottura di una cisti idatidea, il suo contenuto erompe:

  1. nella cavità addominale;
  2. nella cavità pleurica;
  3. nei dotti biliari;
  4. lume del tubo digerente.

La complicanza più grave sarà la perforazione della cisti nella cavità addominale, quando si sviluppano i sintomi di peritonite e shock anafilattico.

Le cause della suppurazione della cisti dovrebbero essere ricercate nelle fessure della capsula di idratide quando è associata al tratto biliare. Con suppurazione di una cisti echinococcica, il paziente soffre di dolore al fegato, ipertermia, epatomegalia e altri segni di intossicazione purulenta del corpo umano.

L'echinococcosi alveolare del fegato colpisce quasi sempre i tessuti dell'organo, nel corso del tempo l'invasione parassitaria è asintomatica. I sintomi principali sono lo sviluppo di un nodo simile a un tumore con una densità eccezionale, è anche chiamato una cisti di legno (come nella foto).

Altri sintomi con questo tipo di echinococcosi sono l'ittero. Non è escluso lo sviluppo della periepatite, che limita la mobilità dell'organo interessato.

Circa un terzo dei pazienti ha una milza ingrossata e, se viene avviato il processo patologico, le funzioni del fegato possono essere gravemente disturbate.

diagnostica

Per la diagnosi, la storia del paziente sarà informativa, ma il ruolo decisivo è sempre riservato ai metodi di ricerca ausiliari. Il medico prescriverà un esame emocromocitometrico completo, in cui l'eosinofilia è maggiore del 20% rispetto alla malattia.

La diagnosi di echinococcosi epatica richiede anche una reazione intracutanea di Koni, che mostrerà un risultato positivo in circa il 90% dei casi di infezione da tenia.

La reazione Koni è una diagnosi che coinvolge l'iniezione sottocutanea di liquido idratante sterile da 0,2 mm. Con una reazione positiva:

  • la pelle si arrosserà nel sito di iniezione;
  • dopo un paio d'ore si forma un rossore continuo (anafilassi cutaneo).

Più accurata per la diagnosi sarà l'analisi: la reazione di emoagglutinazione indiretta, agglutinazione con il lattice.

Una cisti vivente che ha un'alta densità, anche ipereosinofilia, una scansione epatica e un test allergico positivo aiuteranno a confermare l'echinococcosi alveolare. La diagnosi di questa malattia negli esseri umani è più spesso basata sulla reazione di Kony.

Trattamento di echinococcosi epatica

La medicina conosce pochi casi di auto-guarigione dalla forma idonea della malattia, che è associata alla morte dell'elminto e alla successiva distruzione delle pareti della cisti. Se c'è un'alta densità della cuticola, c'è il rischio di una rottura della cisti o di una suppurazione (come nella foto).

Oggi non ci sono farmaci in grado di trattare la forma cistica terapeuticamente dell'echinococcosi. In molti casi, è richiesto solo un intervento chirurgico. La migliore opzione di trattamento è l'echinococcectomia.

La procedura di echinococcectomia prevede la rimozione di una piccola cisti, insieme a una membrana fibrosa e chitinosa. Quando il tumore è grande, situato nello spessore del tessuto epatico, può verificarsi una lesione:

  1. dotto biliare;
  2. grandi navi

In questo caso, l'echinococcectomia non viene più utilizzata, è necessario rimuovere la cisti, ma dopo una puntura preliminare con aspirazione del contenuto. Questa tecnica ti consentirà di evitare la rottura della cisti e la diffusione dell'elminto.

Se l'echinococcosi o le cisti multiple si trovano sul bordo, deve essere trattata applicando una resezione anatomica o atipica del fegato.

Quando una cisti si rompe nei dotti biliari, è necessario eseguire l'intervento chirurgico più urgente. Produce la choledochotomy con drenaggio esterno o echinococcectomy chiuso, choledochotomy con l'eliminazione di cisti e gusci biliari.

  • drenaggio esterno del dotto biliare comune;
  • l'imposizione di choledochoduodenostomy;
  • papillosfinterotomia endoscopica;
  • epatocolangiostomia transepatica.

La chirurgia urgente è necessaria quando una cisti si rompe nella cavità addominale, pleurica, bronchi. È necessario condurre un'ecohococcectomia chiusa o semichiusa. In alcuni casi eccezionali, viene eseguita un'operazione aperta (marsupializzazione).

In presenza di fistola gall-bronchiale produce la sua separazione, e poi suturato un buco nei bronchi.

In caso di danno epatico multiplo, l'operazione viene eseguita prima dello sviluppo di gravi complicanze, è possibile che sia necessario trattare questa malattia in 2-3 dosi.

L'esito letale del trattamento è nell'1-5% dei casi, le recidive e i risultati lontanamente buoni nel 2-25%.

La recidiva può verificarsi a causa della semina della ferita del torace e della cavità addominale, ripetute invasioni, lasciando cisti inosservate, errori tecnici, rimozione incompleta delle vesciche della figlia (come nella foto).

Prevenzione dell'echinococcosi epatica

Come misura preventiva, è necessario attuare tutta una serie di misure veterinarie e mediche volte a identificare e sradicare la fonte dell'infezione. Le istruzioni ufficiali dicono quello di cui hai bisogno:

  1. ridurre il numero di cani da guardia;
  2. metterli a verbale;
  3. effettuare l'eliminazione dei cani randagi.

I veterinari sono tenuti a fare prevenzione preventiva di tutti i cani di servizio e personali.

Per prevenire l'infezione di massa dei cani, è necessario osservare la corretta distruzione degli organi infetti degli animali, per limitare l'accesso dei cani sul territorio delle piante da imballaggio di carne, dei macelli e delle fosse di bestiame.

Assolutamente tutti gli interventi medici per prevenire i casi di echinococcosi epatica dovrebbero mirare a identificare l'infestato. La diagnostica deve essere effettuata tra persone che hanno contatti con cani che sono impegnati nella lavorazione della pelliccia, nella fabbricazione di prodotti da essa.

La prevenzione personale della malattia si basa sulla protezione della comunicazione con i cani e, se il contatto è già avvenuto, è necessario lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone. Inoltre, è necessario lavarsi le mani dopo il contatto con il terreno, i servizi igienici e prima di mangiare.

Non dobbiamo dimenticare la necessità di lavare bene frutta, verdura e bacche, soprattutto se questi ultimi sono raccolti nella foresta. È severamente vietato bere acqua cruda dai serbatoi. A proposito di quanto echinococci pericolosi nel fegato diranno il video in questo articolo.

Quali forme di echinococcosi dovrebbero avere paura

loading...

La tenia della classe include numerosi parassiti pericolosi per l'uomo. Uno dei rappresentanti di questa classe è un echinococco. L'echinococcosi è una malattia parassitaria causata da tenia echinococcus granulosus dall'ordine ciclofilo. L'uomo è il proprietario intermedio di questo elminto. Lo stadio larvale dell'echinococco a camera singola e multicamera è invasivo per l'uomo.

In contatto con animali infetti nelle mani di una persona ci sono le uova, che possono quindi salire sul cibo. Dopo essere entrato nel corpo umano, il guscio delle uova di echinococco crolla e le foglie di larva, che penetrano attraverso la mucosa dello stomaco o dell'intestino tenue. Inoltre, si diffonde attraverso il sangue agli organi interni. Molto spesso, l'echinococco si trova nel fegato e nei polmoni. Meno comune è l'infezione del cervello, del cuore, del pericardio, della milza e dei reni.

Nello stadio larvale, l'echinococco si presenta sotto forma di una bolla con liquido. Il parassita ha un effetto tossico e allergico sul corpo umano e la stessa vescica comprime i vasi sanguigni e le terminazioni nervose, interrompendo la nutrizione dei tessuti.

L'echinococco causa una malattia cronica che si è sviluppata per decenni. La malattia può causare complicazioni quali necrosi tissutale, rottura della cisti, sepsi e shock anafilattico.

La malattia procede in più fasi:

  • il primo è latente;
  • il secondo stadio è caratterizzato da disturbi della salute;
  • i sintomi gravi si verificano nel terzo stadio;
  • al quarto stadio compaiono le complicazioni.

Nella terza e quarta fase viene applicato il trattamento chirurgico.

La velocità delle fasi e i sintomi che causano dipende dalla posizione del parassita e dalla dimensione della bolla stessa. Il più delle volte, l'echinococco granulare, attraverso il sistema delle vene portale, entra nel fegato.

Esistono due forme principali di echinococcosi:

Secondo gli ultimi dati, la specie di Echinococcus granulosus è divisa in specie indipendenti: Echinococcus unilocularis (echinococcosi idatidea) ed Echinococcus multilocularis (echinococcosi alveolare).

I siti più frequenti di localizzazione della malattia

Echinococcosi epatica

L'echinococcosi idatidea è chiamata monocamerale, cistica o racemica nel 62% dei casi in cui si verifica un danno epatico. Un tumore articolare si forma nel 50% dei casi nel lobo destro del fegato. La cisti del fegato esercita una pressione meccanica sul tessuto epatico e sugli organi adiacenti e un effetto tossico sul corpo. Si verificano reazioni allergiche.

Quando una cisti si trova alla porta del fegato, l'echinococcosi causa i seguenti sintomi:

  • ittero ostruttivo;
  • ascite;
  • epatomegalia;
  • dolore con la palpazione;
  • sensazione di scoppiare nel lato destro.

L'echinococcosi epatica alveolare o multi-camera è una forma in cui il fegato è interessato in tutti i casi. Per 5-15 anni, la malattia è asintomatica. Nelle fasi successive della malattia compaiono dolore addominale, insufficienza epatica, perdita di peso, cirrosi biliare.

Echinococcosi dei polmoni

Una forma comune nella pratica clinica è l'echinococcosi polmonare. È difficile diagnosticare questa malattia nelle sue fasi iniziali. Il periodo di latenza può essere di diversi anni.

Nella fase di manifestazione di sintomi evidenti può essere osservato:

  • dolore al petto opaco;
  • mancanza di respiro;
  • tosse;
  • l'aspetto del sangue nell'espettorato;
  • sviluppo della polmonite da aspirazione.

[ads-pc-1] Durante questo periodo, la cisti cresce di dimensioni, inizia a esercitare pressione sui tessuti e sulle terminazioni nervose, con cui è connessa la comparsa dei sintomi.

La complicazione si verifica quando una cisti si rompe nei polmoni - si sviluppa grave insufficienza respiratoria, che può portare al soffocamento e alla completa cessazione della respirazione. Eruzione allergica sulla pelle (orticaria) - la risposta del corpo alle tossine. Quando la suppurazione della cisti si verifica nella sindrome da intossicazione.

A proposito di altri parassiti nei polmoni umani.

Luoghi rari di localizzazione della malattia parassitaria

Echinococcosi renale

Non ci sono sintomi specifici per il danno renale da elminti. Ci può essere dolore nella regione lombare con la crescita di una cisti echinococcica. Per lo più un rene è interessato. Esiste una simulazione del processo tumorale nel rene. Echinococcosi del rene è 1,5-5% rispetto ad altri organi colpiti da echinococco.

Quando una ciste si rompe e il suo contenuto entra nel tratto urinario, si sviluppano pieloneforite acuta, fenomeni disurici e colica renale.

Echinococcosi della milza

La frequenza di distribuzione è del 6-8%. Una cisti incolta fa pressione sugli organi adiacenti, il loro spostamento, porta all'atrofia del parenchima della milza. I sintomi sono associati all'azione meccanica della cisti, a seconda dell'organo che ha più pressione. Ad esempio, i sintomi dispeptici (nausea, vomito, perdita di appetito) si osservano quando si schiaccia lo stomaco.

Echinococcosi della milza è difficile da diagnosticare.

Echinococcosi del cervello

Nelle fasi iniziali assomiglia a un processo tumorale, accompagnato da sintomi neurologici e cerebrali.

A seconda della posizione del parassita, si osservano i seguenti sintomi:

  • dolore alla testa;
  • vertigini;
  • convulsioni epilettiche;
  • ipertensione;
  • vomito;
  • disturbi psico-emotivi (depressione, delirio, demenza).

L'echinococcosi multicamera è una malattia cronica recidivante.

Se c'è una cisti solitaria nel cervello, viene eseguito un trattamento chirurgico.

A proposito di parassiti nel cervello umano.

Echinococcosi del cuore

La frequenza di occorrenza è 0,2-2%. Un'ecocinoccosi isolata del cuore può verificarsi se non ci sono cisti in altri organi del corpo. L'echinococcosi del cuore può essere un secondo organo affetto, in presenza di cisti vicino al cuore.

I sintomi compaiono nelle ultime fasi della malattia:

  • ischemia miocardica;
  • dolore nella parte sinistra del petto;
  • infarto miocardico;
  • insufficienza cardiaca;
  • disturbo del ritmo cardiaco.

L'echinococcosi del cuore è una rottura molto pericolosa delle cisti. Alcuni mesi dopo l'intervento, può essere fatale.

Parassiti negli organi: sintomi

loading...
  • Sintomi comuni di parassiti
  • Tipi di parassiti e trattamento delle malattie parassitarie
  • Malattie epatiche parassitarie
  • Altri parassiti

Nel fegato, i parassiti possono rimanere a lungo e non manifestarsi. Pertanto, all'inizio una persona non lo saprà. E vivranno, mangeranno e rilasciano le tossine, provocando un indebolimento del corpo. I parassiti delle larve alla fine cresceranno fino a diventare adulti e inizieranno a moltiplicarsi. Quando l'immunità umana è indebolita, i parassiti iniziano a moltiplicarsi più attivamente, causando intossicazione del corpo e lo sviluppo di varie malattie.

I parassiti nel fegato sono comuni, i loro tipi sono parecchio. Ciò accade a causa del fatto che il fegato è per loro un sacco di sostanze nutritive. Ciò è facilitato dalla speciale circolazione sanguigna e da un processo metabolico attivo nell'organo. Spesso diagnosticati e parassiti del cervello.

Sintomi comuni di parassiti

La fase iniziale della malattia è difficile da identificare. I primi segni dello sviluppo della malattia sono manifestazioni esterne e non indicano direttamente che i parassiti siano presenti nel fegato, poiché sono possibili in altre patologie. Ad esempio, papillomi, acne, macchie di pigmento o lentiggini possono apparire sulla pelle del paziente. La pelle diventa più secca, i talloni si spezzano, le unghie esfoliano e si rompono, appare la seborrea, i capelli cadono intensamente. La carnagione cambia, compaiono rughe premature. I sintomi più significativi si verificano quando la malattia è in uno stato trascurato:

  • costante sensazione di fame;
  • riduzione del peso;
  • alitosi;
  • sapore sgradevole;
  • nausea e vomito;
  • nervosismo;
  • disturbo del sonno;
  • dolore e prurito nell'ano;
  • dolore al fegato;
  • febbre.

Di notte, il fegato viene attivato, cercando di combattere i parassiti. Le tossine secrete da loro irritano il sistema nervoso, il paziente diventa nervoso. A volte trovato e parassiti del cervello.

Tipi di parassiti e trattamento delle malattie parassitarie

I tipi più comuni di parassiti nel fegato sono:

  • Giardia (Giardiasi);
  • colpo di gatto (opistorchiasi);
  • ascaris (ascariasis);
  • ameba (amebiasi);
  • schistosomi (schistosomiasi);
  • echinococco alveolare (echinococcosi alveolare);
  • echinococco a camera singola (echinococcosi a camera singola).

Durante l'intera esistenza dell'uomo, i parassiti si sono adattati così tanto nel suo corpo che lui da solo non può riconoscerli e distruggerli. È necessario effettuare il trattamento.

Il trattamento delle malattie parassitarie consiste in terapia farmacologica e chirurgia. Il trattamento farmacologico è l'uso di farmaci specifici - farmaci antiparassitari, così come la nomina di rafforzamento generale, disintossicazione e terapia sintomatica. Il trattamento chirurgico può essere radicale nel caso di una cura completa di una persona e di un palliativo, quando la guarigione è impossibile, ma è possibile alleviare il decorso della malattia e prolungare la vita.

Malattie epatiche parassitarie

La giardiasi è una malattia causata da parassiti flagellati molto piccoli che hanno la capacità di aderire alle pareti intestinali e di avere uno stile di vita parassitario per lungo tempo. La fonte di infezione sono persone, gatti, cani. Si ritiene che almeno la metà della popolazione mondiale sia infettata da Giardia. Il meccanismo di trasmissione oro-fecale attraverso cibo e acqua. Si moltiplicano per divisione. Il corpo umano è resistente a loro, quindi la malattia è più spesso asintomatica. Quando il loro numero diventa molto grande, può verificarsi una disfunzione intestinale.

Quando la giardiasi può interrompere la funzione del fegato e della cistifellea. Si verifica un processo infiammatorio nel fegato e si verifica la degenerazione degli epatociti. Aumenta, il dolore nel giusto ipocondrio appare, il bianco degli occhi diventa giallo. La giardiasi causa il blocco dei dotti, attraverso il quale viene secreta la bile, che provoca colecistite e pancreatite. Potrebbe esserci una reazione allergico-tossica sotto forma di lesioni cutanee su alcuni farmaci e cibo. Il più delle volte, i bambini sono malati, sin dalla più tenera età. Il trattamento viene effettuato con farmaci procitocidi.

Opisthorchiasis - una malattia causata da un colpo di fortuna (opistarchia), in cui il duodeno, il pancreas, il parassita possono essere rilevati nella cistifellea e nel fegato. Opisthorchiasis ha una distribuzione endemica, e se si vive nella zona infetta per più di 5 anni, quindi la probabilità di ammalarsi è del 75%. L'infezione con questo elminti si verifica quando si mangia pesce poco elaborato. Opistharkii può vivere in organi fino a 40 anni, causando malessere, nausea, vomito e dolore nell'ipocondrio destro. Il periodo di incubazione è di 2-4 settimane. Il corpo risponde alle tossine che producono anche con una reazione allergica. Di conseguenza, può verificarsi ittero. Opisthorchiasis è ben trattato con speciali antibiotici antiparassitari che uccidono il colpo di gatto. Dopo il trattamento, il fegato deve essere ripulito dai parassiti uccisi, di solito sono prescritti farmaci coleretici per questo scopo.

Ascariasis - una malattia causata da nematodi bisessuali - ascaris. Questo parassita è il più comune dei vermi. Le femmine raggiungono una lunghezza di circa 40 cm. Allevano con grande velocità e vivono per circa 2 anni.

La fonte dell'infezione è l'uomo stesso. L'infezione avviene attraverso le mani sporche. Gli elminti sotto forma di uova entrano nell'intestino umano principalmente durante il pasto. Le larve compaiono dalle uova, muovendosi lungo il flusso sanguigno verso il cuore, i polmoni, il fegato e la cistifellea. Dai polmoni, l'ascaride rientra nell'intestino. Si stabiliscono principalmente in esso e si muovono liberamente lì, nutrendosi dei contenuti, causando stitichezza e ostruzione. Sono in grado di attraversare l'ano, il naso e la bocca. Ulteriori sintomi dipendono dal grado di danno a organi specifici.

Essendo sistemati nel fegato, causano lo sviluppo di microascessi e micronecrosi e un processo purulento è possibile. I vermi adulti causano epatite e colangite. Spesso i bambini sono malati, soprattutto in tenera età, dal momento che tutti li tirano in bocca. E molto spesso si infettano giocando nelle sabbiere o scavando nel terreno. Gli adulti devono indossare guanti di gomma quando lavorano con il terreno per proteggersi dagli ascaridi. Il trattamento viene effettuato con farmaci antielmintici durante la settimana.

Altri parassiti

L'amebiasi è un parassitismo nel corpo umano della più semplice (ameba) con una lesione primaria dell'intestino, che è associata al meccanismo di trasmissione fecale-orale. Quando entra nell'intestino, il parassita si muove con le feci dall'intestino tenue nell'intestino crasso. L'ameba può penetrare nella parete intestinale, quindi la persona ha i primi sintomi di una malattia parassitaria. Se l'ameba entra nel vaso sanguigno, si sposta dall'intestino direttamente al fegato, che si manifesta con la distrofia, l'epatite, gli ascessi e altre gravi malattie. Nel sangue, il parassita può entrare in qualsiasi organo. Quindi, l'ameba può essere trovata nella testa e persino nella pelle. Tra di loro sono incontrati e parassiti del cervello.

La schistosomiasi è una malattia che si sviluppa a seguito dell'invasione da parte di parassiti del sangue (trematodi). Il parassita penetra nella pelle umana, quindi nel sangue. Con il flusso di sangue, migra più spesso al fegato e alla vescica. È facile sospettare un'infezione: prurito, orticaria e dermatite gravi si verificano nel sito di impianto. Il danno al fegato è causato da venule di fegato ostruito, che porta allo sviluppo di ipertensione portale. La sconfitta delle vie urinarie non è limitata alla vescica. Il processo patologico si sviluppa negli ureteri, nei reni, nell'utero e nelle sue appendici. Controlla se hai questa malattia, puoi, passando l'urina per le ricerche di laboratorio. I parassiti nelle urine non si presentano, ma puoi vedere le loro uova nello studio del sedimento al microscopio.

L'echinococcosi alveolare è una malattia caratterizzata dalla presenza di elminti nel fegato. Come molte malattie parassitarie, l'echinococcosi alveolare ha un meccanismo di trasmissione fecale-orale. Puoi anche contrarre l'infezione trattando pelli di animali, a contatto con cani malati. Il danno epatico in echinococcosi si manifesta con la sua compattazione, aumento delle dimensioni, dolore nel giusto ipocondrio. Sulla superficie del fegato si formano nodi, che sono focolai di necrosi con una moltitudine di piccole bolle di elminti. L'echinococco alveolare, che è anche un parassita del cervello, colpisce non solo il fegato. Si trova nei polmoni, nei reni e in altri organi, che si ottiene a causa della germinazione della parete del fegato e della diffusione attraverso il flusso sanguigno. Come trattamento, è indicata la chirurgia palliativa.

L'echinococcosi a camera singola è una malattia che si sviluppa a causa del parassitismo nel corpo umano di alveococco idatideo, uno dei più pericolosi tra tutti i parassiti del cervello. Questa malattia è caratterizzata dalla formazione di cisti idatidee, che comprimono le strutture del cervello e possono manifestarsi come gravi malattie, come la cecità, l'epilessia e molte altre. Come l'alhinocolo alveolare, l'echinococco a camera singola, che è un parassita del cervello, colpisce anche il fegato e i polmoni umani. Trattamento di un echinococcosis di camera sola e operativo.

Se si sospetta un'invasione parassitaria, contattare immediatamente uno specialista, poiché la diagnosi precoce dei parassiti nel cervello e in altri organi è un criterio per un trattamento efficace e una prognosi favorevole della malattia.