Il valore di ALT e AST nell'epatite

Sintomi

Il livello delle sostanze enzimatiche epatiche ALT e AST nell'epatite è l'indicatore più importante, in quanto indica con maggiore precisione quanto sia affetto il fegato e in che modo è necessario adeguare la terapia per aiutare la persona nella misura massima. Allo stesso tempo, è importante capire che un aumento di questi valori non significa la presenza di patologie epatiche in ogni situazione - ci possono essere problemi con altri organi. Maggiori informazioni sulle sostanze enzimatiche del fegato, nonché su come prepararsi per i test e su cosa fare con l'aumento dei tassi dei risultati ottenuti - in questo materiale.

Cos'è?

L'alanina aminotransferasi (ALT) e l'aspartato aminotransferasi (AST) sono sostanze enzimatiche che sono coinvolte nella conversione degli aminoacidi necessari per il corpo. Possono essere prodotti solo dagli organi interni del corpo umano e la maggior parte di questi enzimi viene sintetizzata dal fegato. Ecco perché, con un aumento di ALT e AST, il primo passo è condurre un controllo completo del fegato.

Alanina aminotransferasi

L'ALT è uno degli indicatori più informativi nelle patologie del fegato, poiché si trova all'interno delle cellule di quest'ultimo e, quando muoiono, entra nel flusso sanguigno, segnalando così i processi distruttivi che si verificano nell'organo. Inoltre, l'alanina aminotransferasi è coinvolta nella formazione dell'amminoacido alanina, indispensabile per l'organismo umano: è uno dei composti che garantisce il normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario ed è necessario nella regolazione del metabolismo e nella formazione dei linfociti. Oltre al fegato, l'enzima si trova nel tessuto muscolare, nei polmoni, nel miocardio, nel pancreas e nei reni.

Nel caso dell'epatite acuta, l'alanina aminotransferasi è elevata sempre e in tutti i pazienti. Con l'epatite A virale, il suo livello aumenta circa 2 settimane prima dell'inizio dell'itterizia, e per un periodo molto più lungo - con l'epatite B. Il valore massimo degli indicatori raggiunge circa 2 o 3 settimane di malattia e ritorna alla normalità dopo 30-40 giorni. Per l'epatite virale acuta, i risultati vanno da 500 a 3000 U / l. Se il livello di ALT rimane molto più lungo del periodo specificato, ciò indica che la malattia è passata da cronica a cronica.

Aspartato aminotransferasi

L'AST è una transaminasi, più concentrata nelle cellule nervose e nei tessuti muscolari, e meno nei reni, nel pancreas e nei polmoni. Il suo livello è meno informativo, poiché può aumentare sia nella necrosi epatica che nel danno al tessuto miocardico.

L'AST è aumentata non solo nella sconfitta degli epatociti, ma anche nei casi di mononucleosi, ittero, colestasi intraepatica, cirrosi e metastasi epatiche. Nell'epatite tossica l'aspartato aminotransferasi è più alto dell'ALT. Normalmente, il loro rapporto è 1,33. In caso di problemi al fegato, è sempre inferiore a questo indicatore, con patologie cardiache, il coefficiente è aumentato.

Quando è prescritto uno studio

L'analisi del livello delle sostanze enzimatiche epatiche viene effettuata non solo nei casi di sospetta epatite. Sangue per controllare la concentrazione di AST e ALT in caso di sospetto che il paziente abbia le seguenti patologie:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

  • danno alla cistifellea e al dotto biliare;
  • epatite virale, cirrosi, steatosi, echinococcosi;
  • ittero emolitico;
  • lesione del pancreas;
  • insufficienza renale;
  • infarto miocardico;
  • malattie autoimmuni;
  • distrofia e disordini metabolici nei muscoli scheletrici;
  • miocardite.

Come misura preventiva, può essere prescritto uno studio:

  • coloro che sono stati in contatto con una persona con epatite virale;
  • donatori, prima di donare il sangue;
  • soffre di diabete;
  • in caso di obesità ed epatosi grassa del fegato, pancreatite cronica, nel caso di assunzione di farmaci epatotossici (ad esempio antibiotici);
  • con grave ereditarietà associata a patologie epatiche.

Anche le indicazioni ALT e AST sono verificate come parte della preparazione preoperatoria.

Se si sospetta una delle malattie elencate, il medico prescrive un rimando al paziente per la donazione di sangue per controllare gli enzimi epatici. I sintomi e i segni che accompagnano i loro livelli elevati sono:

  • dolore nell'ipocondrio destro (da parte del fegato), accompagnato da un malfunzionamento dell'intestino, distensione addominale, nausea e vomito;
  • colorazione gialla della pelle e delle mucose, comparsa di vene varicose, vene dilatate nella regione addominale, oscuramento delle urine e scolorimento delle feci;
  • dolore nell'ipocondrio sinistro (sulla parte del pancreas), che si estende alla parte bassa della schiena, e combinato con grave debolezza e diarrea;
  • bruciore (al cuore) dolore al petto, irradiazione alla scapola, collo e braccio, brividi, e in alcuni casi - una violazione del ritmo cardiaco. A volte i pazienti notano che in questi momenti sono coperti da una forte paura della morte;
  • frequente sgradevole rigurgito;
  • debolezza muscolare e atrofia.

Oltre a ALT e AST, l'elenco di test per l'epatite comprende necessariamente altri studi che possono aiutare a determinare con maggiore precisione l'entità e la natura del danno a fegato, cuore e pancreas. Questi includono:

  • Controllo del livello di gamma-glutamiltransferasi - un enzima presente principalmente nel fegato, nel pancreas e nei reni ed è coinvolto nel trasporto di aminoacidi essenziali. Nei processi necrotici, questa sostanza viene rilasciata e in grandi quantità entra nel flusso sanguigno.
  • Lo studio del livello di fosfatasi alcalina, che è presente nei tessuti di molti organi ed è responsabile del processo di idrolisi. Un leggero aumento della fosfatasi nei bambini è considerato la norma ed è dovuto alla rapida crescita del corpo del bambino.
  • Controlla la bilirubina. Si forma durante la scomposizione dei globuli rossi durante l'elaborazione dell'emoglobina.
  • Saggio di lattato deidrogenasi. Se i suoi valori sono aumentati, questo indica un decorso di cirrosi ed epatite.

Come prepararsi per l'analisi

Per ottenere i dati di ricerca più accurati a livello di ALT e AST, è necessario che il paziente segua le seguenti raccomandazioni del medico prima della donazione di sangue:

  • rifiutare di mangiare almeno 8 ore prima di prelevare campioni di sangue;
  • Non consumare alcol e cibi grassi per 3 giorni prima dell'analisi;
  • nello stesso tempo limite per limitare l'attività fisica;
  • 14 giorni prima dello studio, interrompere l'assunzione di medicinali che interessano il fegato. Se è impossibile rifiutare i farmaci, il medico dovrebbe tenerne conto al momento di decifrare i dati;
  • Si consiglia di posticipare eventuali interventi chirurgici, cure odontoiatriche, diagnostica a ultrasuoni, raggi X ed esame rettale fino alla donazione di sangue.
  • Il giorno dell'analisi, è necessario che il paziente smetta di fumare, dorma abbastanza e non provi angoscia emotiva.

Il sangue per lo studio del livello delle sostanze enzimatiche del fegato viene prelevato da una vena (5-10 ml). Di regola, i dati sono pronti in un giorno.

Come decifrare i risultati delle analisi

A seconda del grado di aumento delle transaminasi, esistono 3 forme di enzimia:

  • moderato - la norma viene superata di 1,5-5 volte;
  • medio - il livello di enzimi è aumentato 6-10 volte;
  • grave (iperfermentemia) - con epatite, i livelli ematici di ALT e AST aumentano di 11 o più volte.

La decifrazione dei dati viene effettuata da un epatologo, un medico infettivo o un gastroenterologo. Fattori importanti nell'elaborazione dei risultati sono il sesso e l'età del paziente, da cui dipendono i valori normali:

  • per gli uomini: ALT - fino a 40 U / l, AST - fino a 31 U / l. La soglia inferiore è di 15 unità. È importante ricordare che nel caso dell'attività di un uomo associata a un duro lavoro fisico, è probabile che il livello degli enzimi epatici sia naturalmente elevato. La stessa immagine è tipica per coloro che abusano di alcol e assumono forti droghe epatotossiche.
  • per le donne: il tasso di ALT - fino a 32 U / l, AST - fino a 40 U / l. La cifra minima è di 20 unità.
  • per i bambini: nei piccoli pazienti, il livello normale degli enzimi epatici è maggiore rispetto agli adulti. L'ALT nella prima settimana è di circa 49 U / l, nel primo anno di vita - fino a 56 U / l, fino a sei anni - 30 U / l, fino a dodici anni - 39 U / l. Nello studio dei campioni di sangue di un neonato, è necessario tenere conto delle malattie infettive trasferite dalla madre durante il suo trasporto, il suo consumo di farmaci e alcol.

Oltre alle patologie elencate in una delle sezioni precedenti, i seguenti fattori possono influenzare significativamente il livello di ALT e AST:

  • bere eccessivo;
  • il passaggio della chemioterapia;
  • un forte aumento dello stress mentale e fisico;
  • grave stress e shock;
  • uso di droghe;
  • piombo intossicazione;
  • prendendo alcuni contraccettivi orali, aspirina e warfarin.

Cosa fare con un aumento del fegato

Molti pazienti sono interessati alla domanda su come ridurre ALT e AST nell'epatite. Naturalmente, il ritorno completo del livello degli enzimi epatici alla normalità avverrà solo dopo il recupero o la transizione dell'epatite ad uno stato meno attivo, ma i risultati degli esami possono anche essere significativamente migliorati con una dieta speciale.

Il primo passo è rinunciare agli alimenti grassi e agli alimenti che contengono grandi quantità di proteine. Inoltre, la "lista nera" include:

  • cipolle e aglio;
  • frutta acerba e acetosa;
  • ravanello e spinaci;
  • latticini con un'alta percentuale di grassi;
  • cioccolato e muffin;
  • verdure salate e sott'aceto;
  • bevande gassate, caffè forte e tè;
  • alcool.

Si raccomanda di dare la preferenza a cibi facilmente digeribili. La parte principale della dieta dovrebbe essere:

  • cereali integrali;
  • verdure e frutta;
  • pesce magro

La dieta deve essere combinata con l'uso di farmaci che aumentano l'immunità e complessi vitaminici specializzati. In rari casi, al paziente viene prescritta una terapia antibiotica.

ALT e SAT per l'epatite sono gli indicatori più importanti, dal momento che è su di loro che il medico è guidato quando prescrive e aggiusta il corso del trattamento. L'importante è fare regolarmente degli esami per controllare il livello di queste sostanze degli enzimi epatici e seguire tutte le raccomandazioni del medico curante per ridurne il contenuto nel sangue.

Qual è l'analisi per ALT e AST?

Il contenuto di ALT e AST nell'epatite nel sangue aumenta a causa della violazione dell'integrità delle membrane degli epatociti (cellule epatiche) e della loro distruzione. Gli indicatori indicano una lesione della ghiandola che consente di diagnosticare la patologia nella fase in cui non ci sono sintomi clinici.

Tuttavia, vale la pena ricordare che il livello degli enzimi può cambiare non solo con la disfunzione epatica, ma anche con le malattie del cuore, dei reni e del pancreas. Le transaminasi possono determinare la gravità della malattia e monitorare l'efficacia del trattamento.

Oltre a AST e ALT per l'epatite, la biochimica include altri indicatori che aiutano a determinare con maggiore precisione la natura e l'entità del danno d'organo. Questi includono:

  • gamma-glutamiltransferasi, che è un enzima coinvolto nel trasporto di aminoacidi. Si trova principalmente nel fegato, nel pancreas e nei reni. Data la ripartizione fisiologica delle cellule, una piccola quantità dell'enzima è presente nel flusso sanguigno. Con il suo aumento vale la pena sospettare una massiccia necrosi tessutale, a seguito della quale entra nel sangue;
  • la fosfatasi alcalina è un enzima importante coinvolto nell'idrolisi. È presente in molti tessuti, in particolare nell'intestino, nel fegato, nelle strutture ossee, nella placenta e nelle ghiandole mammarie (durante l'allattamento). L'attività massima della fosfatasi è osservata in un mezzo alcalino. Si noti che nei bambini un piccolo aumento dell'enzima è la norma, che è causata dalla rapida crescita del bambino;
  • la bilirubina è un prodotto della degradazione degli eritrociti, che si forma a seguito dell'elaborazione dell'emoglobina;
  • la lattato deidrogenasi è un indicatore di epatite e cirrosi.

Cosa sono ALT e AST?

Uno degli indicatori informativi della malattia del fegato è l'alanina aminotransferasi. Nel sangue, è contenuto in una piccola quantità, poiché è principalmente intracellulare. Con la morte massiccia di epatociti, viene registrato un livello elevato dell'enzima nel sangue.

Partecipa al metabolismo delle proteine, in particolare alla sintesi dell'amminoacido alanina, indispensabile per il nostro organismo. È necessario per il normale funzionamento del sistema nervoso, rafforzando la difesa immunitaria, la produzione di linfociti e la regolazione del metabolismo.

L'ALT si trova nel fegato, nel rene, nel polmone, nel pancreas, nel miocardio e nei muscoli.

L'AST nell'epatite è una transaminasi meno informativa, poiché il suo livello elevato può mostrare sia il danno agli epatociti che la necrosi miocardica. Inoltre, l'enzima si trova nelle cellule nervose e nelle fibre muscolari, dove i processi metabolici sono più attivi.

In un volume più piccolo è contenuto nei tessuti renali, pancreas e polmonari. Quando si verifica un danno cellulare, l'aspartato aminotransferasi lascia le cellule nel sangue. Più il processo di distruzione è attivo, maggiore è il valore dell'enzima nel sangue.

Per quali malattie oltre all'epatite è prescritta un'analisi?

Lo studio del livello di alanina aminotransferasi viene effettuato se si sospetta:

  1. malattie del tratto epatobiliare, quando il processo patologico coinvolge non solo il fegato, ma anche la vescica e i dotti biliari;
  2. lesione del pancreas;
  3. epatite virale;
  4. ittero emolitico;
  5. infarto miocardico;
  6. danno epatico cirrotico;
  7. malattie dei muscoli scheletrici (distrofia muscolare progressiva, disturbi metabolici);
  8. miocardite.

A fini profilattici, può essere fornita un'analisi:

  • persone che sono state in contatto con un paziente con epatite virale;
  • donatori che pianificano la donazione di sangue;
  • soffre di diabete;
  • pazienti obesi;
  • persone che abusano di alcol;
  • durante l'assunzione di farmaci epatotossici;
  • in presenza di ereditarietà gravata da malattie del fegato.

Le indicazioni per l'analisi biochimica con la determinazione del livello di AST includono:

  1. malattie del fegato (cirrosi, steatosi, echinococcosi);
  2. patologia del sistema circolatorio (ittero emolitico);
  3. malattie cardiache;
  4. insufficienza renale;
  5. Sindrome di ittero e colestasi sullo sfondo di ittero ostruttivo;
  6. malattie autoimmuni;
  7. encefalopatia per determinare la causa della disfunzione del SNC;
  8. pancreatite cronica;
  9. patologia del cancro di origine maligna;
  10. uso a lungo termine di farmaci epatotossici (antibiotici, farmaci chemioterapici);
  11. preparazione preoperatoria;
  12. controllo sulla dinamica del trattamento.

L'analisi biochimica per determinare il livello di transaminasi viene assegnata in presenza di reclami:

  1. dolore al fegato nell'ipocondrio destro, dispepsia sotto forma di nausea, vomito, distensione addominale e rottura dell'intestino (stitichezza, diarrea). Ci possono anche essere gialli della pelle e delle mucose, delle vene varicose, scolorimento delle feci, oscuramento delle urine e comparsa di vene dilatate sull'addome;
  2. dolore al pancreas nell'ipocondrio sinistro con irradiazione alla regione lombare, vomito ripetuto, flatulenza, grave debolezza e diarrea a seguito di una violazione della digestione del cibo;
  3. cuore dolorante che brucia il dolore che si estende alla scapola, al braccio e al collo. È possibile la violazione del ritmo cardiaco e abbassare la pressione sanguigna. Il paziente ha i brividi e la paura della morte;
  4. muscolo scheletrico, marcata debolezza e cambiamento nella forma del corpo a causa dell'atrofia muscolare.

Decodifica risultati

La determinazione della composizione qualitativa e quantitativa degli enzimi epatici viene effettuata in laboratorio. Per quanto riguarda l'interpretazione diretta dei risultati dell'analisi, questo dovrebbe essere fatto da un epatologo, uno specialista in malattie infettive o un gastroenterologo.

Dato il grado di aumento delle transaminasi, ci sono diverse forme di enzimia:

  1. moderato, quando gli indicatori superano la norma di 2-5 volte;
  2. livello di gravità moderato 6-10 volte;
  3. grave ALT e AST nell'epatite è 11 o più volte il contenuto normale.

L'alanina aminotransferasi non si trova praticamente nel flusso sanguigno, pertanto un aumento del livello dell'enzima dipende direttamente dalla gravità del processo distruttivo nelle cellule.

L'aumento del contenuto di ALT è caratteristico di tali malattie e processi patologici come:

  1. cirrosi;
  2. fase acuta di infiammazione del pancreas;
  3. degenerazione epatica maligna di origine primaria o metastatica;
  4. ittero ostruttivo quando la colestasi (ristagno della bile) è dovuta alla presenza di ostruzione del dotto;
  5. epatite infettiva acuta, alcolica o indotta da farmaci;
  6. disintegrazione del conglomerato tumorale;
  7. infarto del miocardio di grande area;
  8. miocardite e altre malattie cardiache, accompagnate dalla morte di cardiomiociti;
  9. ustioni;
  10. danni muscolari estesi.

Si può osservare un leggero aumento di alanina aminotransferasi:

  • nel periodo postoperatorio, quando durante l'intervento i cardiomiociti (cellule del cuore) sono stati danneggiati;
  • con infarto del miocardio di una piccola area;
  • mononucleosi;
  • epatosi grassa quando i lipidi si accumulano nelle cellule del fegato;
  • epatite quando l'infiammazione è cronica.

L'alanina aminotransferasi è uno degli indicatori della malattia epatica. Un mese prima della comparsa dei primi segni clinici di patologia nell'analisi biochimica, sono registrati i cambiamenti nel livello dell'enzima. Nella forma acuta della malattia, aumenta cinque volte. Se tali indicatori persistono per un lungo periodo, vale la pena parlare di patologia grave e morte cellulare massiva.

I cambiamenti nel livello di ALT possono diagnosticare la cirrosi in fase preclinica.

Una diminuzione del contenuto di alanina aminotransferasi nel sangue può indicare ipovitaminosi, quando il corpo è carente di acido folico e altri elementi benefici. È importante ricordare che una significativa diminuzione del livello dell'enzima nella cirrosi è un brutto segno. Questo indica la conservazione di un piccolo numero di epatociti normalmente funzionanti.

La biochimica può mostrare un aumento dell'ALT anche in assenza di un processo patologico nel corpo. Per ragioni fisiologiche per aumentare il livello dell'enzima dovrebbe includere:

  1. prendendo alcuni farmaci, ad esempio, antibatterici, immunostimolanti, anti-infiammatori non steroidei, sedativi e contraccettivi ormonali;
  2. pesante sforzo fisico;
  3. assumere integratori alimentari che hanno un effetto epatotossico;
  4. primo trimestre di gravidanza;
  5. dieta scorretta quando una persona abusa di fast food, cibi pronti, cibi grassi, affumicati, in scatola, soda e condimenti piccanti.

L'analisi è assegnata a:

  1. stabilire l'entità del danno agli epatociti e la conferma di cirrosi, epatite e altre malattie del fegato;
  2. determinare la causa dell'ittero;
  3. valutazione dell'efficacia della terapia;
  4. diagnostica delle malattie cardiache;
  5. controllo dello stato del fegato in pazienti che ricevono farmaci epatotossici.

Le ragioni per aumentare l'aspartato aminotransferasi includono:

  • attacco di cuore acuto;
  • l'epatite;
  • miocardite (autoimmune, infettiva);
  • cardiopatia reumatica;
  • neoplasma maligno del fegato di origine primaria o metastatica;
  • malattia epatica alcolica;
  • leucemia mieloide;
  • epatite grassa;
  • danno al miocardio o al fegato;
  • miosite e miodistrofia;
  • pancreatite acuta;
  • angina pectoris

Inoltre, durante l'intossicazione da alcool, il tromboembolismo vascolare, il colpo di calore, le ustioni e lo sforzo fisico intenso si osserva un aumento dell'enzima.

L'aumento massimo di AST è registrato in patologia epatica acuta.

Più di due volte l'aumento dell'aspartato aminotransferasi è considerato significativo dal punto di vista diagnostico. Avitaminosi, così come condizioni patologiche come la rottura del fegato e la cirrosi allo stadio terminale, possono ridurre il contenuto di enzima nel sangue.

Indicatori per gli uomini

Quando decifrare l'analisi biochimica, è necessario prestare attenzione al genere del paziente. Pertanto, per i rappresentanti di una buona metà della popolazione, il tasso di ALT è fino a 40 U / litro e il contenuto di aspartato aminotransferasi non deve superare 31 U / litro. Il limite inferiore degli indicatori è al livello di 15 unità. Inoltre, è necessario prestare attenzione alla professione del paziente, poiché il duro lavoro fisico può aumentare il livello degli enzimi epatici.

Non dimenticare le informazioni anamnestiche, poiché l'abuso di alcol e l'assunzione di farmaci epatotossici possono modificare in modo significativo la composizione quantitativa delle transaminasi nel sangue.

Indicatori per le donne

Se a una donna viene assegnata un'analisi biochimica, i risultati dovrebbero essere confrontati con i seguenti indicatori:

  1. il livello normale di ALT è fino a 32 U / l;
  2. Il contenuto di AST non deve superare i 40 U / litro. Il limite inferiore di 20 unità.

La decodifica dell'analisi può anche includere il coefficiente Ritis. È il rapporto tra alanina aminotransferasi e AST ed è misurato in U / litro. La norma è la fluttuazione dell'indice da 1,33 a 1,75. Quando il risultato è uguale a uno, è necessario sospettare una malattia epatica cronica di natura infiammatoria o distrofica.

Se il rapporto è inferiore a uno, indica epatite infettiva. Il suo eccesso di 2 unità / litro indica danni al muscolo cardiaco, a condizione che il normale contenuto di albumina nel sangue.

Epatosi grassa - sintomi e trattamento, dieta, complicanze, prevenzione dell'epatosi del fegato

L'epatosi grassa o l'obesità epatica, la distrofia grassa, è chiamata un processo cronico reversibile di distrofia epatica, che si verifica a seguito di un eccessivo accumulo di lipidi (grassi) nelle cellule epatiche.

Attualmente, vi è una rapida crescita di questa malattia a causa di violazioni sistematiche nella dieta, nonché uno stile di vita improprio di una persona. È possibile interrompere lo sviluppo della malattia identificando i fattori che influenzano l'insorgenza dell'epatosi grassa. I cambiamenti per il meglio si osservano dopo un mese in caso di trattamento tempestivo.

Epatite grassa: che cos'è?

L'epatosi grassa è una malattia cronica in cui si verifica la degenerazione delle cellule epatiche funzionali (epatociti) nel tessuto adiposo.

Nel caso dell'epatosi grassa, le cellule epatiche (epatociti) perdono la loro funzione, accumulando gradualmente in sé grassi semplici e rinascono nel tessuto adiposo. Con la steatosi o l'infiltrazione grassa, la massa di grasso supera il 5%, i suoi piccoli grappoli sono sparsi, ecco come appare l'epatosi grassa diffusa del fegato. Con il suo contenuto di oltre il 10% del peso totale del fegato, oltre la metà degli epatociti contiene già grasso.

Impara l'epatite grassa in un primo momento quasi impossibile. Sfortunatamente, i sintomi sono più pronunciati nell'ultima fase, quando la malattia sta già progredendo. Il paziente appare:

  • sensazione di pesantezza nel fegato;
  • eruzione cutanea e colore opaco;
  • disordine nella digestione, nausea frequente, vomito possibile;
  • visione offuscata.

Uno dei sintomi che caratterizzano i cambiamenti diffusi nel fegato dal tipo di epatosi grassa è un aumento delle sue dimensioni - epatomegalia. Il fegato malato occupa un posto enorme nella cavità interna di una persona, causando disagio. Il motivo per l'aumento delle dimensioni sono:

  • aumento del numero di cellule per combattere le sostanze tossiche;
  • moltiplicazione dei tessuti per ripristinare le funzioni perse;
  • cellule grasse in eccesso.

motivi

Sulla base delle ragioni che hanno portato all'epatosi, la malattia può essere suddivisa in due gruppi: ereditario e conseguente a una violazione dei processi metabolici nel corpo.

Le cause principali dell'epatosi grassa includono:

  • l'obesità;
  • malattie metaboliche;
  • mancanza di esercizio;
  • eccesso di cibo;
  • vegetarismo in violazione del metabolismo dei carboidrati;
  • diete per perdere peso;
  • uso a lungo termine di alcuni farmaci:
  • cordarone, diltiazem, tetraciclina scaduta, tamoxifene;
  • carenza nel corpo alfa-antitripsina;
  • trattamento antivirale per l'HIV;
  • un'overdose di vitamina A;
  • malattie degli organi di secrezione interna;
  • abuso sistematico di alcol;
  • esposizione alle radiazioni;
  • malattie dell'apparato digerente.

La progressione della distrofia cellulare porta ad un processo infiammatorio, che a sua volta porta alla morte e alla cicatrizzazione dei tessuti (cirrosi). Allo stesso tempo, patologie concomitanti del tratto gastrointestinale, sistema cardiovascolare, disordini metabolici si sviluppano:

  • diabete mellito;
  • calcoli biliari;
  • carenza di enzimi digestivi;
  • discinesia biliare;
  • infiammazione del pancreas;
  • ipertensione;
  • ischemia del cuore.

Nel caso di epatite grassa del fegato, il paziente soffre pesantemente di eventuali infezioni, lesioni e interventi.

Esistono fattori di rischio per la formazione dell'epatosi grassa, tra cui:

  • ipertensione;
  • genere femminile;
  • piastrine ridotte;
  • aumento della fosfatasi alcalina e del THG;
  • Polimorfismo del gene PNPLA3 / 148M.

Sulla base delle ragioni, possiamo dire che lo sviluppo dell'epatosi può essere prevenuto. Cambiare lo stile di vita non solo preverrà l'apparizione della malattia, ma la eliminerà anche nella fase iniziale.

gradi

Con l'accumulo di grasso, l'epatosi grassa del fegato è divisa in tre livelli di sviluppo:

  1. Il primo grado è caratterizzato da un piccolo accumulo di cellule grasse semplici. Se questi accumuli sono marcati nel numero di diversi focolai e viene diagnosticata una grande distanza tra loro, allora questa è un'epatosi grassa diffusa.
  2. Il secondo grado è messo nel caso in cui il volume di grasso nel fegato aumenta, e anche nella struttura dell'organo ci sono aree di tessuto connettivo.
  3. Il terzo grado più grave della malattia si nota quando le aree di crescita eccessiva delle cellule del fegato con tessuto connettivo e grandi depositi di grasso sono chiaramente visibili.

I sintomi dell'epatosi grassa negli adulti

L'epatosi del fegato è una malattia silenziosa. Spesso fino a quando il processo non viene trascurato, una persona sviluppa cirrosi epatica, nulla è evidente. Tuttavia, questa è solo un'apparizione. Se ascolti attentamente il tuo corpo, noterai qualcosa che non è stato osservato in precedenza. I primi sintomi di epatite grassa del fegato includono:

  • Dolore nella parte destra.
  • Fegato ingrossato, visibile alla palpazione.
  • Disturbi digestivi: vomito, diarrea, nausea o costipazione.
  • Deterioramento della pelle e dei capelli.
  • Predisposizione a raffreddori, scarsa immunità e reazioni allergiche.
  • Disfunzione riproduttiva, impossibilità del concepimento.
  • Nelle donne, ci sono deviazioni del ciclo mestruale, sanguinamento pesante o irregolare.
  • Degradazione della coagulazione del sangue.

Di solito, i sintomi dell'ansia non compaiono tutti in una volta, ma aumentano nel tempo. All'inizio, i pazienti lamentano dolore e disagio, quindi compaiono sintomi di intossicazione del corpo, perché l'organo interessato smette di svolgere la sua funzione.

Se il trattamento non viene eseguito nella fase iniziale, iniziano a comparire le caratteristiche dei sintomi delle diverse fasi dell'insufficienza epatica:

  • caratterizzato da nausea e debolezza, sonnolenza,
  • diminuzione della capacità lavorativa
  • c'è disgusto per il cibo
  • il coordinamento peggiora;
  • si manifesta con ittero,
  • gonfiore,
  • dispepsia,
  • diatesi
  • appare una debolezza generale
  • l'idropisia addominale può svilupparsi
  • caratterizzato da cambiamenti negli organi interni,
  • disordine metabolico.

Nei casi più gravi è possibile:

Se l'epatosi epatica non viene curata, compaiono i sintomi della cirrosi epatica e dell'insufficienza epatica:

  • cambiamento di comportamento; ittero;
  • la monotonia della parola;
  • la debolezza;
  • avversione al cibo;
  • ascite;
  • violazione del coordinamento.

È importante diagnosticare l'epatosi grassa del fegato in una fase precoce - i sintomi e il trattamento sono determinati e prescritti solo da un medico. Quindi maggiore è la probabilità di ripristinare completamente le sue funzioni. Il paziente può abbreviare il tempo di guarigione se osserva tutte le prescrizioni. Purtroppo, in una fase iniziale, i sintomi dell'epatosi grassa non compaiono.

Le persone a rischio dovrebbero essere testate periodicamente per rilevare i cambiamenti diffusi e iniziare il trattamento.

complicazioni

L'epatosi grassa porta a disfunzione epatica, che è mortale per il paziente. La graduale intossicazione del corpo influisce negativamente sul lavoro del cuore, dei reni e persino dei polmoni, causando danni irreversibili. Molto spesso, l'epatosi si sviluppa in cirrosi e questa malattia non è affatto trattabile.

Effetti per il corpo:

  • La stagnazione compare nella cistifellea, causando colecistite, pancreatite e formazione di calcoli. Di conseguenza, il cibo cessa di essere completamente digerito, sovraccarico l'intestino e provoca dysbacteriosis.
  • Una prestazione inadeguata del fegato porta a una carenza di oligoelementi essenziali. Di conseguenza, l'attività cardiaca e le condizioni delle arterie sanguigne peggiorano, l'ipertensione, le vene varicose si verificano, l'acuità visiva diminuisce.
  • Inoltre, vi è una diminuzione dell'immunità, che porta a frequenti raffreddori, malattie infettive e fungine.

diagnostica

All'esame e alla palpazione del medico, il fegato non è ingrandito, senza caratteristiche. Solo quando il grasso accumula una grande quantità, il fegato può ingrandirsi con bordi morbidi e arrotondati, doloroso al tatto. Nelle prime fasi dell'epatosi adiposa, i sintomi pronunciati di solito non vengono rilevati. Nei pazienti con diabete a causa di epatite.

L'elenco delle misure necessarie per fare una diagnosi accurata include:

  • Ultrasuoni del fegato. Tradizionalmente, un esame ecografico del fegato aiuta a rivelarne l'aumento, e questo quasi sempre parla di problemi con l'organo.
  • Studio tomografico La risonanza magnetica ti consente di valutare la struttura del fegato. Se il grasso corporeo è depositato, sarà visto su una risonanza magnetica.
  • Analisi biochimica del sangue Gli indicatori di ALT e AST sono valutati. Quando vengono allevati, è una malattia del fegato.
  • Biopsia. Si tiene meno spesso. Ti permette di scoprire se il grasso è presente nella struttura del corpo.

Come trattare il fegato grasso

Il trattamento principale dell'epatosi adiposa ha lo scopo di eliminare i fattori che hanno causato la malattia, migliorare le capacità rigenerative del fegato, migliorare il metabolismo e la disintossicazione. In caso di epatite grassa, è necessario non solo prendere la medicina, ma anche aggiustare lo stile di vita, la dieta. I farmaci sono usati in combinazione: sono necessari mezzi efficaci per stabilizzare le membrane e antiossidanti.

La terapia farmacologica per l'epatite grassa include l'assunzione di farmaci per migliorare la funzione del fegato e delle sue cellule:

  • Fosfolipidi essenziali (Esssliver, Essentiale Forte, Berlition),
  • gruppo acido solfammico (taurina o metionina),
  • preparati a base di erbe-epatoprotettori (Kars, LIV-52, estratto di carciofo),
  • prendendo vitamine antiossidanti - tocoferolo o retinolo,
  • prendendo preparazioni di selenio,
  • farmaci del gruppo B per via intramuscolare o in compresse.

La fitoterapia si è dimostrata efficace: i farmaci vengono usati come holagol, gepabene, estratti di curcuma, cardo mariano, acetosella.

  • Berlition è prescritto in una dose fino a 300 mg (1 etichetta). Due volte al giorno fino a 2 mesi. Con una dinamica severa, Berlition viene somministrato per via endovenosa fino a 600 mg in due settimane, seguito da un passaggio a 300-600 mg al giorno in compresse.
  • Essentiale è prescritto fino a 2 capsule (600 mg) 3 volte al giorno. La durata del trattamento è fino a 3 mesi. Abbassare gradualmente il dosaggio a 1 capsula 3 volte al giorno.
  • Efficace farmaco stabilizzante della membrana è carciofo - Hofitol. Assegnare prima dei pasti (3 volte al giorno) per tre compresse in un corso di 3 settimane.

Prima dell'uso, consultare il medico, come ci sono controindicazioni

Raccomandazioni per i pazienti

Il paziente a casa deve:

  1. Per dieta, esclusi i grassi, ma ricchi di proteine;
  2. Condurre uno stile di vita attivo che promuoverà la perdita di peso, se necessario, nonché accelerare il metabolismo;
  3. Assumere farmaci prescritti da un medico, inclusi acido folico, vitamina B12, ecc. Per migliorare la digestione;
  4. Visita il medico;
  5. Mangiare cibo bollito e cotto a vapore, se possibile, tritato finemente o macinato in purea.

dieta

Una persona che ha avuto l'epatosi grassa dovrebbe riconsiderare completamente il proprio stile di vita e dieta, in cui è necessario eliminare il consumo di grassi animali. Allo stesso tempo, il cibo dovrebbe includere alimenti che aiutano a dissolvere i grassi depositati nel fegato. Mangiare dovrebbe essere 5 volte al giorno, in piccole porzioni, al fine di ridurre il carico sul fegato.

  • verdure fresche bollite e al vapore;
  • zuppe vegetariane e borscht (senza carne);
  • zuppe di latte;
  • formaggio magro e non piccante;
  • uova sode (1 al giorno);
  • omelette al vapore;
  • farina d'avena, grano saraceno, semolino e porridge di riso;
  • latte;
  • ricotta a basso contenuto di grassi o a basso contenuto di grassi;
  • kefir, yogurt magro.
  • Sostituire il cacao e il caffè con un tè non zuccherato.
  • brodi di carne,
  • carne e pesce grassi,
  • cipolle fresche e aglio,
  • fagioli e fagioli,
  • pomodori,
  • funghi,
  • ravanello,
  • cibo in scatola
  • prodotti salati e affumicati,
  • ricotta grassa e panna acida.

I pazienti con epatite dovrebbero anche mangiare i seguenti prodotti in qualsiasi quantità:

  • carciofo per stabilizzare i processi che si verificano nel fegato;
  • pinoli per aiutare a riparare le cellule dei tessuti;
  • acetosa, che svolge le funzioni di un componente stabilizzante ed elimina le formazioni grasse nell'organo interessato;
  • cannella, che abbatte anche i depositi di grasso;
  • curcuma, che neutralizza lo zucchero e i radicali liberi, che si formano nel sangue durante l'epatite e influenzano negativamente il funzionamento del fegato.

Menu per la giornata con l'epatite

Un menu di esempio per il giorno dovrebbe soddisfare i requisiti della dieta e includere:

  • Prima colazione: farina d'avena in acqua con latte, ricotta a basso contenuto di grassi, tè nero.
  • La seconda colazione - frutta secca, mela, prugne secche.
  • Pranzo - zuppa di verdure con oli vegetali (mais, oliva), polenta di grano saraceno, composta.
  • Snack - pane, biscotti salati, brodo dai fianchi.
  • Cena - purè di patate con pesce al vapore, insalata di barbabietola, kefir magro.

Rimedi popolari per l'epatite

Prima di utilizzare i rimedi tradizionali, assicurarsi di consultare un gastroenterologo.

  1. Allevia la nausea e la pesantezza del tè con menta e melissa, che viene prodotta e bevuta sintomaticamente, vale a dire quando i sintomi disturbano direttamente.
  2. Cardo mariano (o cardo mariano). È progettato per migliorare il flusso della bile, normalizzare non solo il fegato, ma anche la cistifellea. Ha anche una funzione di formazione di mobili, aiuta a ripristinare le cellule del fegato e aiuta a sintetizzare le proteine.
  3. Spesso con l'epatite aiuta l'infusione a base di menta piperita. Un cucchiaio di tale pianta essiccata (di solito foglie di menta schiacciate) viene riempito con 100 grammi di acqua bollente e lasciato durante la notte. Al mattino, l'infusione viene filtrata, dopo di che dovrebbe essere divisa in tre parti uguali. Ogni porzione è bevuta prima dei pasti durante il giorno.
  4. Cinorrodi. Aiutano a rimuovere le tossine dal corpo, arricchirlo con microelementi e vitamine. Circa 50 g di rosa canina insistono in 500 ml di acqua bollente per 12 ore. Prendere tre volte al giorno, 150 ml.
  5. La raccolta epatica è progettata per il trattamento entro 2 mesi. Composto da: erba di San Giovanni, piantaggine, rapa, muslinitsa (in 3 parti), immortelle, eleutherococcus (2 parti), camomilla (parte 1). 1 cucchiaio. l. raccolta versare un bicchiere di acqua bollente, dopo 30 minuti - filtrare. Bere 30 ml prima dei pasti, non dolcificati, tre volte al giorno.

prevenzione

Se si vuole evitare il verificarsi di questa malattia, è molto importante rispettare le misure preventive. Cosa, quindi, sarà rilevante?

  • Corretta alimentazione
  • Mantenere il peso è normale.
  • Hai bisogno di condurre uno stile di vita attivo. Passeggiate molto importanti all'aria aperta e un moderato esercizio fisico.
  • Nel giorno hai bisogno di bere almeno due litri d'acqua.
  • Devi anche rinunciare a cattive abitudini. Soprattutto dal prendere alcolici.
  • È importante monitorare i livelli di zucchero nel sangue.

L'epatosi grassa è una malattia epatica reversibile. Questa patologia può essere trattata con successo nelle fasi iniziali. Non esiste una cura definitiva. Tutto si riduce a un cambiamento nello stile di vita, alla revisione della nutrizione, all'eliminazione dei fattori eziologici (causali).

Epatite grassa

A. Demkin

Epatosi grassa: trattamento, nutrizione e stile di vita.

Epatite grassa

L'epatosi grassa (degenerazione grassa del fegato, steatosi epatica, fegato grasso, fegato grasso) è una malattia del fegato distrofica reversibile causata da steatosi (accumulo anormale di lipidi all'interno delle cellule epatiche). L'epatosi grassa è la malattia più comune nel mondo moderno a causa della malnutrizione e dello stile di vita. La reversibilità dell'epatosi adiposa è possibile con l'individuazione tempestiva di fattori che contribuiscono al verificarsi dell'epatosi grassa e la cessazione della loro azione.

Cosa succede nel fegato durante l'epatosi grassa (steatosi): all'interno delle cellule del fegato (epatociti), grandi vacuoli di trigliceridi (grassi neutri), appaiono fibre di collagene, segni di infiammazione. Nonostante le numerose cause del fegato grasso, l'epatosi grassa può essere considerata una malattia che si manifesta in persone con un consumo eccessivo di alcol e in coloro che sono obesi (con o senza l'effetto dell'insulino-resistenza) o nella cosiddetta "sindrome metabolica" - un complesso tra cui l'obesità centrale (obesità degli organi interni), ipertensione, livelli elevati di lipidi plasmatici e ridotta tolleranza al glucosio. La steatosi epatica è anche associata ad altre malattie che influiscono sul metabolismo dei grassi. Il criterio morfologico dell'epatosi grassa (con biopsia epatica) è il contenuto di trigliceridi nel fegato superiore al 10% del peso secco. L'epatosi grassa morfologicamente alcolica e l'epatosi grassa non alcolica sono indistinguibili.

4 gradi di distrofia grassa del fegato sono morfologicamente distinti: il grado zero di distrofia grassa del fegato - piccole gocce di grasso catturano gruppi separati di cellule epatiche; I grado di degenerazione grassa del fegato - media focale moderatamente pronunciata e obesità grassa delle cellule epatiche; II grado di fegato grasso - moderatamente diffusa piccola, media, grande goccia, obesità per lo più intracellulare; Fegato grasso di grado III - elevata obesità diffusa diffusa con obesità extracellulare e formazione di cisti grasse. [Podymova S.D. Epatosi grassa, steatoepatite non alcolica. Caratteristiche cliniche e morfologiche. Previsione. Trattamento del cancro al seno]

L'epatosi grassa può essere asintomatica e può essere determinata solo mediante diagnostica ecografica, aumento degli enzimi epatici (ALT, AST - gli indicatori possono fluttuare ed essere elevati solo nel 50% dei casi. Rapporto tra AST e ALT 2 nell'epatosi grassa alcolica. % aumenta il livello di ferritina) e la biopsia. Negli Stati Uniti con biopsia epatica, l'epatosi fatale è riscontrata in potenziali donatori nel 33% di quelli esaminati [Browning J, Szczepaniak L, Dobbins R, Norimberga P, Horton J, Cohen J, et al. Prevalenza della steatosi epatica in una popolazione urbana negli Stati Uniti: impatto dell'etnia. Epatologia 2004; 40: 1387-95. ] e nel 31% di quelli esaminati utilizzando la spettroscopia a risonanza magnetica. [Ryan CK, Johnson LA, Germin BI, Marcos A. Cento biopsie epatiche consecutive per trapianto di fegato. Liver Transpl 2002; 8: 1114-22. ]. Un'ecografia del fegato mostra segni di epatite grassa nel 12-16% della popolazione. [Bellentani S, Saccoccio G, Masutti F, Croce LS, Brandi G, Sasso F, et al. Rev. e fattori di rischio per la steatosi epatica nell'Italia settentrionale. Ann Intern Med2000; 132: 112-7. ]. Gli uomini di età compresa tra 40-56 anni soffrono più spesso (dati di autori stranieri - secondo dati nazionali le donne soffrono di epatite grassa), persone che soffrono di obesità (il 76% ha epatite grassa) o sono sovrappeso (56% -79%), diabete (50% ha un'epatosi grassa) o sindrome metabolica (30%), conducendo uno stile di vita sedentario, bevendo alcolici, inclini a mangiare troppo.

Tra coloro che non soffrono di diabete o obesità, i fattori di rischio sono iperglicemia, ipertrigliceridemia, iperuricemia, obesità centrale, ipertensione e bassi livelli di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL). [Kim HJ, Lee KE, Kim DJ, Kim SK, Ahn CW, Lim SK, e altri. Significato metabolico del fegato grasso non alcolico in adulti nonobesi e non diabetici. Arch Intern Med2004; 164: 2169-75.]

L'accumulo di grasso nel fegato può (ma non necessariamente) essere accompagnato da una progressiva infiammazione del fegato (epatite), in questo caso chiamata steatoepatite. L'infiammazione prolungata può portare alla distruzione di epatociti, fibrosi progressiva e cirrosi epatica. Sono stati descritti anche casi di carcinoma epatocellulare [Marrero JA, Fontana RJ, Su GL, Conjeevaram HS, Emick DM, Lok AS. La NAFLD può essere un carcinoma a cellule epatiche negli Stati Uniti..Hepatology2002; 36: 1349-54.]

Se i sintomi dell'epatosi grassa sono pronunciati, allora il paziente può sentire pesantezza e disagio nell'ipocondrio destro. Si può determinare un moderato ingrandimento del fegato (il fegato sporge da sotto l'arco costale a 3-5 cm). Lo studio ecografico con epatite grassa mostra un fegato "brillante" con aumento di ecogenicità. L'ecografia Doppler mostra una diminuzione del flusso sanguigno. Con la tomografia computerizzata, il fegato grasso è meno denso della milza. Il grasso nel fegato è pronunciato in immagini T1-pesate con risonanza magnetica.

Quando si effettua una diagnosi, è necessario escludere l'epatite virale attraverso la ricerca sierologica.

Possibili cause di epatite grassa

Le cause esatte dell'epatosi grassa non sono state stabilite. Tuttavia, l'associazione di epatosi grassa con i seguenti fattori è stata rivelata:

Possibile patogenesi dell'epatosi grassa

La patogenesi dell'epatosi grassa non è ben compresa. Presumibilmente, la base della patogenesi dell'epatosi adiposa è il consumo eccessivo di cibi grassi e ipercalorici, disturbi del metabolismo dei grassi nel corpo umano, che possono essere causati da uno squilibrio del loro accumulo e del consumo di energia. La resistenza all'insulina può essere una possibile causa di epatite grassa, con conseguente aumento del trasporto di acidi grassi dal tessuto adiposo al fegato. Inoltre, l'inibizione dei recettori che controllano gli enzimi responsabili dell'ossidazione e della sintesi degli acidi grassi, che porta all'accumulo di grasso, può contribuire alla comparsa dell'epatosi grassa. L'alcol, le tossine e i farmaci sono in grado di danneggiare i mitocondri cellulari e altre strutture cellulari, con conseguente deterioramento dell'utilizzo degli acidi grassi. Uno dei fattori nello sviluppo dell'epatosi grassa è considerato la disbiosi cronica intestinale.

Trattamento dell'epatosi grassa

Non esiste un trattamento specifico per l'epatosi grassa. La strategia terapeutica consiste nell'eliminare i fattori che possono causare la degenerazione grassa del fegato, la correzione del metabolismo, il miglioramento della rigenerazione epatica, la sua disintossicazione e la protezione da fattori dannosi. Insieme con i farmaci nel trattamento dell'epatosi grassa gioca un cambiamento nello stile di vita del paziente e la correzione del suo comportamento alimentare. Considerare i principali componenti del trattamento dell'epatosi grassa.

Trattamento farmacologico dell'epatosi grassa

I farmaci stabilizzanti e antiossidanti a membrana usati per il trattamento dell'epatosi grassa possono essere suddivisi in tre gruppi

1. I preparati che contengono fosfolipidi essenziali nella loro composizione, la colina fosfatidietanolo svolge un ruolo speciale in questi preparati. È grazie a questi farmaci fosfolipidi che hanno la capacità di proteggere gli epatociti. (Essentiale, Essliver Forte, phosphogliv).
2. Preparazioni relative ai solfo-amminoacidi (metionina, ademetionina (Heptral), taurina (Dibikor).
3. Preparati contenenti estratti di materie prime vegetali, spesso con un meccanismo d'azione non identificato (Kars, Liv.52).

Berlition (farmaco alfa-lipoico o acido tiottico) o è prescritto a una dose di 300 mg (1 etichetta) - 1-2 volte al giorno per 1-2 mesi. Nei casi più gravi, Berlition viene somministrato per via endovenosa alla dose di 600 mg per 2 settimane. con assunzione successiva di 300-600 mg / die. in pillole. È possibile utilizzare altri farmaci L'acido tioctico, che migliora il metabolismo energetico nelle cellule del fegato, ha un effetto metabolico ed epatoprotettivo.

Si consiglia di somministrare Heptral per via endovenosa all'inizio del ciclo di trattamento.

Essentiale viene prescritto 2 capsule (600 mg) 3 volte al giorno. La durata del trattamento con Essentiale Forte è di almeno 2-3 mesi. Dopo 3-4 settimane di trattamento con Essentiale Forte, trasferire a dosi di mantenimento (1 capsula 3 volte al giorno).

Un agente stabilizzante di membrana efficace è il farmaco di carciofo - Hofitol. L'effetto farmacologico del farmaco è dovuto al complesso di sostanze biologicamente attive nelle foglie di carciofo. Tsinarin in combinazione con acidi fenolici ha effetti coleretici ed epatoprotettivi. L'acido ascorbico, il carotene, le vitamine B1 e B2, l'inulina, contenute nel carciofo, contribuiscono alla normalizzazione dei processi metabolici. 3 compresse vengono somministrate per via orale 3 volte al giorno prima dei pasti - un ciclo di 3 settimane.

Una menzione speciale dovrebbe essere fatta di taurina (compresse di Dibikor, capsule di Taufon). La preparazione di taurina utile nel trattamento della steatosi epatica fatto che presenta contemporaneamente diversi meccanismi d'azione: membrane-: taurina promuove la formazione dei principali epatociti mebrany cella fosfolipidi (fosfatidiletanholina di fosfatidiletanoamina), antiossidanti (grazie all'eliminazione della ksiloroda specie reattive dell'ossigeno (ROS) e ridurre la perossidazione di membrana lipidica insaturo ).

Inoltre, la taurina aumenta il flusso sanguigno epatico, contribuisce alla solubilità degli acidi biliari [Elizarova E.P. Il razionale per l'uso di Dibikor in gastroenterologia, vale a dire con la malattia del fegato www.dibikor.ru], l'escrezione della bile, migliora l'attività degli epatociti [Miyata K, Ikawa O, Izumi H, Shimomura K, Matsumura H, Kakihara N, Katoh Y, Ohgaki M, Izyuka R, Fujii K, Shimotsuma M, Tkenaka A. causati da UFT per il cancro del colon. Gan To Kagaku Ryoho. 2006 May; 33 (5): 671-3], riduce in modo affidabile il colesterolo totale (X), X-LDL e trigliceridi, aumentando l'X-HDL, corregge il metabolismo degli zuccheri (riducendo la glicemia magra e postprandiale, riducendo l'emoglobina glicata), riduce Attività ALT e AST. [Shestakova M.V., Chugunova L.A., Shamkhalova M.Sh. Esperienza nell'uso di Dibikor nel diabete di tipo 2. Sugar Diabetes, 2007, 1.]. Anche la taurina ha un moderato effetto ipotensivo e anti-sclerotico. Pertanto, la nomina della taurina nel trattamento dell'epatosi adiposa simultaneamente risolve molti problemi associati all'eziologia della malattia. Inoltre, la taurina è molto più economica rispetto, ad esempio, a Geptral. Nel trattamento dell'epatosi grassa, la taurina viene prescritta in una dose giornaliera di 2-4 grammi, suddivisa in 2-3 dosi nell'arco di 1-2 mesi.

Per ridurre la densità della bile, migliorare il suo deflusso (che porta ad una diminuzione o scomparsa della sensazione di pesantezza e scoppio nel giusto ipocondrio), viene usata la Holosas (molto gustosa) a base di erbe medicinali - 30 minuti prima di un pasto, 1 cucchiaino. Pur mantenendo la sensazione di pesantezza, puoi anche prendere 1 compressa di alcole dopo un pasto. Attenzione! L'alcol è controindicato in presenza di malattia del calcoli biliari!

Vitamine: la disintossicazione del fegato aiuta la niacina (acido nicotinico, vitamina PP) e ribovlavina (vitamina B2). Esistono prove dell'efficacia dell'inclusione nel corso del trattamento della betaina, che aumenta la concentrazione di S-adenosil-metionina - una sostanza che combatte lo stress ossidativo nel fegato. La betaina è stata assunta ogni giorno in una dose di 20 g (venti grammi) per 12 mesi. [Abdelmalek M, Schuyler O, Angulo P, et al: Betaina per malattia del fegato grasso non alcolico: risultati di uno studio randomizzato controllato con placebo. Epatologia 2009; Epub] Sfortunatamente, la betaina ha effetti collaterali gastrointestinali.

Si noti che nel trattamento dell'epatosi adiposa, la vitamina E viene spesso prescritta come antiossidante.Tuttavia, studi recenti (D. Lichtenberg, I. Pinchuk, M. Leshno, Y. Dotan, 2009) hanno dimostrato che l'uso di vitamina E in dosi elevate può ridurre la qualità vita (il periodo della vita senza malattia) aumentando il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio è stato condotto dalla Sackler Medical School e dall'Università di Tel Aviv sulla base di un'analisi di 300.000 case history negli Stati Uniti, in Europa e in Israele. L'assunzione di vitamina E non significa che la durata della vita sarà certamente ridotta, ma è ovvio che l'assunzione di tale rischio potrebbe causare più facilmente danni che benefici. [Arteriosclerosi, Trombosi Biologia vascolare. 2009 Sep; 29 (9): 1304-9.] Il selenio può essere usato come alternativa alla vitamina E.

Erbe curative per l'epatite grassa

Cannella L'uso costante di cannella nel cibo riduce l'accumulo di cellule adipose nel fegato. [Kanuri G, Weber S, Volynets V, Spruss A, Bischoff SC, Bergheim I. Estratto di cannella. J Nutr 2009; 139: 482-7]. Inoltre, la cannella riduce l'appetito, abbassa la glicemia e il colesterolo.

Curcuma (curcuma) o curcuma (curcuma). Famiglia di zenzero Ha attività antiossidante, contribuisce alla produzione di bile, drenaggio dei dotti gastrici, ammorbidisce i calcoli della cistifellea. Abbassa lo zucchero Disponibile sotto forma di farmaco HOLAGOL. Assegnare 5-10 gocce del farmaco (su un pezzo di zucchero) 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. Il corso del trattamento è di 3-6 settimane.

Carciofi - Includere i carciofi nella dieta e terminare con Hofitol, di cui abbiamo parlato sopra.

Stile di vita e dieta con epatite grassa

Uno dei motivi per lo sviluppo del fegato grasso è l'ipodynamia e la disintossicazione, accompagnati dalla trasmissione. È necessario ridurre il peso alla normalità a una velocità di 500 g alla settimana. Una diminuzione del peso corporeo ad una velocità di oltre 1600 grammi a settimana è più probabile che porti allo sviluppo di infiammazione del fegato [Andersen T, Gluud C, Franzmann MB, et al. J Hepatol 1991; 12: 224-9.]. La riduzione del peso corporeo del 5-10% porta già a un miglioramento dello stato del fegato. [Naniwadekar A.S. Raccomandazioni nutrizionali per i pazienti con malattia del fegato grasso non alcolico: una revisione basata sull'evidenza / gastroenterologia pratica - 2010. - febbraio.] Sono necessari allenamenti giornalieri di intensità moderata di 30 minuti - 1 ora al giorno (ad esempio, una cyclette). Si consiglia di camminare il più possibile (comprese le scale). La dieta è essenziale e in alcuni casi guida nel trattamento di pazienti con epatite grassa. Gli studi hanno dimostrato che il miglioramento della condizione dei pazienti con epatite grassa contribuisce sia ad una dieta con una ridotta quantità di grassi, sia a una dieta a basso contenuto calorico con una diminuzione della quantità di grasso. La maggior parte delle diete sottoposte a test clinici nel trattamento dell'epatosi grassa, offre una riduzione del contenuto calorico totale dei piatti a 25-30 kcal / kg di peso corporeo ideale (e non reale) / al giorno. Ad esempio, per una donna alta 165 cm all'età di 40 anni, il limite massimo approssimativo per il peso corporeo ideale è 165 cm - 100 = 65 kg. Il limite superiore di assunzione calorica della dieta giornaliera per una donna del genere dovrebbe essere di 65 kg x 30 kcal = 1950 kcal al giorno.

Studi clinici hanno dimostrato l'efficacia dell'uso del farmaco Orlistat, che aiuta a ridurre il peso corporeo a causa dell'inibizione delle lipasi gastrointestinali, che porta a una diminuzione dell'assorbimento di acidi grassi e colesterolo di circa 1/3. Durante il trattamento con Orlistat alla dose di 120 mg tre volte al giorno, il peso dei pazienti è diminuito in media di 2,9 kg, gli indicatori della pressione arteriosa sono migliorati, il livello di ALT e il colesterolo nel plasma sanguigno sono diminuiti. [Naniwadekar A.S. Raccomandazioni nutrizionali per i pazienti con malattia del fegato grasso non alcolico: una revisione basata sull'evidenza / gastroenterologia pratica - 2010. - febbraio.]

Linee guida nutrizionali generali per l'epatite grassa:

Frutta e verdura della famiglia delle crucifere sono utili, come cavoli, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles.

La carne dovrebbe preferire pesce e frutti di mare (ricchi di taurina). Cuocere cibi bolliti, non fritti. Limitare l'assunzione di pollo da allevamenti di pollame - tali galline contengono tracce di antibiotici, ormoni e pesticidi da mangimi industriali, che creano un carico aggiuntivo sul fegato. Usa la cannella come condimento per tutti i piatti.

Bere almeno 2 litri di acqua pura al giorno.

Limitare al minimo (escludere) l'uso di prodotti contenenti grassi trans (tutti prodotti in fabbrica), sciroppo di glucosio-fruttosio di mais (miele "finto", dolci, bevande gassate dolci e succhi), latticini grassi come latte, panna, fuso formaggio e formaggio in generale (ad alto contenuto di grassi). Puoi mangiare latticini a basso contenuto di grassi (airan, tan).

Eliminare completamente l'alcol (se non si è in grado di rinunciare all'alcool - diluire l'alcol con acqua o bere molta acqua e mai bere alcool puro), limonata dolce, pasticcini bianchi, dolci, colazioni pronte (cereali), pasta, riso bianco e altra farina prodotti, grassi, maionese, margarina, ecc. Bevi il tè non zuccherato e, se possibile, rimuovi lo zucchero dalla dieta. (Zucchero - la causa di molte malattie "civiltà"). Idealmente, elimina tutti i tipi di alimenti "industriali" dalla tua dieta - tutto ciò che è preparato nelle fabbriche alimentari. Utilizzare solo prodotti naturali (organici).

Controlla la glicemia e il colesterolo. La disintossicazione del fegato è assistita da un ciclo di visite a una sauna a bassa temperatura (55-60 ° C) con un'umidità non superiore al 15-20% (in assenza di controindicazioni). Sauna a infrarossi ideale, come opzione più sicura quando si scelgono le sessioni di sauna correttamente selezionate.

Non fare l'epatopatia grassa - e si ritirerà con la tua perseveranza e forza di volontà. Ricorda che se in seguito ritorni al tuo precedente stile di vita con l'alcol, l'eccesso di cibo e l'inattività fisica, allora molto probabilmente la tua malattia tornerà.

Attenzione! Tutti gli articoli sono di natura informativa e in nessun caso possono essere usati come guida per diagnosticare e curare le malattie da soli, senza la partecipazione di un medico. Gli articoli possono contenere errori e inesattezze e riflettere l'opinione soggettiva dell'autore. Se tu o qualcuno vicino a te sei malato: per favore consulta un medico invece di auto-medicarti!

Articolo Precedente

MYLAN