Alfaron por.liof.d / in. fl. 3.000.000 di unità IU. 5 farmaclone

Diete

Istruzioni per l'uso:

Alfaron - interferone umano ricombinante alfa-2b con azione immunomodulante, antimicrobica, antitumorale, antivirale, antinfiammatoria.

Rilascia forma e composizione

  • Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale: massa igroscopica porosa di colore quasi bianco o bianco (in bottiglie: in un pacco di cartone di 1, 5, 10 o 20 bottiglie, in una cella di contorno o un pacco di contorno di cassetta di 1, 5, 10 o 20 bottiglie, in una scatola di cartone 1 pacco);
  • Liofilizzato per la preparazione di una soluzione per uso intranasale: massa porosa di luce gialla o bianca, igroscopica; dopo dissoluzione - un liquido giallo chiaro chiaro o incolore senza inclusioni e sedimenti estranei (in flaconi, in un fascio di cartone da 1 o 5 flaconi completo di 1 o 5 flaconi o fiale (5 ml) di acqua per preparazioni iniettabili).

Principio attivo Alpharone - interferone alfa-2b ricombinante umano:

  • 1 flacone di liofilizzato per la preparazione di una soluzione iniettabile e somministrazione topica: 0,5 milioni di unità internazionali (UI), 1 milione, 3 milioni o 5 milioni UI;
  • 1 flacone di liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale: 0,05 milioni di UI.

Componenti ausiliari: sodio cloruro, sodio fosfato disostituito, poliglucina, sodio fosfato monosostituito a 2-acqua.

Indicazioni per l'uso

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale
Come parte della terapia complessa negli adulti:

  • Epatite B acuta prolungata, forma cronica di epatite B o D attiva, con o senza segni di cirrosi epatica;
  • Forma media o grave di epatite virale acuta B - dall'insorgenza dei sintomi al quinto giorno di ittero (la prescrizione in un periodo successivo è meno efficace, e con coma epatico colestatico e in via di sviluppo è inefficace a tutti);
  • Forma cronica di epatite virale C;
  • Congiuntivite virale, cheratite, cheratocongiuntivite, keratauveitis;
  • Meningoencefalite virale (erpetica, adenovirale, enterovirale, influenzale, parotite), eziologia virale-batterica e micoplasmatica;
  • Tumore maligno dello stadio renale IV;
  • Reticulosi primaria, micosi fungina e altri linfomi maligni della pelle;
  • Carcinoma della pelle a cellule squamose e basali;
  • Sarcoma di Kaposi;
  • Leucemia a cellule capellute;
  • cheratoacantoma;
  • Istiocitosi X;
  • Leucemia mieloide cronica;
  • Mielosi subleucemica;
  • Sclerosi multipla;
  • Trombocitopenia essenziale

L'uso di Alfarona nei bambini come parte della terapia complessa:

  • Leucemia linfoblastica acuta - dopo il completamento della chemioterapia induttiva a 4-5 mesi del periodo di remissione;
  • Papillomatosi respiratoria della laringe.

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale
L'applicazione è indicata negli adulti e nei bambini per la prevenzione e il trattamento delle fasi iniziali dell'influenza, infezioni virali respiratorie acute (ARVI).

Controindicazioni

  • Gravi patologie allergiche;
  • Intolleranza individuale ai componenti del farmaco e altri interferoni.

Inoltre, la nomina di un liofilizzato per la preparazione di una soluzione iniettabile e l'uso locale è controindicata durante la gravidanza.

Dosaggio e somministrazione

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale
La soluzione preparata del liofilizzato è intesa per la gestione intramuscolare (intramuscolare), sottocutanea (sc), subcongiuntivale e la somministrazione sotto il fuoco o nella lesione, così come per uso locale.

Per preparare la soluzione, l'acqua per l'iniezione deve essere aggiunta al contenuto del flaconcino prima dell'applicazione diretta nelle seguenti proporzioni: per iniezioni intramuscolari e iniezioni nel nidus - 1 ml, per somministrazione sottocongiuntivale e topica - 5 ml Il periodo di scioglimento non dovrebbe superare i 4 minuti. La soluzione risultante dovrebbe avere una struttura trasparente senza inclusioni.

Non conservare il farmaco diluito!

Dosaggio consigliato per IM e SC:

  • Epatite B acuta: 1 milione di UI 2 volte al giorno per 5-6 giorni, quindi alla stessa dose 1 volta al giorno per 5 giorni. Per ottenere un effetto clinico, il ciclo di trattamento può essere continuato dopo un esame del sangue biochimico in una dose di 1 milione di UI 1 ogni 3-4 giorni per 14 giorni. La dose del corso non deve superare i 15-21 milioni di UI;
  • Epatite B prolungata cronica e acuta (senza segni di cirrosi e infezione delta): 1 milione di UI 1 ogni 3-4 giorni per 1-2 mesi. In assenza di un effetto terapeutico dopo questo ciclo di trattamento, al paziente devono essere somministrati 2-3 cicli simili con una pausa di 1-6 mesi o continuare il ciclo di trattamento fino a 3-6 mesi;
  • Epatite D cronica attiva senza sintomi di cirrosi: 0,5-1 milioni UI al giorno ogni 3-4 giorni durante il mese. Corso ripetuto - in 1-6 mesi;
  • Epatite cronica attiva B e D con segni di cirrosi epatica: 0,25-0,5 milioni UI al giorno ogni 3-4 giorni, il corso è di 1 mese. I corsi ripetuti sono prescritti per lo sviluppo di segni di scompenso con un intervallo di 2 mesi o più;
  • Epatite virale cronica C: adulti - 3 milioni UI 3 volte in 7 giorni, bambini - basati su 3 milioni UI per 1 m 2 di superficie corporea, ma non più di 3 milioni UI 3 volte in 7 giorni. Il corso del trattamento è di 9 mesi;
  • Tumore renale maligno: 3 milioni UI 1 volta al giorno per 10 giorni. Il corso viene ripetuto ad intervalli di 21 giorni da 3 a 9 volte o più. La quantità totale del farmaco - 120-300 milioni di IU o più;
  • Leucemia a cellule capellute: 3-6 milioni UI 1 volta al giorno per 2 mesi. Una volta raggiunta la normalizzazione dell'emogramma, la dose viene ridotta a 1-2 milioni di UI al giorno. Terapia di mantenimento: 3 milioni UI 1 ogni 3-4 giorni per 1,5 mesi. La dose totale del farmaco - 420-600 milioni di UI e oltre;
  • Leucemia linfoblastica acuta nei bambini entro 4-5 mesi dal periodo di remissione dopo il completamento della chemioterapia induttiva: in combinazione con chemioterapia di supporto - 1 milione UI 1 volta in 7 giorni per 6 mesi, quindi 1 volta in 14 giorni alla stessa dose per 24 mesi;
  • Leucemia mieloide cronica: 3 milioni di UI al giorno o 6 milioni di UI a giorni alterni, il corso del trattamento è di 2,5-6 mesi;
  • Istiocitosi X: 3 milioni di UI al giorno, il corso della terapia è di 1 mese. Durante 12-36 mesi, il corso viene ripetuto ogni 1-2 mesi;
  • Mielosi subleucemica, trombocitopenia essenziale (per correggere ipertrombocitosi): 1 milione UI 1 volta al giorno o ogni altro giorno per 20 giorni;
  • Sarcoma di Kaposi, linfoma maligno: 3 milioni di UI al giorno per 10 giorni in combinazione con glucocorticosteroidi e farmaci citotossici (ciclofosfamide, prospidina);
  • Stadio tumorale della micosi fungina, reticolosarcomatosi: è consigliabile alternare l'iniezione intramuscolare alla dose di 3 milioni UI e la somministrazione intrafocale alla dose di 2 milioni UI, il decorso del trattamento è di 10 giorni. Quando la temperatura supera i 39 ° C e l'esacerbazione della condizione in pazienti con micosi fungina nella fase eritrodermica, la somministrazione di Alfarona deve essere annullata. In assenza dell'effetto desiderato, viene mostrato l'appuntamento di un corso ripetuto in 10-14 giorni. Dose di mantenimento - 3 milioni UI 1 volta in 7 giorni per 1,5 mesi;
  • Papillomatosi respiratoria della laringe (il giorno dopo l'intervento per rimuovere i papillomi): 0,1-0,15 milioni UI per 1 kg di peso del paziente al giorno per 45-50 giorni, quindi alla stessa dose 3 volte in 7 giorni per per un mese. Il corso viene ripetuto altre 2 volte con un intervallo di 2-6 mesi;
  • Sclerosi multipla: con sindrome piramidale - 1 milione UI 3 volte al giorno, con sindrome cerebellare - 1 milione IU 1-3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 10 giorni. Quindi, la somministrazione della stessa dose viene prescritta 1 volta ogni 7 giorni per 5-6 mesi. La dose totale - 50-60 milioni di UI.

Ad alta reazione pirogena (39 ° C e oltre), la somministrazione di Alfarone è raccomandata per essere accompagnata dall'uso di indometacina.

Con il cheratoacantoma, carcinoma a cellule squamose e basali, il farmaco viene somministrato sotto la lesione (perifocal) ad una dose di 1 milione di UI una volta al giorno per 10 giorni. I pazienti con reazioni infiammatorie locali severe sono mostrati la somministrazione perifocal dopo 1-2 giorni. Se necessario, la criodistruzione viene eseguita dopo un ciclo di trattamento.

Per cheratoiridociclite e cheratite stromale, 0,5 ml della soluzione vengono somministrati sottocongiuntamente ad una dose di 0,06 milioni UI a giorni alterni o giornalmente con anestesia locale di una soluzione allo 0,5% di dikain. Il corso della terapia è di 15-25 iniezioni.

Per uso topico, il liofilizzato viene sciolto in 5 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% per iniezione. Per la conservazione, la soluzione viene posta (in conformità con le regole di asepsi e antisepsi) in una fiala sterile e conservata in frigorifero (temperatura 4-10 ° C) per non più di 12 ore.

Per cheratite superficiale e congiuntivite, Alfaron viene prescritto per via topica sotto forma di 2 gocce 6-8 volte al giorno sulla congiuntiva dell'occhio colpito. Il numero di instillazioni dovrebbe essere ridotto poiché il processo di infiammazione diminuisce a 3-4 volte al giorno. La durata del trattamento è di 14 giorni.

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale
La soluzione finita viene iniettata per via nasale in ciascun passaggio nasale.

Per preparare la soluzione al contenuto della bottiglia aggiungere 5 ml di acqua per iniezione.

È necessario iniziare l'applicazione alla comparsa dei primi segni di influenza e malattie ARVI.

Il regime di dosaggio raccomandato ha i limiti di età:

  • Adulti: 3 gocce 5-6 volte al giorno (dose singola - 0,003 milioni UI, ogni giorno - 0,015-0,018 milioni UI);
  • Neonati e bambini fino a 1 anno: 1 goccia 5 volte al giorno (dose singola - 0,001 milioni UI, ogni giorno - 0,005 milioni UI);
  • Bambini di età compresa tra 1 e 3 anni: 2 gocce 3-4 volte al giorno (dose singola - 0,002 milioni UI, giornaliera - 0,006-0,008 milioni UI);
  • Bambini da 3 a 14 anni: 2 gocce 4-5 volte al giorno (dose singola - 0,002 milioni UI, ogni giorno - 0,008-0,01 milioni UI).

La durata del trattamento è di 5 giorni.

La prevenzione della SARS e dell'influenza viene effettuata in una dose appropriata per l'età del paziente: dopo il contatto con il paziente e / o l'ipotermia, 2 volte al giorno per 5-7 giorni; con un aumento stagionale dell'incidenza - 1 volta (al mattino) al giorno, dopo 1-2 giorni. Con un singolo contatto può essere limitato a un instillamento. I corsi preventivi possono essere ripetuti secondo necessità.

Per una distribuzione uniforme della soluzione nella cavità nasale, le ali del naso dovrebbero essere massaggiate dopo l'instillazione.

Effetti collaterali

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale

  • Somministrazione parenterale: possibile: affaticamento, brividi, febbre, prurito, rash, leucopenia, trombocitopenia;
  • Chipping intorno alla lesione: reazioni infiammatorie locali;
  • Applicazione locale alla mucosa dell'occhio: possibilmente - iperemia della mucosa dell'occhio, infezione congiuntivale, gonfiore della congiuntiva dell'arcata inferiore.

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale
Effetti collaterali non stabiliti

Istruzioni speciali

Quando una leucopenia o trombocitopenia appare sullo sfondo della somministrazione parenterale, il paziente deve eseguire un esame del sangue di laboratorio 2-3 volte a settimana.

L'uso del farmaco deve essere interrotto se si manifestano effetti collaterali locali o comuni significativi quando applicati alla congiuntiva dell'occhio.

Interazione farmacologica

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale
L'uso simultaneo di mezzi intranasali vasocostrittori non è raccomandato, poiché ciò contribuisce all'eccessiva essiccazione della membrana mucosa dei passaggi nasali.

analoghi

Gli analoghi di Alfarona sono: Viferon, Interal-P, Interferal, Layfferon, IFN-EU-Lipint.

Termini e condizioni di conservazione

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Conservare in luogo buio e asciutto a temperature fino a 10 ° C.

Periodo di validità - 2 anni.

La soluzione finita può essere conservata in frigorifero per un massimo di 10 giorni, impedendo il congelamento.

Condizioni di vendita della farmacia

Prescrizione.

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia.

Cadendo da un asino, hai più probabilità di romperti il ​​collo che cadere da un cavallo. Basta non provare a confutare questa affermazione.

La malattia più rara è la malattia di Kourou. Solo i rappresentanti della tribù della pelliccia in Nuova Guinea sono malati. Il paziente muore dalle risate. Si ritiene che la causa della malattia sia il consumo del cervello umano.

Per poter dire anche le parole più brevi e semplici, useremo 72 muscoli.

Lo stomaco di una persona si comporta bene con oggetti estranei e senza intervento medico. È noto che il succo gastrico può persino sciogliere le monete.

Secondo molti scienziati, i complessi vitaminici sono praticamente inutili per gli esseri umani.

La carie è la malattia infettiva più comune al mondo a cui anche l'influenza non può competere.

La più alta temperatura corporea è stata registrata in Willie Jones (USA), che è stata ricoverata in ospedale con una temperatura di 46,5 ° C.

Secondo uno studio dell'OMS, una conversazione giornaliera di mezz'ora su un telefono cellulare aumenta la probabilità di sviluppare un tumore al cervello del 40%.

Le persone che sono abituate a fare colazione regolarmente hanno meno probabilità di essere obese.

Anche se il cuore di un uomo non batte, può ancora vivere per un lungo periodo di tempo, come ci ha mostrato il pescatore norvegese Jan Revsdal. Il suo "motore" si fermò alle 4 dopo che il pescatore si perse e si addormentò nella neve.

Il fegato è l'organo più pesante del nostro corpo. Il suo peso medio è di 1,5 kg.

Il primo vibratore è stato inventato nel 19 ° secolo. Lavorava su un motore a vapore e intendeva trattare l'isteria femminile.

Milioni di batteri nascono, vivono e muoiono nel nostro intestino. Possono essere visti solo con un forte aumento, ma se si uniscono, si inseriscono in una normale tazza di caffè.

Quattro fette di cioccolato fondente contengono circa duecento calorie. Quindi se non vuoi migliorare, è meglio non mangiare più di due fette al giorno.

Siamo convinti che una donna possa essere bella a qualsiasi età. Dopotutto, l'età non è il numero di anni vissuti. L'età è una condizione fisica del corpo, che.

ALFARON

Alfarona - interferone umano ricombinante alfa-2b, antivirale, antitumorale, farmaco immunomodulante.

Rilascia forma e composizione

  • liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale: massa porosa bianca o giallo chiaro, igroscopica (in flaconi; 1 o 5 flaconi in una confezione di cartone, completa di acqua per preparazioni iniettabili, 5 ml in un'ampolla o una bottiglia);
  • liofilizzato per soluzione iniettabile e uso topico: massa porosa bianca o giallo chiaro, igroscopica; dopo la diluizione in 5 ml di acqua per iniezione, si forma una soluzione, trasparente, incolore o giallo chiaro, senza sedimenti e impurità (in bottiglie, in confezioni di cartone o in confezioni di cellule di contorno da 1, 5, 10 o 20 flaconi).

Contenuto di 1 bottiglia:

  • ingrediente attivo: interferone umano ricombinante alfa-2b - 50.000 unità internazionali (UI) (liofilizzato per la preparazione di una soluzione per somministrazione intranasale) / 500.000 UI, 1.000.000 UI, 3.000.000 UI, 5.000.000 UI (liofilizzato per la preparazione di una soluzione iniettabile e somministrazione topica);
  • Componenti ausiliari: fosfato di sodio, poliglucina, fosfato di sodio disostituito, sodio fosfato monosostituito a 2-acqua.

Indicazioni per l'uso

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale

Il farmaco viene utilizzato per la prevenzione e il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute (ARVI) nei bambini e negli adulti nelle fasi iniziali della malattia.

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale

Trattamento completo nei bambini:

  • papillomi multipli in gola (il trattamento inizia il giorno dopo la rimozione dei papillomi);
  • leucemia linfatica acuta (alla fine della chemioterapia di induzione, a 4-5 mesi di remissione).

Trattamento completo negli adulti:

  • epatite B acuta moderata e grave (dalla comparsa dei sintomi al 5 ° giorno di ittero);
  • epatite B acuta a lungo termine, epatite B e D cronica con o senza segni di cirrosi epatica;
  • epatite C cronica;
  • meningoencefalite virale (influenza, herpes, enterovirus, adenovirus, parotite), micoplasma e natura virale-batterica (l'effetto massimo si ottiene nei primi 4 giorni della malattia);
  • congiuntivite, cheratocongiuntivite, cheratite, keratouveveitis viri eziologia;
  • Carcinoma renale di stadio 4;
  • leucemia a cellule capellute;
  • linfoma cutaneo del decorso maligno (reticolite primaria, granuloma di funghi);
  • sarcomatosi emorragica multipla;
  • carcinoma cutaneo a cellule piatte e basali;
  • cheratoacantoma;
  • leucemia mieloide cronica;
  • Istiocitosi a cellule di Langerhans;
  • osteomyelofibrosis;
  • trombocitosi essenziale;
  • sclerosi multipla.

Controindicazioni

Entrambe le forme di dosaggio di Alfarona sono controindicate in caso di gravi malattie allergiche e gravi reazioni di ipersensibilità ai componenti del farmaco.

Il farmaco è indicato per l'iniezione e l'uso locale, è controindicato durante la gravidanza.

Dosaggio e somministrazione

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale

Il farmaco viene utilizzato quando i primi sintomi di influenza o ARVI.

La soluzione viene instillata in ogni passaggio nasale, il dosaggio dipende dall'età del paziente:

  • neonati e bambini sotto 1 anno: 1000 UI o 1 goccia in ogni passaggio nasale 5 volte al giorno;
  • bambini 1-3 anni: 2000 UI o 2 gocce 3-4 volte al giorno;
  • bambini 3-14 anni: 2.000 IU ciascuno o 2 gocce 4-5 volte al giorno;
  • adulti: 3000 IU o 3 gocce 5-6 volte al giorno.

La durata della terapia è di 5 giorni.

La prevenzione dell'influenza e delle infezioni virali respiratorie acute viene effettuata in una dose simile, corrispondente all'età: dopo l'ipotermia e / o il contatto con la persona malata, il farmaco viene instillato due volte al giorno per 5-7 giorni. Con un'ondata stagionale di ARVI, Alfaron viene usato una volta al giorno, preferibilmente al mattino, a intervalli di 1-2 giorni. Dopo un singolo contatto con il malato può essere limitato a un instillamento. I corsi preventivi vengono ripetuti se necessario.

La soluzione viene preparata come segue: in 5 ml di acqua per iniezione sciogliere il contenuto di 1 flacone immediatamente prima dell'uso.

Dopo l'instillazione, le ali del naso vengono leggermente massaggiate in modo che la soluzione sia uniformemente distribuita nella cavità nasale.

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale

La soluzione finale viene somministrata per via intramuscolare (IM), sottocutanea (SC), sottocongiuntivante, direttamente al centro o al centro della lesione, applicata per via topica.

Per preparare la soluzione, 1 flaconcino viene sciolto in acqua per preparazioni iniettabili nella seguente quantità: per i / m, sc o somministrazione locale nella lesione - 1 ml; per la somministrazione sottocongiuntivale - 5 ml. Il periodo di scioglimento non dovrebbe superare i 4 minuti. La soluzione preparata è un liquido trasparente senza impurità, non destinato alla conservazione (ad eccezione della soluzione per uso locale).

Per uso locale, il contenuto della fiala viene sciolto in 5 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. Conservare la soluzione preparata in un contenitore sterile ad una temperatura di 4-10 ° C per non più di 12 ore.

Il regime posologico raccomandato per l'iniezione (in / me s / c) introduzione:

  • epatite acuta B: 1.000.000 UI due volte al giorno per i primi 5-6 giorni, quindi 1.000.000 UI al giorno per 5 giorni. Se necessario, il corso del trattamento viene esteso per altre 2 settimane ad una dose di 1.000.000 UI due volte al giorno. Dose di frequenza: 15000000-21000000 UI;
  • epatite B acuta e cronica (senza infezione delta e segni di cirrosi): 1.000.000 UI due volte alla settimana per 1-2 mesi. In assenza di un effetto clinico, il trattamento è esteso a 3-6 mesi, o 2-3 cicli ripetuti vengono eseguiti dopo 1-2 mesi di trattamento con un intervallo di 1-6 mesi;
  • decorso cronico dell'epatite D senza sintomi di cirrosi epatica: 500000 - 1000000 UI al giorno due volte a settimana per 1 mese. Il corso viene ripetuto dopo un'interruzione di 1-6 mesi;
  • decorso cronico dell'epatite B e D con sintomi di cirrosi epatica: 250000-500000 UI al giorno due volte a settimana per 1 mese. I corsi ripetuti sono condotti quando i segni di scompenso compaiono con un intervallo di 2 mesi o più;
  • epatite virale cronica C: per i bambini - al ritmo di 3.000.000 UI per m2 di superficie corporea, ma non più di 3.000.000 UI tre volte a settimana per 9 mesi; adulti - 3.000.000 UI tre volte a settimana per 9 mesi;
  • ultimo stadio del cancro del rene: 3.000.000 di UI al giorno per 10 giorni. I corsi ripetuti sono condotti con un intervallo di 3 settimane (da 3 a 9 corsi o più). La quantità totale del farmaco - 120000000-300000000 UI o più;
  • leucemia a cellule capellute: 3.000.000-6.000.000 UI al giorno per 2 mesi. Dopo la normalizzazione dell'emogramma, la dose viene ridotta a 1.000.000-200.000.000 UI al giorno. Quindi il trattamento di supporto è prescritto in una dose di 3.000.000 di IU due volte alla settimana per 1.5-2 mesi. La dose totale del farmaco - 420000000-600000000 UI o più;
  • leucemia linfatica acuta nei bambini a 4-5 mesi di remissione dopo chemioterapia di induzione: 1.000.000 UI 1 volta a settimana per sei mesi, successivamente -100.000 UI 1 volta ogni 2 settimane per 2 anni. Allo stesso tempo viene eseguita la chemioterapia di mantenimento;
  • leucemia mieloide cronica: 3.000.000 UI al giorno, o 6.000.000 UI a giorni alterni per 2,5-6 mesi;
  • Istiocitosi delle cellule di Langerh: 3.000.000 di UI al giorno per 1 mese. I corsi ripetuti sono condotti a intervalli di 1-2 mesi per 1-3 anni;
  • mielosi subleukemic e trombocitosi essenziale: 1.000.000 UI ogni giorno o ogni altro giorno per 20 giorni;
  • linfoma maligno, sarcoma di Kaposi: 3.000.000 UI al giorno ogni giorno per 10 giorni in combinazione con farmaci citotossici e glucocorticosteroidi;
  • granuloma di funghi nello stadio del tumore, reticulosi cutanea: si consiglia di alternare la somministrazione di Alfarona in una dose di 3.000.000 UI e intraoculare alla dose di 2.000.000 UI per 10 giorni;
  • granuloma di funghi nella fase eritrodermica: con un aumento della temperatura corporea superiore a 39 ° C e con l'esacerbazione del processo, l'introduzione del farmaco viene interrotta. Se necessario, in 1.5-2 settimane viene eseguito un corso ripetuto. Dopo aver raggiunto un effetto terapeutico, passano al trattamento di mantenimento in una dose di 3.000.000 UI una volta alla settimana per 6-7 settimane;
  • papillomi a gola multipla: 100.000-150.000 UI ogni giorno per 45-50 giorni, quindi lo stesso dosaggio viene applicato tre volte a settimana per 1 mese. I corsi successivi (secondo e terzo) sono condotti dopo una pausa di 2-6 mesi;
  • sclerosi multipla: 1000000 UI (tre volte al giorno con sindrome piramidale, 1-3 volte al giorno per 10 giorni con sindrome cerebellare, seguita da somministrazione di 1.000.000 UI una volta alla settimana per 5-6 mesi). La dose totale del farmaco - 50000000-60000000 UI.

Nel cheratoacantoma cutaneo a cellule piatte e basali, la soluzione viene applicata perifocalmente (somministrata come lesione) ad una dose di 1000000 UI una volta al giorno per 10 giorni. Con lo sviluppo di gravi reazioni infiammatorie locali, la somministrazione perifocale viene effettuata in 1-2 giorni. Se necessario, alla fine del corso, viene eseguita la criodistruzione.

La somministrazione sottocongiuntivale della soluzione di Alfarona viene effettuata con cheratite stromale, cheratoiridociclite. La dose è di 60.000 UI in un volume di 0,5 ml ogni giorno o ogni altro giorno (a seconda della gravità della malattia). Le iniezioni vengono effettuate in anestesia locale. Il corso del trattamento è di 15-25 iniezioni.

Con la congiuntivite e la cheratite superficiale, 2 gocce della soluzione vengono applicate alla congiuntiva dell'occhio affetto da 6 a 8 volte al giorno. Quando l'effetto clinico è raggiunto, il numero di instillazioni si riduce a 3-4 al giorno. La durata della terapia è di 2 settimane.

Effetti collaterali

Non sono state rilevate reazioni avverse nell'uso di liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale.

Forma di dosaggio Alfarona, destinato ad iniezione e uso locale, può causare: brividi, affaticamento, febbre, eruzione cutanea, prurito, diminuzione del numero di leucociti, piastrine nel sangue, reazioni infiammatorie locali.

Quando si applica la soluzione alla mucosa dell'occhio sono possibili: iperemia, edema, infezione della congiuntiva.

Istruzioni speciali

Si raccomanda ai pazienti con reazione pirogena (39 ° C e oltre) di usare indometacina insieme a Alfarona.

Interazione farmacologica

L'uso combinato di Alfarona per l'uso intranasale con farmaci vasocostrittori intranasali non è raccomandato, poiché la probabilità di una forte secchezza della mucosa nasale è elevata.

Termini e condizioni di conservazione

Conservare in luogo asciutto e buio a una temperatura non superiore a 10 ° C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

La durata di conservazione di entrambe le forme di dosaggio è di 2 anni.

Alfarona 3000000me n5 liofilizzato d / preparazione di p-ra d / iniezione e applicazione locale Ltd.

  • Dosaggio: 100.000 UI
  • Imballaggio: -
  • Rilascio del modulo: liofilizzato d / preparazione di p-ra d / iniezione e uso locale
  • Imballaggio: fl.
  • Produttore: Pharmaclone SPE
  • Dosaggio: 100.000 UI
  • Imballaggio: -
  • Rilascio del modulo: liofilizzato d / preparazione di p-ra d / iniezione e uso locale
  • Imballaggio: fl.
  • Produttore: Pharmaclone SPE

Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale - 1 fl. Interferone alfa-2b ricombinante umano - 500 mila UI - 1 milione UI - 3 milioni UI - 5 milioni di IU eccipienti: poliglucina; cloruro di sodio; fosfato di sodio monosostituito diidrato; fosfato di sodio disostituito in flaconcini; in un pacchetto di cartone da 1, 5 o 10 flaconi o in una cella di contorno o in una confezione di contorno di cassetta 5 o 10 flaconi; in un cartone 1 confezione. Liofilizzato per preparazione di soluzione per amministrazione intranasale - 1 fl. interferone alfa-2b ricombinante umano (almeno) - 50 mila UI eccipienti: poliglucina; cloruro di sodio; fosfato di sodio monosostituito 2-acqua; fosfato di sodio disostituito in flaconcini; in un pacco di cartone 1 bottiglia (completa con acqua per iniezione 5 millilitri in una bottiglia o un'ampolla).

Liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale: l'uso simultaneo di preparazioni vasocostrittore intranasali non è raccomandato (contribuisce all'asciugatura aggiuntiva della mucosa nasale).

Lascia una recensione su Alfarona 3000000me n5 liofilizzato d / preparazione di p-ra d / iniezione e applicazione locale Ltd. Lascia una recensione su Alfaron 3000000me n5 liofilizzato d / preparazione di p-ra / iniezione e applicazione locale ltd.

Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale - 1 fl. Interferone alfa-2b ricombinante umano - 500 mila UI - 1 milione UI - 3 milioni UI - 5 milioni di IU eccipienti: poliglucina; cloruro di sodio; fosfato di sodio monosostituito diidrato; fosfato di sodio disostituito in flaconcini; in un pacchetto di cartone da 1, 5 o 10 flaconi o in una cella di contorno o in una confezione di contorno di cassetta 5 o 10 flaconi; in un cartone 1 confezione. Liofilizzato per preparazione di soluzione per amministrazione intranasale - 1 fl. interferone alfa-2b ricombinante umano (almeno) - 50 mila UI eccipienti: poliglucina; cloruro di sodio; fosfato di sodio monosostituito 2-acqua; fosfato di sodio disostituito in flaconcini; in un pacco di cartone 1 bottiglia (completa con acqua per iniezione 5 millilitri in una bottiglia o un'ampolla).

Liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale: l'uso simultaneo di preparazioni vasocostrittore intranasali non è raccomandato (contribuisce all'asciugatura aggiuntiva della mucosa nasale).

Alfaron localmente circa 3000000ME di polvere liofilizzata per iniezione n. 10

Istruzioni per l'uso

gruppo

struttura

Interferone alfa-2b ricombinante umano.

produttori

Pharmaclone Scientific Production Enterprise (Russia)

Azione farmacologica

Azione farmacologica - antivirale, immunomodulatore, antitumorale, antiproliferativa.

Interferisce con l'infezione virale delle cellule, modifica le proprietà della membrana cellulare, impedisce l'adesione e la penetrazione del virus nella cellula.

Inizia la sintesi di un certo numero di enzimi specifici, viola la sintesi dell'RNA virale e le proteine ​​virali nella cellula.

Cambia il citoscheletro della membrana cellulare, il metabolismo, prevenendo la proliferazione di cellule tumorali (soprattutto).

Ha un effetto modulante sulla sintesi di alcuni oncogeni, portando alla normalizzazione della trasformazione delle cellule neoplastiche e all'inibizione della crescita del tumore.

Stimola il processo di presentazione dell'antigene alle cellule immunocompetenti, modula l'attività degli assassini coinvolti nell'immunità antivirale.

Con la somministrazione intramuscolare, il tasso di assorbimento dal sito di somministrazione non è uniforme.

Il tempo per raggiungere la massima concentrazione plasmatica è di 4-8 ore.

Il 70% della dose somministrata è distribuita nella circolazione sistemica.

L'emivita è di 4-12 ore.

Excreted principalmente dai reni mediante filtrazione glomerulare.

Effetti collaterali

Sonnolenza, febbre, brividi, perdita di appetito, dolori muscolari, mal di testa, dolori articolari, sudorazione, nausea, vomito, cambiamenti nel gusto, secchezza delle fauci, perdita di peso, diarrea, dolori addominali, stitichezza, flatulenza, aumento della peristalsi, bruciore di stomaco, alterazione della funzionalità epatica, epatite, vertigini, disturbi della vista, retinopatia ischemica, depressione, sonnolenza, disturbi della coscienza, nervosismo, disturbi del sonno, reazioni allergiche cutanee (rash, prurito).

Indicazioni per l'uso

Leucemia a cellule capellute, leucemia mieloide cronica, epatite virale B, epatite C virale attiva, trombocitosi primaria (essenziale) e secondaria, forma transizionale di leucemia granulocitica cronica e mielofibrosi, mieloma multiplo, cancro ai reni; Sarcoma di Kaposi correlato all'AIDS, micosi fungina, reticolosarcoma, sclerosi multipla, prevenzione e trattamento dell'influenza e infezione virale respiratoria acuta.

Controindicazioni

Ipersensibilità, grave cardiopatia (inclusa anamnesi), infarto miocardico acuto, insufficienza epatica, renale o ematopoietica marcata, epilessia e / o altri disturbi del sistema nervoso centrale; epatite cronica con cirrosi epatica scompensata; epatite cronica in pazienti che ricevono o poco prima del trattamento con immunosoppressori (ad eccezione del pre-trattamento a breve termine con steroidi).

Restrizioni all'uso di:

  • la gravidanza,
  • allattamento al seno (dovrebbe smettere di allattare
  • età da bambini.

overdose

interazione

Violenta il metabolismo della cimetidina, della fenitoina, del warfarin, della teofillina, del diazepam, del propranololo.

Istruzioni speciali

È necessario evitare combinazioni con farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale, immunosoppressori.

Durante il corso, è necessario controllare il contenuto di cellule del sangue e la funzionalità epatica.

Per attenuare gli effetti indesiderati (sintomi simil-influenzali), si raccomanda la somministrazione simultanea di paracetamolo.

Condizioni di conservazione

In un luogo secco e buio a una temperatura non superiore a 10 ° C.

ALFARON (Alpharona)

Principio attivo:

contenuto

Gruppi farmacologici

Classificazione Nosologica (ICD-10)

Composizione e forma di rilascio

in fiale; in una confezione di cartone da 1, 5, 10 o 20 flaconi o in una cella blister o in un imballaggio a contorno di cartuccia di 1, 5, 10 o 20 flaconi; in un cartone 1 confezione.

in fiale; in un pacco di cartone 1 o 5 bottiglie (completo di acqua per iniezione di 5 millilitri in una bottiglia o un'ampolla).

Descrizione della forma di dosaggio

Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale: la polvere liofilizzata o la massa porosa di colore bianco o quasi bianco, è igroscopico.

Liofilizzato per la preparazione della soluzione per uso intranasale: la polvere liofilizzata o la massa porosa di colore bianco o giallo chiaro è igroscopica; dopo aver sciolto in 5 ml di acqua per iniezione, si forma una soluzione di colore limpido, incolore o giallo pallido, senza sedimenti e inclusioni.

Azione farmacologica

farmacodinamica

L'interferone alfa-2b ricombinante umano è una proteina sintetizzata dal ceppo di Escherichia coli, nell'apparato genetico di cui è inserito il gene dell'interferone leucocitario umano alfa-2b. Identico all'interferone leucocitario umano alfa-2b.

farmacocinetica

Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale: una volta amministrato parenterally, subisce la disintegrazione, è parzialmente escreto immutato, principalmente attraverso i reni.

Il farmaco, come tutti gli interferoni, può portare alla comparsa di anticorpi contro l'interferone e, di conseguenza, a una diminuzione dell'effetto terapeutico.

Indicazioni droga Alfarona

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale

Terapia combinata negli adulti:

epatite virale acuta B - forme moderate e gravi all'inizio del periodo itterico fino al 5 ° giorno di ittero (in periodi successivi la somministrazione del farmaco è meno efficace, non efficace nello sviluppo del coma epatico e del decorso colestatico della malattia);

epatite B acuta prolungata, epatite B e D attiva cronica senza segni di cirrosi e con segni di cirrosi epatica;

epatite virale cronica C;

virale (influenza, adenovirali, enterovirali, erpetici, parotitici), meningoencefalite virale-batterica e micoplasmica (l'uso del farmaco è più efficace nei primi 4 giorni di malattia);

congiuntivite virale, cheratocongiuntivite, cheratite, cheratouveite;

carcinoma renale in stadio IV;

linfoma maligno della pelle (micosi fungiforme, reticulosi primaria);

carcinoma a cellule basali e squamose della pelle;

Terapia combinata nei bambini:

leucemia linfoblastica acuta nel periodo di remissione dopo la fine della chemioterapia induttiva (a 4-5 mesi di remissione);

papillomatosi respiratoria della laringe, a partire dal giorno successivo alla rimozione dei papillomi.

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale

Prevenzione e trattamento della SARS, influenza in adulti e bambini nelle fasi iniziali della malattia.

Controindicazioni

Comune ad entrambe le forme di dosaggio: forme gravi di malattie allergiche, intolleranza individuale ai preparati di interferone.

Lyophilisate per preparazione di soluzione per iniezioni e applicazione locale: gravidanza.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Liofilizzato per soluzione iniettabile e somministrazione topica: controindicato durante la gravidanza.

Effetti collaterali

Liofilizzato per la preparazione di soluzioni per iniezioni e somministrazione topica: per la somministrazione parenterale, sono possibili brividi, febbre, affaticamento, eruzioni cutanee e prurito, leucopatia e trombocitopenia (nel caso di quest'ultimo, sono necessari esami del sangue 2-3 volte a settimana). Quando si taglia intorno alla lesione - una reazione infiammatoria locale. Questi effetti collaterali non sono un ostacolo all'uso continuato del farmaco.

Con applicazione locale alla mucosa dell'occhio, infezione congiuntivale, iperemia della mucosa dell'occhio, gonfiore della congiuntiva dell'arco inferiore è possibile. Con pronunciate reazioni avverse locali e generali, il farmaco deve essere sospeso.

Lyophilisate per preparazione della soluzione per amministrazione intranasale: non annotato.

interazione

Liofilizzato per la preparazione di una soluzione per la somministrazione intranasale: l'uso simultaneo di preparazioni vasocostrittore intranasali non è raccomandato (contribuisce all'asciugatura aggiuntiva della mucosa nasale).

Dosaggio e somministrazione

Liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale

V / m, s / c, nel cuore o sotto la lesione, sottocongiuntivale o locale. Immediatamente prima dell'uso, il contenuto della fiala viene diluito con acqua per preparazioni iniettabili (1 ml - con somministrazione i / m e introduzione al centro, 5 ml - con somministrazione sottocongiuntivale e locale). La soluzione dovrebbe essere chiara, senza inclusioni straniere. Il tempo di dissoluzione non dovrebbe superare i 4 minuti. Il farmaco diluito non può essere conservato.

V / m, s / c introduzione. Nell'epatite B acuta, 1 milione di UI 2 volte al giorno per 5-6 giorni, la dose viene ridotta a 1 milione UI / die e somministrata per altri 5 giorni. Se necessario (dopo aver controllato gli esami del sangue biochimici), il trattamento può essere continuato per 1 milione di UI 2 volte a settimana per 2 settimane. Dose di corso - 15-21 milioni di UI.

Con epatite B acuta prolungata e cronica con esclusione di infezione delta e nessuna evidenza di cirrosi epatica - 1 milione di UI 2 volte a settimana per 1-2 mesi. Se non vi è alcun effetto, il trattamento viene prolungato a 3-6 mesi, o dopo la fine di un ciclo di trattamento di 1-2 mesi, 2-3 corsi simili vengono eseguiti con un intervallo di 1-6 mesi.

Nell'epatite cronica attiva D senza segni di cirrosi - 500 mila -1 milione UI / die, 2 volte a settimana per 1 mese. Un secondo ciclo di trattamento - in 1-6 mesi.

Nell'epatite cronica attiva B e D con segni di cirrosi epatica - 250-500 mila UI / die, 2 volte a settimana per 1 mese. Se compaiono segni di scompenso, conducono corsi ripetuti simili con un intervallo di almeno 2 mesi.

In epatite C virale cronica: adulti - 3 milioni UI 3 volte a settimana per 9 mesi; bambini - 3 milioni UI / m2 (dose massima - 3 milioni UI) 3 volte a settimana per 9 mesi.

Con cancro del rene - 3 milioni di UI al giorno per 10 giorni. I cicli ripetuti di trattamento (3-9 o più) vengono eseguiti con un intervallo di 3 settimane. La quantità totale del farmaco varia da 120 a 300 milioni di IU o più.

Nella leucemia a cellule capellute, il farmaco viene somministrato giornalmente per 3-6 milioni di UI per 2 mesi. Dopo la normalizzazione dell'emogramma, la dose giornaliera viene ridotta a 1-2 milioni UI. Quindi prescrivere una terapia di mantenimento di 3 milioni di UI 2 volte a settimana per 6-7 settimane. La quantità totale del farmaco è di 420-600 milioni di IU o più.

Nella leucemia linfoblastica acuta nei bambini in remissione dopo la fine della chemioterapia induttiva (per 4-5 mesi di remissione) - 1 milione di UI una volta alla settimana per 6 mesi, quindi 1 volta in 2 settimane per 24 mesi. Allo stesso tempo viene eseguita la chemioterapia di mantenimento.

Con la leucemia mieloide cronica - 3 milioni di UI al giorno o 6 milioni di UI a giorni alterni. La durata del trattamento va da 10 settimane a 6 mesi.

Quando istiocitosi-X - 3 milioni di UI al giorno per 1 mese. Corsi ripetuti - a intervalli di 1-2 mesi per 1-3 anni.

In caso di mielosi subleukemic e trombocitopenia essenziale (per la correzione dell'ipertrombocitosi) - 1 milione di UI al giorno o 1 giorno per 20 giorni.

In caso di linfoma maligno e sarcoma di Kaposi: 3 milioni di UI al giorno per 10 giorni in combinazione con citostatici (prospidina, ciclofosfamide) e GCS.

Allo stadio tumorale della micosi fungina e della reticolosarcomatosi, è consigliabile alternare l'iniezione intramuscolare del farmaco - 3 milioni UI e intraphagica - 2 milioni UI, per 10 giorni.

Nei pazienti con stadio eritrodermico della micosi fungina, quando la temperatura sale sopra i 39 ° C e in caso di aggravamento del processo, l'introduzione del farmaco deve essere interrotta. Con insufficiente efficacia terapeutica, viene prescritto un ciclo ripetuto di trattamento in 10-14 giorni. Dopo aver raggiunto l'effetto clinico, la terapia di mantenimento viene prescritta a 3 milioni di UI una volta alla settimana per 6-7 settimane.

Nella papillomatosi respiratoria della laringe, il farmaco viene somministrato 100-150 mila UI / kg al giorno per 45-50 giorni, quindi alla stessa dose 3 volte a settimana per 1 mese. Il secondo e il terzo ciclo di trattamento vengono eseguiti con un intervallo di 2-6 mesi.

Con la sclerosi multipla - 1 milione di UI: con sindrome piramidale - 3 volte al giorno, con sindrome cerebellare - 1-3 volte al giorno per 10 giorni, seguita dall'introduzione di 1 milione di UI una volta alla settimana per 5-6 mesi. La quantità totale del farmaco è di 50-60 milioni di UI.

Le persone con un'alta risposta pirogena (39 ° C e oltre) sono raccomandate per l'uso simultaneo di indometacina.

Introduzione perifocale. In caso di carcinoma a cellule basali e carcinoma a cellule squamose, il cheratoacantoma viene iniettato sotto la lesione 1 milione di UI una volta al giorno, ogni giorno per 10 giorni. In caso di reazioni infiammatorie locali pronunciate, l'introduzione sotto la lesione viene effettuata in 1-2 giorni. Alla fine del corso, se necessario, eseguire la criodistruzione.

Amministrazione sottocongiuntivale. Per la cheratite stromale e la cheratoiridociclite, le iniezioni sottocongiuntivali vengono prescritte a una dose di 60 mila UI in un volume di 0,5 ml al giorno o a giorni alterni, a seconda della gravità del processo. Le iniezioni vengono eseguite in anestesia locale con una soluzione allo 0,5% di dikain. Il corso del trattamento è di 15-25 iniezioni.

Applicazione locale. Per uso locale, il contenuto della fiala viene sciolto in 5 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% per iniezione. Nel caso di conservazione della soluzione farmaceutica, è necessario, seguendo le regole di asepsi e antisepsi, trasferire il contenuto della fiala in una bottiglia sterile e conservare la soluzione in frigorifero a una temperatura di 4-10 ° C per non più di 12 ore.

Con la congiuntivite e la cheratite superficiale, si applicano 2 gocce 6-8 volte al giorno alla congiuntiva dell'occhio colpito. Quando l'infiammazione scompare, il numero di instillazioni si riduce a 3-4. Il corso del trattamento - 2 settimane.

Liofilizzato per soluzione per somministrazione intranasale

Intranasale. Il contenuto della fiala viene sciolto in 5 ml di acqua per preparazioni iniettabili.

A primi segni di infezione virale respiratoria acuta, influenza: adulti - 3 gocce in ogni passaggio nasale 5-6 volte al giorno (dose singola - 3 mila IU, ogni giorno - 15-18 mila IU), neonati e bambini sotto 1 anno 1 goccia 5 volte al giorno (dose singola - 1 mille IU, ogni giorno - 5 mila IU), per bambini da 1 a 3 anni - 2 gocce 3-4 volte al giorno (dose singola - 2 mila IU, ogni giorno - 6-8 mila IU), da 3 a 14 anni - 2 gocce 4-5 volte al giorno (dose singola - 2 mila IU, ogni giorno - 8-10 mila IU) per 5 giorni.

Per la prevenzione della SARS e dell'influenza: a contatto con il paziente e / o l'ipotermia, in accordo con la dose di età 2 volte al giorno per 5-7 giorni. Se necessario, i corsi preventivi vengono ripetuti. Con un singolo contatto, è sufficiente una singola instillazione.

Con un aumento stagionale dell'incidenza - in accordo con il dosaggio dell'età, al mattino, dopo 1-2 giorni. Dopo l'instillazione, si raccomanda di massaggiare le ali del naso con le dita per una distribuzione uniforme del farmaco nella cavità nasale.

Condizioni di vendita della farmacia

Da prescrizione (liofilizzato per soluzione iniettabile e uso locale).

Condizioni di conservazione farmaco Alfaron

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Articolo Precedente

Dolore al fegato

Articolo Successivo

Il glaucoma è ereditato