Aspettativa di vita per l'epatite C

Sintomi

L'aspettativa di vita per l'epatite C dipende direttamente dal paziente e dai suoi sforzi per combattere i sintomi. Le persone malate devono sempre sottoporsi a trattamenti farmacologici, seguire una dieta e rinunciare all'alcool. In questo caso, la prognosi per l'epatite C è accettabile.

Stadio della malattia

Per quanto tempo si può vivere con l'epatite C senza trattamento è una domanda frequente che viene posta da pazienti che non capiscono le specifiche di questa malattia. Di anno in anno il virus si moltiplicherà, interessando gradualmente un numero crescente di cellule epatiche sane. Nel tempo, il paziente dovrà affrontare la forma cronica della malattia, l'insufficienza epatica e persino il cancro.

Puoi vivere con l'epatite per 10 e 20 anni, ma la malattia dovrebbe sempre essere tenuta sotto controllo. La mancanza di trattamento provocherà facilmente nuovi sintomi spiacevoli. Il medico curante deve avvertire che è quasi impossibile ottenere una completa guarigione con tale diagnosi. Ecco perché il massimo che una persona può contare è contenere lo sviluppo del virus.

Le fasi della malattia, che gli esperti distinguono:

1. Quello iniziale che viene diagnosticato se l'infezione si è verificata negli ultimi sei mesi. In questa fase, la malattia è la più facile da sconfiggere e, con tale epatite C, l'aspettativa di vita è in media di 15-20 anni.

2. Con l'epatite, che è entrata in uno stadio di sviluppo cronico, è improbabile che sia possibile vivere per più di dieci anni. In questo caso, le cellule epatiche sono già colpite dal virus, quindi il corpo non può far fronte alle sue funzioni naturali. In questa fase, il rischio di infezione con altre malattie del fegato è alto e spesso si verifica un'insufficienza epatica. Con questa diagnosi, i medici danno al paziente non più di dieci anni.

3. In molti pazienti, la malattia passa alla terza fase finale dello sviluppo. Durante questo periodo, spesso si sviluppa cirrosi, cancro del fegato. Ad ogni modo, una persona vive con l'epatite C in questa fase da non più di tre anni.

Non è ambiguo dire quanto sarà positiva la conclusione del dottore, fino a quando un esame completo del corpo è semplicemente impossibile. Lo specialista valuta il benessere generale del paziente, la presenza di malattie esterne, il tempo di sviluppo del problema. Dopo di ciò, viene prescritto un trattamento e viene formulata una conclusione sulla prognosi.

Fattori che influenzano l'aspettativa di vita per l'epatite

L'aspettativa di vita con l'epatite C dipende direttamente dal numero di misure prese dalla persona necessaria per sconfiggere il virus.

Se non tratti la malattia, allora la probabilità di guarigione è ridotta a zero. In assenza di terapia farmacologica, la persona deve fare affidamento sul rapido progresso della malattia.

Per quanto riguarda l'aspettativa di vita, puoi anche dire quanto segue:

  • con tale diagnosi, sarà possibile vivere più a lungo se una persona rinuncia completamente all'alcool e al fumo;
  • il paziente vivrà più a lungo con l'epatite C se si rivolgerà alla terapia farmacologica in tempo, prestando attenzione a farmaci come l'interferone-alfa e la ribavirina;
  • Si raccomanda di seguire una dieta speciale che aiuti il ​​corpo a lavorare come al solito;
  • gli esami devono essere eseguiti regolarmente, almeno una volta ogni 1-2 mesi, al fine di monitorare la dinamica del problema.

Con una diagnosi del genere, le persone vivono in tutto il mondo, ma devono apportare importanti cambiamenti alla loro dieta abituale. Quindi, una persona dovrebbe rifiutare cibi grassi e piccanti. Non è permesso bere alcolici, fumare e assumere droghe è proibito. Viene imposto un veto su tutto ciò che può danneggiare la condizione del fegato.

L'aspettativa di vita media per i pazienti con epatite è di 10 anni, ma spesso è possibile vivere con una tale diagnosi e tutti i 20, se una persona è conforme alle prescrizioni mediche. Spesso, gli esperti raccomandano di abbandonare lo sforzo fisico pesante, il sollevamento pesi, perché tutto questo può influire negativamente sul vostro benessere.

Aspettativa di vita

Molti sono interessati a quanto tempo le persone vivono con l'epatite C e se sia possibile comunicare a stretto contatto con un amico o un parente malato. Ci sono molte domande su questa diagnosi nelle persone. Nonostante tutti i pregiudizi nella società, è possibile essere infettati da tale malattia solo attraverso il contatto con il sangue. Ecco perché vivere nella stessa famiglia del paziente non provocherà un'infezione improvvisa.

Tuttavia, ci sono fattori che possono influire negativamente sulle previsioni del medico. Questo è il motivo per cui alcune persone vivono molto meno quando trattate con Epatite C rispetto ad altri pazienti con una diagnosi simile:

  • Possibili complicazioni possono verificarsi in pazienti in età avanzata. Anche l'epatite C in un neonato causa molti problemi e la malattia stessa quasi immediatamente si trasforma in uno stadio cronico.
  • Con l'HIV e l'epatite, la prognosi di solito non è la più confortante. I pazienti che vivono con cirrosi complicata dall'epatite, inoltre, non possono contare su una prognosi positiva.
  • L'alcolismo può ridurre della metà l'aspettativa di vita con una diagnosi del genere.
  • Se una persona infetta da un tale virus, lavora con veleni o prende spesso farmaci da banco, c'è un alto rischio di epatite tossica. La combinazione delle due malattie riduce significativamente l'aspettativa di vita.

Per i neonati, le persone anziane e gli alcolisti, la prognosi è spesso la più pessimista. Se una persona segue chiaramente le raccomandazioni del medico, può ottenere una remissione temporanea della malattia per diversi anni.

Nell'epatite C, il genotipo è considerato uno dei più pericolosi. Avendo iniziato la malattia una volta, il paziente può sperimentare sia la cirrosi che lo sviluppo di un tumore maligno. I pazienti vivono con cirrosi complicata da una tale malattia virale per non più di cinque anni.

Anche l'epatite C e l'HIV in combinazione non danno una prognosi positiva. Le morti entro cinque anni dalla diagnosi di questi disturbi costituiscono l'80%.

Tuttavia, i medici devono lavorare con una persona che ha il virus dell'immunodeficienza in combinazione con l'epatite. Grazie alla terapia farmacologica, è possibile ridurre il numero di sintomi di ansia.

Se una persona si è improvvisamente ammalata sul lato destro sotto le costole, la sua pelle è diventata gialla e la nausea si verifica costantemente, dovrebbe immediatamente consultare un medico. Con l'HIV, l'epatite e la cirrosi, puoi vivere per 10-15 anni, ma per questo dovrai cambiare completamente la routine quotidiana della tua esistenza.

Cos'è l'epatite C: cause e tipi

Tra le lesioni epatiche, una delle più pericolose è l'epatite C, una malattia infettiva causata da un virus epatotropico contenente RNA. La sua caratteristica è in un lungo periodo asintomatico, durante il quale si sviluppano complicazioni irreversibili e c'è una possibilità di trasmissione a persone sane. È possibile proteggersi dall'infezione solo conoscendo l'epatite C, tutto ciò che è necessario per una prevenzione di alta qualità.

Trattamento dell'epatite C nel 2017

Non è un segreto che nel 2014 l'epatite C abbia ricevuto lo status di malattia infettiva completamente curabile. Questo sensazionale verdetto è stato emesso da epatologi infettivori provenienti da tutto il mondo che si sono riuniti al Congresso europeo annuale sulle malattie del fegato (EASL).

I nuovi protocolli di trattamento mostrano il 99% di successo, che equivale a una vittoria completa sul virus, nonché una conseguenza dei progressi della medicina. I redattori del nostro sito hanno preparato un articolo sui moderni metodi di trattamento, che parlerà dei vantaggi derivanti dall'assunzione di nuovi farmaci e di come acquisirli.

motivi

L'eziologia dell'epatite C si basa sulla presenza del virus e sull'organismo suscettibile, soggetto alle condizioni del meccanismo di infezione. Va detto che questa è una delle infezioni più persistenti, dura fino a 4 giorni sugli strumenti e le superfici con le quali il sangue infetto è entrato in contatto.

A quale temperatura muore il virus dell'epatite C? L'ebollizione lo distrugge per 2 minuti e a 60 gradi Celsius dura circa mezz'ora.

Nonostante il fatto che il virus sia stato scoperto più di trenta anni fa, le polemiche intorno a questo non sono diminuite fino ad ora. Ci sono aderenti alla teoria che l'epatite C non esiste. Tuttavia, la base delle prove è l'isolamento dell'RNA del virus e dei suoi anticorpi durante studi specifici.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), il codice dell'epatite C è di 18.2.

La classificazione dell'epatite C divide la malattia in due forme: acuta e cronica. Nella variante acuta, i sintomi potrebbero non essere presenti o simili a qualsiasi altra epatite infettiva. Il decorso cronico ha fasi come manifestazioni cliniche latenti (nascoste) e vivide.

Cos'è l'epatite C? In realtà, è un'infezione che sceglie intenzionalmente il fegato come una sorta di "bersaglio". L'agente patogeno, che ha sei genotipi, si sente benissimo all'interno degli epatociti (cellule epatiche), e il sistema immunitario è impotente a distruggerlo, senza allo stesso tempo distruggere il parenchima epatico (tessuto).

L'epatite C di tipo 1 è diffusa in tutto il mondo. Ciò è dovuto al fatto che le varianti successive sono molto probabilmente il risultato di una mutazione - un mezzo per adattare il virus a modi per combatterlo. Tra i pazienti con tossicodipendenza prevale 3 tipi di epatite C.

Cosa è pericoloso per l'epatite C? Prima di tutto, lo sviluppo della cirrosi epatica - un processo irreversibile cronico di sostituzione di un parenchima funzionante con densi nodi fibrosi.

Il virus dell'epatite C ha diversi modi di entrare nel corpo. Tra loro ci sono:

  1. Parenterale. Significa infezione attraverso il contatto con il sangue. Il numero di esso in questo caso non ha importanza: solo una piccola goccia, non visibile agli occhi, può causare malattie.
    L'epatite C viene trasmessa durante le trasfusioni di sangue - si tratta di una procedura di trasfusione di sangue, e l'emodialisi è una purificazione del corpo dai prodotti metabolici per le malattie renali. Residui di sangue possono essere trovati su strumenti per manipolazioni mediche e non mediche - esami chirurgici ed endoscopici, manicure, tatuaggio, piercing auricolare e altri tipi di piercing.
    C'è un rischio anche quando si usa lo spazzolino da denti o il kit da barba di qualcun altro, un bacio, se la persona infetta e il suo partner hanno piaghe in bocca. Naturalmente, il trapianto di organi implica le stesse possibilità per la trasmissione dell'epatite C, mentre il trapianto implica immunodeficienza, a causa della quale il processo infettivo è più difficile e più veloce.
    Uno dei meccanismi più comuni è l'ingresso dell'epatite C patogeno nel corpo con lo stesso ago della siringa nelle persone che iniettano droghe.
  2. Sessuale. Il pericolo è una scarica (segreta) delle ghiandole genitali, abrasioni e microtraumi dovuta al danneggiamento della mucosa durante i rapporti sessuali non protetti. Il virus dell'epatite C, di norma, è contenuto in un segreto in quantità significative solo con un processo attivo nel corpo; L'epatite C viene raramente trasmessa durante il periodo di latenza.
  3. Verticale. Questa infezione del bambino nell'utero è transplacentare (attraverso i vasi del flusso sanguigno uteroplacentare) o durante il parto, quando il bambino è costretto a entrare in contatto con la mucosa materna e può ricevere lesioni lievi, aprendo il "cancello d'ingresso" dell'infezione.
    Forse questo meccanismo fornisce una risposta esauriente alla domanda: è possibile avere bambini con l'epatite C? La funzione riproduttiva, cioè la possibilità di concepimento, non è influenzata dalla malattia. Il grado di carica virale è importante come fattore fondamentale nella probabilità di trasmissione del patogeno.

La fonte dell'infezione può essere non solo malata, ma anche il portatore dell'epatite C.

Cos'è? Il trasporto indica una condizione in cui il virus è nel sangue, ma non provoca danni; Non ci sono sintomi di danni al fegato. Tuttavia, può essere trasferito ad un'altra persona, nel cui corpo la malattia viene attivata in pieno vigore.

L'epatite C può essere pericolosa per i familiari che usano gli stessi articoli domestici del paziente? La trasmissione da contatto familiare di questa infezione non è peculiare, tuttavia, con lesioni della mucosa orale, il sangue può rimanere sulle stoviglie, gli asciugamani, lo spazzolino da denti, quindi non è desiderabile trasferirli a qualcuno.

Cosa fare se hai trovato l'epatite C? È necessario seguire le istruzioni del medico curante che, se necessario, prescriverà ulteriori test diagnostici e selezionerà il regime terapeutico antivirale ottimale.

sintomi

Il periodo di incubazione per l'epatite C dura da due settimane a sei mesi; L'RNA del virus si lega ai recettori della superficie cellulare e penetra negli epatociti. Essendo sotto una protezione affidabile e impermeabile all'immunità della membrana, l'agente patogeno avvia il processo di replicazione (copia) e si moltiplica.

A questo punto, il corso può essere asintomatico; epatite C inattiva, o il periodo di latenza può durare per mesi e anni.

In presenza di immunodeficienza o malattie epatiche concomitanti, si riduce.

La clinica per l'epatite C è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • debolezza costante, affaticamento, apatia, umore depresso;
  • diminuzione o mancanza di appetito, nausea, vomito;
  • dolore addominale principalmente nell'ipocondrio destro;
  • fegato allargato (epatomegalia), meno spesso - milza (splenomegalia);
  • urina scura, feci grigie;
  • ingiallimento della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi;
  • dolori articolari.

Questi segni sono osservati nel periodo acuto. I disturbi depressivi sono abbastanza comuni nell'epatite C, tuttavia, non sono un sintomo obbligatorio specifico.

Il fegato fa sempre male? La forma cronica è accompagnata dalla formazione di cirrosi e ipertensione portale - una sindrome che si sviluppa a seguito di un aumento della pressione nella vena porta.

Quindi, quando si esamina un paziente, si possono vedere vene safeniche dilatate sulla parete addominale anteriore, il fegato viene spesso ingrandito e la persona manifesta disagio, dolore nell'ipocondrio destro durante l'esercizio o errori nell'alimentazione. Il liquido sieroso si accumula nello stomaco - questo fenomeno è chiamato ascite.

Quando la fibrogastroduodenoscopia (studio del tratto gastrointestinale con un tubo ottico), vengono rilevati i vasi venosi dilatati dell'esofago e dello stomaco. Nelle fasi successive, i disturbi nel sistema di coagulazione sono caratteristici, poiché una delle funzioni del fegato è la sintesi di vitamina K e fattori di coagulazione del sangue.

Si manifestano come sanguinamento nasale e gastrointestinale di diversa gravità.

Tali complicanze dell'epatite C indicano danni irreversibili al parenchima epatico.

L'epatite C causa disabilità e quale gruppo? Infatti, l'epatite virale con compromissione della funzionalità epatica è la base per questo. Indicatori clinici e di laboratorio e la capacità di auto-cura e lavoro.

È possibile lavorare con l'epatite C? Poiché il virus non viene trasmesso durante i contatti quotidiani, non è necessario limitare l'attività del paziente nella società, che include aspetti professionali.

diagnostica

Oggi la medicina ha ampie opportunità di confermare l'epatite C.

Il corriere viene rilevato solo dai dati di laboratorio.

I metodi diagnostici sono suddivisi in non specifici (che riflettono il quadro generale del danno al fegato e al corpo nel suo complesso) e specifici (volti a rilevare il virus o la risposta immunitaria alla sua presenza):

  1. Emocromo completo (mostra, soprattutto, anemia - una diminuzione del livello di globuli rossi, emoglobina, indicatore di colore).
  2. L'analisi delle feci per sangue nascosto (con un piccolo sanguinamento gastrico può non essere clinica brillante, ma nelle feci è l'emoglobina).
  3. Analisi biochimica del sangue (aumento dell'attività degli enzimi epatici: ALT, AST, fosfatasi alcalina, aumento della bilirubina, colesterolo e diminuzione delle proteine ​​totali).
  4. Rilevazione di anticorpi mediante ELISA (ELISA) e RNA del virus dell'epatite C mediante PCR (reazione a catena della polimerasi). Un'analisi positiva significa che l'infezione si è verificata ed è una malattia o un trasporto asintomatico di epatite C.
  5. Diagnosi ecografica o tomografia computerizzata degli organi addominali (vengono determinate le dimensioni, la struttura e lo schema del flusso sanguigno nel fegato).
  6. Esame istologico della biopsia epatica con sospetta cirrosi (il "gold standard" della diagnostica del processo cirrotico, in quanto si rinvengono i nodi del tessuto connettivo rigenerativo e gli epatociti necrotici).

A volte questa situazione sorge: ci sono anticorpi contro l'epatite C, ma non c'è alcun virus. Questo è possibile se si è verificata l'auto-guarigione - il sistema immunitario è stato in grado di superare l'infezione. Gli anticorpi indicano che il sistema immunitario ha reagito alla penetrazione del patogeno.

Un risultato falso positivo nella diagnosi di epatite C è un fenomeno molto raro, ma possibile. Le ragioni possono essere una violazione delle regole di preparazione e ricerca del materiale, una banale confusione con le provette o la consegna deliberata di sangue al paziente, che è possibile con la raccolta a distanza (prelevando il sangue fuori dal laboratorio).

La microbiologia o la diagnosi microbiologica non vengono eseguite, poiché l'epatite C ha un'eziologia virale e semplicemente non cresce sul terreno nutritivo usato per i batteri.

trattamento

Ha sostenuto che l'epatite C è incurabile. È vero e quanto sono efficaci i preparati farmaceutici proposti? Sfortunatamente, dopo l'infezione, il virus non può essere completamente sradicato, ma le terapie moderne possono sopprimerne la replicazione in modo che non vengano rilevate nel sangue.

L'epatite C positiva deve essere trattata, non con l'obiettivo di eliminare completamente (rimuovere) il virus dal corpo, ma di prevenire le complicanze. La cirrosi in assenza di cure mediche adeguate è una minaccia di insufficienza epatica, le cui conseguenze nell'epatite C sono molto gravi.

Qual è il trattamento dell'epatite C? Esistono diversi gruppi principali di farmaci usati per combattere il virus:

  1. Interferoni (Viferon, Alferon).
  2. Inibitori della RNA polimerasi (ribavirina, sofosbuvir).
  3. Inibitori della proteasi (simeprevir, boceprevir, telaprevir).

La durata del trattamento va dalle 16 alle 72 settimane, mentre questi farmaci sono combinati per un impatto più efficace sul virus.

Per mantenere il fegato, vengono anche prescritti epatoprotettori - sostanze che stimolano le capacità rigenerative e aiutano il corpo a sopportare le devastazioni dell'epatite C.

L'alcol e i suoi sostituti sono incompatibili con il trattamento, la dieta implica il rifiuto di cibi grassi e fritti, condimenti piccanti, aromi sintetici.

I pazienti lamentano stanchezza costante, quindi è necessario razionalizzare la modalità di lavoro e di riposo, impegnarsi a rafforzare l'esercizio fisico, ma evitare un eccessivo affaticamento.

È meglio consultare il proprio medico e sostituire o annullare completamente i farmaci epatotossici: un fegato indebolito è difficile da far fronte a un aumento dello stress e il rischio di effetti collaterali aumenta decine di volte.

La ricaduta dell'epatite C dopo il trattamento, cioè la ricorrenza dei sintomi, è possibile se la terapia non è stata completamente completata, il fegato è gravemente danneggiato e c'è obesità.

Per le donne, c'è anche un rischio dopo la menopausa.

Il tipo di infezione è importante - il genotipo 1 si ripresenta molto più spesso di altre varianti della malattia, dietro è la sua alta resistenza al trattamento, che può portare ad un effetto insufficiente sull'epatite C. Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si pianifica la durata del regime.

L'abuso di alcol è gravemente aggravato e accelera l'inizio degli effetti dell'epatite C, poiché anche nelle persone non infette porta allo sviluppo della cirrosi.

È innegabile che l'epatite C sia una malattia grave, ma tuttavia non è una frase. I principali ostacoli al trattamento di qualità sono il costo elevato e la diagnosi tardiva, quando il patogeno viene rilevato nella fase di cirrosi epatica. Il decorso dell'epatite C, rilevato tempestivamente, può essere rallentato e addirittura interrotto.

prevenzione

Cosa fare per non avere l'epatite C? È richiesto un uso strettamente individuale di strumenti medici e cosmetologici o un'accurata sterilizzazione con un adeguato controllo di qualità.

Gli operatori sanitari nelle procedure associate al rischio di sangue o altri fluidi biologici del paziente sulla pelle e sulle mucose indossano guanti, maschere e occhiali protettivi.

L'equipaggiamento protettivo deve essere monouso e distrutto dopo l'uso secondo le normative vigenti.

Si raccomanda l'uso di un preservativo per i rapporti sessuali. Questo vale anche per un partner regolare se ha un portatore o un'infezione confermata per l'epatite C. Le donne incinte e le donne che pianificano di concepire sono sottoposte a screening diagnostici per l'epatite C.

Tutto ciò che riguarda il rischio per il bambino può essere scoperto dopo aver consultato l'ostetrico-ginecologo.

Epatite C nei bambini

Epatite C nei bambini - danno epatico infettivo-infiammatorio diffuso causato dal virus dell'epatite C. Il decorso clinico dell'epatite C cronica nei bambini è spesso asintomatico; Tipico processo acuto è caratterizzato da sindrome astenica, dolore addominale, febbre, nausea, vomito, ittero. La diagnosi di epatite C nei bambini si basa su dati cumulativi di un esame, anamnesi, test funzionali di funzionalità epatica, esami sierologici e PCR e biopsia epatica. Il trattamento dell'epatite C nei bambini comprende la terapia antivirale e sintomatica, la somministrazione di induttori di interferone e immunomodulatori e la dieta.

Epatite C nei bambini

L'epatite C nei bambini è un processo infiammatorio che si verifica nel parenchima epatico quando è infetto dal virus dell'epatite C che entra direttamente nel sangue del paziente. L'epatite C nei bambini è caratterizzata da una tendenza alla cronicità con progressione verso la cirrosi, insufficienza epatica e neoplasie maligne. Nella struttura dell'epatite virale acuta nei bambini sotto i 14 anni di età, l'epatite C rappresenta circa l'1%, e tra l'epatite virale cronica è fino al 41%.

Il virus dell'epatite C (HCV) è un virus contenente RNA estremamente pericoloso che può persistere a lungo (a volte per tutta la vita) nel corpo umano a causa dell'alta variabilità genetica, della capacità di mascherarsi e di andare facilmente fuori controllo del sistema immunitario. L'obiettivo principale del virus dell'epatite C è epatociti. Il virus dell'epatite C ha un effetto citopatico diretto sulle cellule del fegato, attiva le reazioni autoimmuni e la citolisi immunitaria delle cellule infette, causa necrosi e proliferazione nodulare del parenchima, proliferazione del tessuto connettivo (fibrosi) del fegato. I virioni dell'epatite C possono penetrare nei tessuti del cuore, del cervello, delle cellule immunitarie, causando gravi comorbidità (vasculite, artrite, polimiosite, encefalopatia).

Cause dell'epatite C nei bambini

La fonte di epatite C nei bambini è una persona infetta, il più delle volte un paziente con una forma cronica di infezione. I percorsi della diffusione dell'epatite C virale nei bambini sono parenterali e verticali (dalla madre al feto). I bambini e gli adolescenti possono essere infettati dal virus dell'epatite C attraverso il contatto diretto con il sangue infetto o con i suoi farmaci. Infezioni di bambini con epatite C possono verificarsi durante vari interventi medici e iniezioni, emodialisi, trattamento dentale (con il riutilizzo di strumenti medici scarsamente sterilizzati), trapianto di organi, trasfusione di sangue e trasfusione di prodotti sanguigni (plasma, fibrinogeno, fattore antiemofilico nei bambini con emofilia). C'è un'alta incidenza di epatite C tra i tossicodipendenti a causa dell'uso ripetuto di siringhe contaminate quando si iniettano farmaci.

La frequenza della trasmissione perinatale del virus dell'epatite C (in travaglio, quando un bambino passa il canale del parto di una madre infetta) è approssimativamente del 5%. Se una donna incinta ha una co-infezione da HCV e HIV, il rischio di infezione del bambino con il virus dell'epatite C aumenta di 3-4 volte.

Esiste la possibilità di trasmissione dell'epatite C nei bambini adolescenti con il mancato rispetto delle regole e degli standard di igiene durante le procedure associate al danno alla pelle (tatuaggi, piercing); attraverso tagli e abrasioni quando si usano i comuni mezzi igienici (spazzolini da denti, rasoi, dispositivi per manicure), durante il contatto sessuale non protetto con il vettore del virus.

Classificazione dell'epatite C nei bambini

Per la durata del corso, l'epatite C acuta (fino a 6 mesi) e cronica (più di 6 mesi) nei bambini è isolata. La forma cronica dell'epatite C nei bambini può essere il risultato di una malattia acuta, ma il più delle volte si sviluppa come un processo prevalentemente cronico, ha un decorso progressivo lungo e porta a gravi danni al fegato e compromissione delle sue funzioni.

A seconda della natura delle manifestazioni cliniche, l'epatite C acuta nei bambini può presentare opzioni tipiche (accompagnate da ittero) e atipiche (anterteri). Nei bambini prevale il decorso atipico dell'epatite C. L'epatite C tipica acuta nei bambini di solito si presenta in forme lievi e moderate; estremamente rare, forme gravi e maligne (fulminanti) della malattia sono possibili.

I sintomi dell'epatite C nei bambini

Il periodo di latenza (incubazione) per l'epatite C nei bambini è in media di 7-8 settimane. L'epatite C acuta inizia gradualmente con lo sviluppo della sindrome astenovegetativa di un bambino e dei disturbi dispeptici. Nei bambini, la sindrome del dolore addominale, a volte il dolore nelle articolazioni grandi, è notato, la temperatura corporea può salire a valori subfebrilitici, alterazione delle feci e oscuramento delle urine. L'intossicazione è accompagnata da nausea, vomito, mal di testa.

I segni di ittero nei bambini con epatite C (colorazione gialla della sclera e della pelle) non appaiono sempre (nel 15-40% dei casi); Il periodo itterico dura da 1 a 3 settimane ed è più facile rispetto ad altre epatiti parenterali. Il decorso acuto dell'epatite C nei bambini è osservato nel 10-20% dei casi, il suo esito frequente è la formazione della forma cronica della malattia.

L'epatite C cronica nei bambini può verificarsi per molti anni senza sintomi clinicamente pronunciati, che si verificano durante gli esami casuali. Con una condizione relativamente soddisfacente dei bambini e l'assenza di disturbi, l'epatite C cronica si manifesta con epatomegalia, nel 60% dei casi accompagnata da splenomegalia. Un terzo dei bambini con epatite C cronica presenta astenia, affaticamento e sintomi extraepatici (teleangiectasia, capillari).

Nonostante il grado minimo e basso di attività dell'epatite C cronica nei bambini, si osserva una persistente tendenza alla fibrosi epatica (un anno dopo l'infezione nel 50% dei casi, dopo 5 anni nell'87% dei casi). Anche con un lieve grado di fibrosi nei bambini con epatite cronica C, esiste il rischio di sviluppare cirrosi epatica. Complicazioni di epatite C acuta nei bambini comprendono insufficienza epatocellulare, sanguinamento, infezione batterica grave, insufficienza renale.

Diagnosi di epatite C nei bambini

Nella diagnosi di epatite C nei bambini prendere in considerazione i dati di esame clinico e storia epidemiologica, i risultati di studi biochimici, sierologici (ELISA) e PCR, la biopsia del fegato di puntura.

Tutti i bambini con epatite C nel siero hanno mostrato un aumento nell'attività degli enzimi epatici ALT e ACT, in alcuni casi - un aumento del livello di bilirubina totale (frazione diretta), una diminuzione dell'indice di protrombina, disproteinemia.

L'RNA del virus dell'epatite C compare nel plasma sanguigno 3-4 giorni dopo l'infezione (molto prima della formazione degli anticorpi). La PCR in tempo reale è il primo metodo per diagnosticare l'epatite C nei bambini, che consente di rilevare l'RNA dell'HCV, determinando il genotipo e la concentrazione del virus nel sangue (carica virale). Maggiore è la carica virale, più pesante è la prognosi dell'epatite C e più il paziente è contagioso. Il genotipo del virus dell'epatite C è un criterio prognostico affidabile per l'ulteriore sviluppo dell'infezione, così come la durata e l'efficacia della terapia antivirale. Molto spesso nei bambini con una forma cronica della malattia, si distingue il genotipo 1b del virus dell'epatite C, che è caratterizzato da un'infezione cronica del 90%, un decorso più grave, una percentuale minore del successo del trattamento prolungato.

L'esame sierologico (ELISA) nei bambini consente di confermare la presenza di marcatori dell'epatite C - anticorpi verso proteine ​​specifiche (anti-HCV-core, -NS3, -NS4, -NS5), determinare la gravità e l'attività di un'infezione virale (anti-HCV IgM), lo stadio della malattia, durata dell'infezione (avidità anti-HCV anti-HCV).

L'epatite C nei bambini deve essere differenziata da altre epatiti virali, principalmente epatite B, malattia emolitica, angiocolecistite, ittero ostruttivo.

Trattamento dell'epatite C nei bambini

I principi generali della terapia dell'epatite C nei bambini sono simili a quelli di altre epatiti virali e comprendono riposo a letto, dieta terapeutica e rimedi sintomatici.

Il trattamento dell'epatite C nei bambini ha lo scopo di prevenire la forma cronica della forma acuta dell'infezione e di influenzare il processo cronico sviluppato. Nei pazienti pediatrici con epatite C cronica, i preparati di interferone alfa ricombinante (IFN-) vengono utilizzati sotto forma di supposte rettali e forme parenterali. Il regime di trattamento dell'epatite C per un bambino viene selezionato individualmente. Nel trattamento dell'epatite C nei bambini di età compresa tra 3 e 17 anni che non hanno controindicazioni, è prescritta la monoterapia o una combinazione di farmaci IFN-rec ricombinanti con ribavirina o rimantadina (nei bambini di età superiore a 7 anni). Inoltre, vengono prescritti induttori (meglumina di acridone acetato) e immunomodulatori (estratti di timo bovino). La durata del trattamento dell'epatite C nei bambini dipende da molti fattori e varia da 24 a 48 settimane.

Prognosi e prevenzione dell'epatite C nei bambini

La prognosi dell'epatite C virale nei bambini è variabile. La forma acuta della malattia nei bambini può terminare in completa guarigione, che avviene lentamente (circa un anno) o si traduce in un processo cronico che va avanti per molti decenni e porta allo sviluppo della cirrosi epatica e del carcinoma epatocellulare.

Con forme estremamente gravi e maligne di epatite C, la morte è possibile.

Le misure non specifiche per la prevenzione dell'epatite C virale nei bambini comprendono la prevenzione dell'infezione perinatale dei neonati, l'uso di strumenti medici riutilizzabili monouso e sterili, un esame approfondito dei donatori di sangue e test dei prodotti ematici, l'igiene personale e la lotta contro la tossicodipendenza.

Quante persone vivono con l'epatite C?

Quanto vive l'epatite C? Questa è una delle prime domande poste dai pazienti dopo la diagnosi.

L'epatite C è una malattia del fegato causata dal virus con lo stesso nome. Entra nel corpo attraverso il sangue. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, 130-150 milioni di persone soffrono di epatite C cronica sul pianeta, in Russia ce ne sono almeno 5-7 milioni. Oggi, i modi più comuni di contrarre l'epatite C sono attraverso gli strumenti medici negli ospedali e l'iniezione di droghe. Un vaccino efficace in grado di proteggere da questa malattia non è stato ancora inventato.

È impossibile dire esattamente per quanto tempo il paziente vivrà. L'epatite C si manifesta in modi diversi, può essere completamente guarita in poche settimane e può rimanere nel corpo umano per decenni senza manifestazioni. Nei casi più gravi, il virus porta a complicazioni fulminanti e alla morte. La durata della vita con epatite C è influenzata da:

  • una persona sopra i 40 anni;
  • il genotipo dell'epatite, la sua forma e attività;
  • stadio di sviluppo della malattia al momento della sua individuazione;
  • l'efficacia del trattamento selezionato o la sua mancanza;
  • lo stile di vita degli infetti;
  • la presenza di malattie croniche concomitanti;
  • metabolismo del ferro nel corpo;
  • predisposizione genetica alla malattia del fegato.

La principale causa di morte per epatite C è che il virus provoca cirrosi o cancro del fegato. Ogni anno circa 700 mila persone muoiono per questo.

Nel 70% di quelli infetti, l'epatite passa dallo stadio acuto a quello cronico, cioè causa gravi malattie del fegato. Nel 20% dei pazienti, la cirrosi epatica si sviluppa in 20-30 anni. La metà di quelli infettati da questa diagnosi muore entro 10 anni.

Nonostante le statistiche deprimenti, solo 1-5 persone su 100 pazienti muoiono a causa degli effetti dell'epatite. Scienziati italiani hanno condotto studi che dimostrano che con la giusta terapia, l'aspettativa di vita delle persone infette dall'epatite C è approssimativamente uguale a quella prevista per la maggior parte della popolazione.

L'epatite C non ha sempre bisogno di essere trattata, perché a volte l'infezione scompare da sola a causa della resistenza dell'immunità del corpo, e alcune persone con epatite cronica non hanno danni al fegato.

Se il trattamento è necessario, il suo obiettivo diventa il recupero completo del paziente con il ripristino della funzionalità epatica. Alcuni anni fa, con un trattamento correttamente selezionato e condotto correttamente, il 30-40% dei pazienti era guarito con successo, ma i farmaci vengono costantemente migliorati e gli attuali tassi di recupero tendono al 60-90%. In media, il 50-80% dei pazienti completamente recuperati sono indicati oggi negli studi internazionali. Il trattamento precedente è iniziato, più la prognosi è positiva.

La terapia antivirale completa viene eseguita contro l'epatite C, di solito 2 dei farmaci più efficaci vengono assunti contemporaneamente: interferone e ribavirina. Insieme danno un risultato migliore di uno a uno, ma se uno dei farmaci è intollerante, la monoterapia viene prescritta come secondo. Il tipo di trattamento e il dosaggio dei farmaci sono selezionati dal medico individualmente per ciascun paziente.

Nei casi più gravi, a volte non è possibile curare completamente l'epatite C, ma il processo di riproduzione attiva del virus sarà sospeso. Questo riduce la probabilità di malattie del fegato e fibrosi, che prolunga significativamente la vita del paziente.

L'agente eziologico dell'epatite C è stato scoperto solo negli anni novanta del secolo scorso, al momento non è ancora ben studiato da un punto di vista clinico. I modi per affrontarlo si stanno sviluppando molto attivamente e vengono creati metodi innovativi di terapia. Ci sono tutte le ragioni per sperare che farmaci più convenienti ed efficaci appariranno nel prossimo futuro. Studi condotti da esperti americani hanno scoperto che entro il 2036, nuovi farmaci e metodi diagnostici renderanno l'epatite C una malattia rara nel mondo (fino a 1 caso ogni 1500 persone).

Spesso le persone non curano il virus semplicemente perché non sanno della malattia. L'epatite C è chiamata "l'assassino gentile" perché procede senza sintomi. A volte lo sono, ma troppo aspecifici per riconoscere il virus: stanchezza, nausea, prurito, depressione. Una persona può vivere per molti anni con l'epatite C e non sospettare che sia infetto. Molte persone non iniziano il trattamento finché non scoprono accidentalmente la malattia con test o donazioni di sangue.

Ci sono pazienti che deliberatamente non effettuano il trattamento per i seguenti motivi:

  • costo elevato della terapia;
  • efficacia relativamente bassa dei farmaci con il genotipo I del virus;
  • gli effetti negativi del trattamento, cioè gli effetti collaterali dei farmaci e l'insorgenza di malattie concomitanti (reumatismi, alterazioni della ghiandola tiroidea);
  • la presenza di controindicazioni

Per questo gruppo di persone, la domanda è: per quanto tempo si può vivere con l'epatite C senza trattamento?

Le proiezioni sono anche favorevoli se la malattia si è sviluppata in epatite cronica benigna, quando i sintomi del virus sono completamente assenti o scarsamente espressi. Questa forma di epatite B è chiamata portatrice del virus. È sufficiente per un paziente condurre uno stile di vita corretto ed essere osservato da un medico. Sono necessari controlli sistematici dello stato del fegato per non perdere la possibile attivazione della malattia quando vi è il rischio di sviluppare cirrosi epatica. Altrimenti, non c'è pericolo di ridurre la vita.

Se il decorso dell'epatite C è difficile, quindi senza terapia antivirale, l'aspettativa di vita del paziente viene significativamente ridotta.
Circa il 20% dei pazienti con epatite C in fase acuta e completamente guarito indipendentemente senza intervento terapeutico. A causa della loro elevata immunità, in seguito non si ammalano di epatite cronica. Da ciò possiamo concludere che l'aspettativa di vita del paziente senza trattamento dipende soprattutto dalla forma e dalla velocità del virus.

Lo stile di vita di una persona infetta è fondamentale per la loro longevità. Se il paziente, oltre al trattamento, conduce uno stile di vita attivo, fa esercizi fisici, non consuma cibi dannosi e bevande alcoliche, quindi la probabilità di complicanze nel lavoro del fegato è quasi assente. Spesso le persone con epatite C vivono fino alla vecchiaia e muoiono per ragioni estranee all'epatite. I sintomi della malattia non sono così evidenti.

L'attività fisica rafforza il corpo di una persona infetta e aumenta la sua immunità. Ma l'epatite C è spesso accompagnata da una maggiore stanchezza e vari disturbi, quindi quando si praticano sport, si dovrebbe evitare di lavorare troppo, osservare il regime quotidiano e riposare completamente.

Una corretta alimentazione nell'epatite C in assenza di cirrosi non aiuta il fegato. Il suo obiettivo è ridurre il carico sul tratto gastrointestinale, poiché i pazienti con epatite virale spesso sviluppano patologia delle vie biliari. L'aspettativa di vita della dieta è influenzata indirettamente, perché riduce il rischio di comorbidità e obesità. Di solito si consiglia ai pazienti di seguire una dieta a basso contenuto calorico, che viene chiamata "tabella numero 5". I suoi piatti principali sono zuppe di verdure, uccelli magri e pesce. Molti alimenti e tutti i cibi fritti, salati e piccanti sono proibiti.

Il consumo di alcol è inaccettabile a causa del forte effetto negativo sul fegato. La negligenza di questo divieto avrà gravi conseguenze. L'alcolismo conduce i pazienti affetti da epatite C a cirrosi epatica associata a HCV nell'arco di 5-8 anni, dopo di che le previsioni per l'uomo diventano estremamente pessimistiche.

Negli uomini, statisticamente, i periodi di vita dopo l'infezione da epatite C sono inferiori rispetto alle donne. La spiegazione più probabile per questo fatto è che gli uomini hanno meno probabilità di condurre uno stile di vita sano e seguire una dieta, più spesso consumano alcolici.

Ci sono malattie che aggravano la situazione di una persona infetta.

  1. 1. L'epatite B, C, D, G o il virus dell'immunodeficienza in combinazione con l'epatite C portano a una condizione molto grave del paziente e minacciano di essere fatali. Sia l'HIV che l'epatite virale sono infetti attraverso il contatto con sangue infetto, quindi le persone sono spesso portatrici di diversi virus contemporaneamente. È la malattia del fegato che è la causa più comune di morte per le persone con infezione da HIV.
  2. 2. La cirrosi epatica e la disfunzione epatocellulare peggiorano anche drammaticamente l'aspettativa di vita del paziente. In circa il 15% dei casi, la diagnosi di epatite C viene fatta alle persone che hanno già una cirrosi causata da questo virus. Se al momento della scoperta di epatite in una persona tale diagnosi, forse lo sviluppo accelerato di epatite C, e l'efficacia della terapia è ridotta. Secondo le statistiche, la metà di questi pazienti non vive più di 10 anni.
  3. 3. Le comuni malattie croniche gravi come diabete mellito, malattie cardiache e polmonari rallentano la lotta del corpo contro il virus dell'epatite C. Spesso in tali casi è impossibile eseguire il necessario trattamento antivirale. Il fegato dei pazienti, che già soffrono di un carico eccessivo da farmaci costanti, dopo essere stati infettati dall'epatite C è sotto grave minaccia. È difficile parlare di previsioni accurate, ma in generale, l'aspettativa di vita per l'epatite C è inferiore in questo gruppo di persone rispetto a coloro che non hanno malattie croniche associate.

Nessuna malattia concomitante è una frase. La terapia iniziata tempestivamente può ritardare le complicanze critiche nel fegato e il trapianto offre nuove speranze anche ai pazienti più gravemente malati.

Ogni persona infetta dall'epatite C ha una storia medica unica e può convivere con il virus da pochi mesi a molti decenni. È impossibile dare una risposta chiara alla durata della vita delle persone infette, ma è possibile stimare approssimativamente la situazione per ciascun particolare paziente.
Ci sono fattori che influenzano positivamente o negativamente la prognosi di una persona infetta. Gioventù, alta immunità e stile di vita corretto aumentano le possibilità di longevità del paziente. La vecchiaia, le comorbidità e l'alcolismo contribuiscono allo sviluppo di gravi complicazioni causate dal virus.

Il corretto trattamento antivirale gioca un ruolo importante nella lotta contro la malattia. Il contenimento della droga dell'epatite consente di avvicinare i termini di vita dei pazienti alla media. La medicina si sta sviluppando rapidamente, le probabilità di una cura di successo crescono ogni anno. Con una diagnosi tempestiva, quasi ogni persona ha la capacità di sconfiggere completamente il virus.

Nella maggior parte dei casi, la durata della vita con l'epatite C dipende fortemente dalle azioni della persona.

Un'attenta attenzione alla loro salute, visite regolari al medico e l'attuazione delle sue raccomandazioni, abitudini di vita utili permettono agli infetti di massimizzare la loro aspettativa di vita ed evitare complicazioni.

Come recuperare dall'epatite C con una probabilità del 97%?

Oggi i farmaci di nuova generazione Sofosbuvir e Daclatasvir sono in grado, con una probabilità del 97-100%, di guarire definitivamente dall'epatite C. Potete ottenere gli ultimi medicinali in Russia dal rappresentante ufficiale del colosso farmaceutico indiano Zydus Heptiza. I farmaci ordinati vengono consegnati tramite corriere entro 4 giorni, pagamento al ricevimento. Ottieni una consulenza gratuita sull'uso dei farmaci moderni, oltre a conoscere le modalità di acquisto, puoi farlo sul sito ufficiale del fornitore Zydus in Russia. Ulteriori informazioni >>

Medinfo.club

Portale sul fegato

Aspettativa di vita con epatite C

Hai l'epatite C - e vuoi sapere quanto ci vivono? L'epatite è una delle malattie più pericolose di natura infettiva, in cui l'organismo è infetto da un microbo che può uccidere una persona se non gli viene data un'adeguata assistenza medica. Se una persona ha una forte immunità, quindi nel 10-15% dei casi di infezione, lo stadio acuto dell'epatite C si conclude da solo, senza l'uso di alcun farmaco. Ma a giudicare dall'attuale situazione ambientale, non tutti possono vantare una buona immunità.

Non ti preoccupare molto. Oggi, i farmaci per l'epatite C sono già apparsi nel mondo con un'efficienza vicina al 100%: l'industria farmaceutica moderna ha creato farmaci che non hanno praticamente effetti collaterali. Molti pazienti ottengono i primi risultati sotto forma di alleviare i sintomi e ridurre la carica virale dopo una settimana di assunzione. Scopri ulteriori dettagli su come l'India ha sconfitto l'epatite generica.

Sofosbuvir Express si è dimostrata nel mercato per il trasporto di farmaci indiani dell'epatite C. Questa azienda aiuta con successo le persone a riprendersi dalla malattia per più di 2 anni. Recensioni e video di pazienti soddisfatti che puoi vedere qui. Sul loro conto più di 4.000 persone che hanno recuperato grazie ai farmaci acquistati. Non mettere la tua salute in attesa, vai a www.sofosbuvir-express.com o chiama 8-800-200-59-21

Quanti pazienti di epatite nel mondo e le statistiche di mortalità?

Molti pazienti e i loro parenti si domandano: per quanto tempo la gente vive con l'epatite C? Secondo i dati ufficiali dell'Organizzazione mondiale della sanità, 500 milioni di persone in tutto il mondo sono portatrici di questo microbo. Secondo le previsioni non consolanti degli specialisti dell'analisi, dopo 10 anni il numero di persone che si ammalano di epatite C aumenterà di oltre 2 volte, il che a sua volta aumenterà il numero di morti.

Secondo i medici, se non si effettua un trattamento completo dell'epatite, dopo un massimo di 25 anni, può portare a cirrosi epatica o cancro. Analizzando la situazione attuale nel mondo, gli scienziati sono giunti alla conclusione che la possibilità di ottenere la cirrosi epatica nelle persone di età superiore ai 45 anni è del 30%. Vale la pena notare che le persone possono convivere con l'epatite e non sospettare che siano malati. Inoltre, in queste persone nel 5% dei casi, la morte avviene naturalmente, e non da problemi con un organo vitale.

Ma nonostante tali statistiche, non è necessario rinunciare, è necessario esser trattato e osservare tutte le istruzioni del medico generico essente presente.

Come evitare l'infezione e proteggere i tuoi cari - leggi il nostro articolo: Come puoi ottenere l'epatite C.

sintomi

Per capire se una persona è malata di epatite virale o meno, dovresti analizzare una serie di sintomi che indicano la malattia:

  • debolezza generale
  • stanchezza inspiegabile,
  • cambiamenti nel colore delle urine - tingendolo in un colore scuro,
  • ittero,
  • scolorimento delle feci,
  • voglia di vomitare.

Tutto questo si riferisce ai primi sintomi di epatite, che possono essere confusi con qualsiasi altra malattia. L'epatite C acuta spesso non è diagnosticabile, poiché il paziente non viene sottoposto ad un esame sistematico. Pertanto, il paziente è in grado di conoscere la sua diagnosi solo quando si verifica il primo attacco doloroso di un organo vitale.

l'aspettativa di vita

Quante persone vivono con l'epatite C? È difficile specificare una cifra specifica, che è addirittura approssimativa, poiché ogni tipo di epatite è unico a causa della sua origine, della mutazione e dell'immunità della persona infetta. Questa malattia fa male da piccolo a grande, e quanto sono stati assegnati a vivere con questa malattia, o dopo il trattamento, in media, è difficile da stabilire.

Nel trattamento di

Se il paziente rispetta le istruzioni del medico, e gli è stato fornito un trattamento tempestivo, quindi la possibilità di recuperare è del 51-80%. Sì, ci sono situazioni difficili, ad esempio il cancro del fegato o la cirrosi dell'ultimo stadio, in cui è difficile curare completamente l'epatite, anche quando si utilizzano i farmaci più potenti e costosi. Ma tutti hanno la possibilità di mettere la malattia in remissione. È solo necessario scegliere il dosaggio del farmaco, che è calcolato dalle caratteristiche individuali del paziente. L'opzione migliore è quando la malattia viene diagnosticata nella fase iniziale e il fegato non è ancora gravemente danneggiato. In questi casi, il successo del trattamento varia dal 90% al 100%. E il fegato è un organo che può guarire completamente anche con gravi ferite se viene aiutato.

Ma quante persone con epatite C vivono senza trattamento?

Nessun trattamento

Ci sono casi in cui una persona non sa di essere infetto e quindi non conduce alcuna terapia. Ma ci sono anche questi pazienti che deliberatamente non vogliono essere trattati per una serie di motivi come:

  • il favoloso prezzo della droga - i medici prescrivono farmaci originali che costano un sacco di soldi. Naturalmente, non tutti hanno questi mezzi.
  • controindicazioni all'uso di droghe.
  • rimedi popolari - sì, ci sono ancora persone che sono abituate a sbarazzarsi di qualsiasi disturbo solo con le infusioni di erbe.
  • le persone che non sono state aiutate da alcuni farmaci usati in precedenza sono chiamate persone disperate. Tali pazienti hanno prima bisogno di una consulenza psicologica.

Se il paziente non soffre di sintomi ricorrenti della malattia, l'aspettativa di vita di tale paziente aumenta significativamente.

In realtà, i pazienti non muoiono dal virus stesso, ma dalla distruzione degli organi interni che causa. La causa più comune di morte è la cirrosi o il cancro del fegato. Se un paziente ha la cirrosi, i medici di solito lo prendono da 3 a 10 anni, a seconda del livello. Tuttavia, dobbiamo ricordare che il corpo umano è una cosa inspiegabile che può andare in pezzi con le statistiche e le osservazioni. Ma la dinamica positiva della malattia è osservata nei casi di grandi dimensioni, soggetti alla dieta e al regime quotidiano e al trattamento tempestivo. In questi momenti, un organismo infetto si abitua a un certo ritmo di vita, che aiuta il sistema immunitario a far fronte alla malattia.

In che modo la malattia influisce sulla vita?

Se ti è stata diagnosticata un'epatite, non dovresti chiuderti e arrabbiarti con il mondo intero. Dovrebbe, raccogliere tutta la volontà in un pugno e andare dritto a combattere con la sua malattia. Questo è l'unico modo per superare una malattia difficile. Si raccomanda di rispettare rigorosamente il regime giornaliero, per evitare stress inutili e sforzi fisici eccessivi.

Per vivere il più a lungo possibile, è necessario sentirsi bene e aiutare il corpo a recuperare, è necessario seguire una dieta che ridurrà il carico sul tratto digestivo. Molto spesso i medici consigliano di attenersi alla dieta numero 5, che esclude cibi fritti e grassi. Inoltre, gli esperti hanno notato l'impatto negativo sull'organo vitale di alcol e tabacco. Pertanto, con questa malattia è generalmente meglio abbandonare le cattive abitudini per non provocare un peggioramento della malattia.

È possibile avere una vita piena con l'epatite?

Come vivere con l'epatite C? Non tutti sono in grado di sopportare un decorso grave della malattia. Ma è possibile. È possibile abituarsi rapidamente a una dieta speciale e un regime quotidiano, senza stress, un atteggiamento positivo sarebbe utile per le persone sane.

Tuttavia, nonostante le difficoltà psicologiche, sei in grado di vivere una vita piena, se non soffri di dolore al fegato.

La prognosi della malattia nei neonati e nei bambini

Se parliamo dell'intero spettro dell'epatite, va notato che i bambini soffrono di questo disturbo in forma lieve e molto spesso guariscono. La morte nell'infanzia e nell'infanzia è osservata in quasi l'1% dei pazienti. Ma il recupero completo del 100% del corpo del bambino è lento, accompagnato da un fenomeno residuo, come la sindrome post-epatite. Ma nel tempo, passa. Gli effetti residui possono anche essere attribuiti a variazioni temporanee dell'indice della bilirubina, che cessano anche di verificarsi nel tempo.

Ma non dimenticare che la forma cronica della malattia può dare complicazioni ad altri organi. Quindi, per quanto tempo puoi vivere con l'epatite C? Non esiste una cifra specifica, quindi sia in età adulta che durante l'infanzia - l'assistenza medica più importante fornita in tempo, per cui è inevitabile una pronta guarigione.